Scheda Insegnamento: Assetto del territorio e meccanizzazione agricola A.A. 2017/2018
  • Corso di Laurea: SCIENZE AGRARIE E AMBIENTALI (LM-69)
  • Codice: 14939
  • Crediti: 14
  • Anno Off. Formativa: 2017/2018
  • Anno di Corso: 1
  • Erogazione: I semestre
  • Docente:DANILO MONARCA

Modulo : 1 Cfu(6)

Programma

MECCANIZZAZIONE AGRICOLA
L’obiettivo formativo del corso è quello di far conoscere la tecnologia e le tipologie delle macchine motrici e operatrici utilizzate nel settore agricolo, al fine di consentire allo studente di analizzare i modelli di meccanizzazione più idonei nei diversi contesti.
Caratteristiche generali della meccanizzazione agricola e i diversi modelli di sviluppo.
Classificazione delle diverse tipologie di macchine, aspetti funzionali, energetici ed organizzativi delle macchine e dei cantieri.
Criteri di scelta del parco macchine. Costo della meccanizzazione e logistica.
Macchine motrici ed operatrici. Principali macchine per le lavorazioni primarie e secondarie del terreno, macchine per la fertilizzazione, macchine per la semina e per il trapianto, macchine per lo sviluppo, la cura e la manutenzione delle colture, macchine per la raccolta dei foraggi, per la raccolta delle piante da granella, per la raccolta delle colture industriali, per la raccolta delle produzioni di piante arboree e delle produzione ortive, macchine di trasporto, macchine ed impianti per la conservazione dei prodotti. Meccanizzazione per l’agricoltura di precisione.

Testi consigliati

Slides delle lezioni scaricabili dalla piattaforma Moodle.
M. Lazzari, F. Mazzetto – Meccanica e meccanizzazione dei processi produttivi agricoli. Reda, Torino, 2016
L. Bodria, G. Pellizzi, P. Piccarolo – Meccanica e meccanizzazione agricola. Edagricole, Milano, 2013.
P. Biondi - Meccanica Agraria. Le macchine agricole. UTET, Torino, 1999 (fuori commercio, reperibile in biblioteca)

Propedeuticità

Nessuna

Frequenza

Facoltativa

Metodologia didattica

Ore lezione: 48

Valutazione del profitto

Prova orale, prova pratica

Descrizione dei metodi di accertamento

DESCRIZIONE METODI DI ACCERTAMENTO l'ESAME SI SVOLGE NELLE FORME STABILITE DALL'ART. 23 DEL REGOLAMENTO DIDATTICO DI ATENEO. Lo studente deve conoscere la tecnologia delle macchine agricole motrici nei suoi aspetti costruttivi, funzionali e operativi. La prova pratica consiste nella realizzazione di una presentazione e nella esposizione del lavoro di gruppo svolto. Il lavoro viene esposto in classe, al termine il docente e gli altri studenti pongono domande in merito agli argomenti presentati. La prova è riservata a chi frequenta le stesse. La prova orale obbligatoria serve sia come verifica complessiva della prova pratica che per approfondire gli argomenti svolti a lezione. L'orale è composto di norma da tre domande, di cui una eventualmente a chiarimento della prova in itinere. Per chi non ha seguito e quindi non ha sostenuto la prova pratica, l'esame sarà solo orale e verterà su tutto il programma. Viene valutata la capacità di sintesi, la proprietà del linguaggio, la chiarezza espositiva, la conoscenza degli argomenti e la proprietà del linguaggio tecnico. L’illustrazione della prova pratica inoltre esercita lo studente al lavoro di gruppo ed alla presentazione in pubblico.

Luogo lezioni

Ex Facoltà di Agraria via San Camillo de Lellis snc Viterbo

Orario lezioni

Come da orario delle lezioni disponibile sul portale DAFNE-UNITUS

Comunicazioni

Il prof. Monarca è presente, di norma, il martedì dalle 11.00 alle 13.00.
E' reperibile sia presso il suo ufficio (PRIMO piano- LATO EST) che presso il Laboratorio di Ergonomia e Sicurezza del Lavoro (primo piano).
In caso di assenza, per informazioni e spiegazioni, è possibile rivolgersi al sig. Colopardi (Laboratorio primo piano). Per comunicazioni urgenti telefonare allo 0761 357357.
Per appuntamenti in altre giornate o per informazioni è possibile anche inviare una mail a monarca@unitus.it .



