Scheda Insegnamento: Sistemi colturali A.A. 2017/2018
  • Corso di Laurea: SCIENZE AGRARIE E AMBIENTALI (LM-69)
  • Codice: 14838
  • Crediti: 6
  • Anno Off. Formativa: 2017/2018
  • Anno di Corso: 1
  • Erogazione: II semestre
  • Docente: FRANCESCO ROSSINI

Programma

a) OBIETTIVI FORMATIVI
Il corso abbraccia il tema della gestione dei sistemi colturali basati principalmente sulle coltivazioni erbacee. Sono previste lezioni frontali in aula (75%), esercitazioni in aziende (25%). I contenuti delle lezioni includono: la teoria dei sistemi colturali, l’applicazione dell’agronomia, delle coltivazioni per l’analisi e la gestione dei sistemi colturali.

b) RISULTATI DI APPRENDIMENTO ATTESI
1) Conoscenza e capacità di comprensione: Aver sviluppato la conoscenza delle interazioni tra la teoria agronomica e delle coltivazioni erbacee con l’organizzazione dei sistemi colturali anche complessi.
2) Capacità di applicare conoscenza e comprensione: Avere una comprensione della molteplicità dei fattori che influenzano la gestione dei sistemi colturali e saper applicare di volta in volta le soluzioni tecnico-agronomiche specifiche.
3) Autonomia di giudizio: Essere in grado di analizzare la gestione dei sistemi colturali, con particolare attenzione agli avvicendamenti, all’itinerario tecnico delle singole colture.
4) Capacità di apprendimento: Essere in grado di descrivere le tematiche inerenti la progettazione/gestione dei sistemi colturali e descriverne le peculiarità e le criticità. Tale abilità verrà sviluppata mediante il coinvolgimento attivo degli studenti attraverso discussioni orali in aula, laboratorio ed esercitazioni.
5) Abilità comunicative: Saper affrontare gli argomenti delle domande nella loro completezza esprimendosi con un linguaggio tecnico corretto.

c) PROGRAMMA
L'evoluzione del concetto di sistema e sua importanza nei diversi campi delle scienze.
Il sistema colturale: definizione, struttura, funzionamento, obiettivi, vincoli, elasticità, sicurezza e analisi modellistica.
Analisi delle interazioni dei regimi agricoli (convenzionale, biologico, irriguo, asciutto) delle zone (pianura, collina, montagna) e degli ambienti limitanti (aree protette, parchi, fasce suburbane, zone degradate, aree ad alto rischio erosivo) sui sistemi colturali.
Descrizione e analisi critica di alcuni sistemi colturali: cerealicolo, cerealicolo-industriale, cerealicolo-foraggero, foraggero, foraggero pascolivo, orticolo, frutticolo e per la produzione di energia.

Testi consigliati

Coltivazioni erbacee (tre volumi). Remigio Baldoni e Luigi Giardini. Ed. Pàtron
Agricoltura blu. La via italiana dell'agricoltura conservativa. A cura di M. Pisante, Ed. Edagricole.
Verso un approccio integrato allo studio dei sistemi colturali. A cura di E. Bonari e P. Ceccon. Ed. Franco Angeli.
Materiale fornito dal docente.

Propedeuticità

Per meglio seguire il corso, gli studenti dovrebbero conoscere gli elementi di base dell'agronomia generale e delle coltivazioni erbacee, orticole e arboree.

Frequenza

Facoltativa

Metodologia didattica

Ore lezione: 48

Valutazione del profitto

Prova orale

Descrizione dei metodi di accertamento

Le domande avranno come scopo quello di verificare la comprensione degli argomenti trattati durante il corso ed elencati nel programma.
La prova di accertamento è orale e si basa su tre domande: 1) teoria dei sistemi; 2) analisi di un sistema colturale; 3) Possibili modifiche all’organizzazione di un sistema per il raggiungimento di specifici obiettivi.
A ciascuna domanda sarà attribuita una valutazione da 0 a 10 tenendo conto dei seguenti aspetti: livello di conoscenza dei contenuti, capacità di analisi e sintesi, padronanza di espressione e proprietà di linguaggi

Per gli studenti che non possono seguire le lezioni la verifica verterà principalmente sull’itinerario tecnico delle colture caratteristiche dei sistemi colturali trattati.

Luogo lezioni

Ex Facoltà di Agraria
via San Camillo de Lellis snc
Viterbo

Orario lezioni

come da orario pubblicato sul sito

Comunicazioni

Giovedì 10:30-12:30