  • Corso di Laurea: SCIENZE AGRARIE E AMBIENTALI (LM-69)
  • Codice: 14939
  • Crediti: 14
  • Anno Off. Formativa: 2017/2018
  • Anno di Corso: 1
  • Erogazione: I semestre
  • Docente:MARIA NICOLINA RIPA

Modulo : 2 Cfu(8)

Programma

Assetto del Territorio (8 CFU)
L’insegnamento prevede una parte di didattica frontale ed una parte di applicazione GIS. Alla prima parte sono dedicate circa 25 ore(3 CFU) durante le quali sono forniti i concetti e le conoscenze di base per rappresentazione e la caratterizzazione del territorio attraverso l’analisi delle componenti fisiche e l’individuazione dei principali processi territoriali. Alla seconda parte sono dedicate circa 40 ore (5 CFU) durante le quali sono fornite le conoscenze relative alla rappresentazione del territorio e, mediante un percorso di apprendimento guidato, all’impiego dei GIS per le analisi territoriali attraverso l’applicazione dei concetti acquisiti a casi di studio reali. Questa seconda parte si tiene nell’aula di Geomatica che dispone di computer dotati del software QGIS, un software open source che gli studenti possono installare gratuitamente sul proprio PC per poter realizzare o completare in autonomia l‘elaborato previsto.
Programma
ELEMENTI DI RAPPRESENTAZIONE DEL TERRITORIO
Sistemi di riferimento e principali sistemi di proiezione cartografica
Coordinate geografiche
Sistemi di rappresentazione: UTM e Gauss Boaga.
Cartografia IGM e Cartografia Tecnica Regionale
Lettura delle carte
Altimetria e modelli digitali del terreno.
Sistemi Informativi Geografici (GIS)
Introduzione ai GIS
Modelli di rappresentazione dei dati geografici: raster e vettoriali

ANALISI DELL'AMBIENTE FISICO
CLIMA
Grandezze meteorologiche e loro misura: radiazione solare, temperatura dell'aria, umidità dell'aria, pressione atmosferica, vento, precipitazioni.
Clima e processi territoriali: indici climatici, indicatori di processo
SUOLO
Origine e caratteristiche dei suoli
Suolo e processi territoriali:
rapporti acqua suolo,
deflusso superficiale,
erosione idrica accelerata, metodi di calcolo e strategie di controllo
Capacità di uso dei suoli:
fattori di limitazione e metodi di valutazione (land capability, land suitability).
ACQUA
Sistemi fluviali:
reticolo idrografico, elementi di morfometria, zonazione longitudinale e trasversale
Sistemi fluviali e processi territoriali:
qualità delle acque, IBE, IFF
Sistemi lacustri:
caratteristiche e morfologia dei laghi
Sistemi lacustri e processi territoriali:
eutrofizzazione
Acquiferi sotterranei:
caratteristiche e definizioni
Acquiferi sotterranei e processi territoriali:
alterazione della qualità delle acque di falda, vulnerabilità e metodi di valutazione (DRASTIC, SINTACS)
FONTI DIFFUSE DI INQUINAMENTO DI ORIGINA AGRICOLA
mobilità di nutrienti e fitofarmaci nelle acque e nel suolo,
metodi e modelli per la valutazione (GLEAMS).
Metodi e strategie di controllo e mitigazione (BMP)

Testi consigliati

Leone A., Ambiente e pianificazione. Analisi, processi, sostenibilità, Franco Angeli Ed., Milano 2011
Materiale inerente il tema d’anno fornito dal docente disponibile sulla piattaforma Google Classroom

Propedeuticità

Frequenza

Facoltativa

Metodologia didattica

Ore lezione: 64

Valutazione del profitto

Prova orale, prova pratica

Descrizione dei metodi di accertamento

Nel corso dell’insegnamento gli studenti applicano i concetti acquisiti a casi di studio reali che riguardano principalmente il territorio provinciale o regionale. Gli studenti hanno a disposizione una banca dati cartografica che contiene i dati di base per le successive analisi e valutazioni ottenute applicando le competenze acquisite nell’uso del GIS alle analisi territoriali. E' prevista la redazione di un elaborato assegnato dal docente finalizzato ad analizzare un contesto territoriale, definirne le problematiche, proporre interventi e/o strategie risolutive. La preparazione dell’elaborato avviene in parte all’interno delle ore di esercitazione ed apprendimento guidato all’interno del corso ed in parte viene completato in autonomia dallo studente. Per la redazione dell'elaborato lo studente dovrà utilizzare un GIS. Viene consigliato il software QGIS, un software open source di facile reperimento, ma può essere utilizzato anche altro software dalle analoghe funzioni scelto dallo studente. All'esame lo studente illustrerà i contenuti del proprio elaborato predisponendo una presentazione (in formato power point o word o altro ritenuto idoneo). A completamento dell'esposizione saranno poste tre domande riguardanti il programma svolto che scaturiscono dalla discussione dell'elaborato. La valutazione tiene conto delle capacità acquisite nell'uso del GIS, del livello di conoscenza dei contenuti, della capacità di espressione, della capacità di applicare le conoscenze acquisite con spirito critico, della capacità di collegamenti interdisciplinari. Le cartografie di base per la preparazione dell’elaborato sono disponibili sulla piattaforma Google Classroom. Gli studenti non frequentanti devono inviare una mail di richiesta al docente al seguente indirizzo: nripa@unitus.it per ottenere le credenziali di accesso alla piattaforma

Luogo lezioni

Ex Facoltà di Agraria via San Camillo de Lellis snc Viterbo

Orario lezioni

come da orario pubblicato sul sito

Comunicazioni

Mercoledì 11.30 - 13.00