Scheda Insegnamento: Monitoraggio dei vertebrati A.A. 2017/2018
  • Corso di Laurea: CONSERVAZIONE E RESTAURO DELL' AMBIENTE FORESTALE E DIFESA DEL SUOLO (LM-73)
  • Codice: 15167
  • Crediti: 6
  • Anno Off. Formativa: 2017/2018
  • Anno di Corso: 2
  • Erogazione: I semestre
  • Docente: A CONTRATTO DOCENTE

Programma

Studio delle popolazioni dei vertebrati omeotermi: Identificazione delle specie, conteggio delle popolazioni.
Cenni sulla certificazione ambientale: applicazioni.
I sistemi di monitoraggio e gli indicatori ecologici: Origini e definizioni, tipologie e loro requisiti, criteri di selezione, campo di applicazione e relativa valutazione.
Animali sentinella, animali indicatori ed animali surrogato, bioindicatori e bioaccumulatori:
Il cinghiale (metalli pesanti); Il capriolo (metalli pesanti, DDT, HCB, PCB ecc.); Il cervo (metalli pesanti); Gli uccelli (metalli pesanti, ecologia dei terreni coltivati); La lepre (radionuclidi, urbanizzazione ed intensificazione dell'agricoltura, piombo); La lontra (PCB e DDT); La talpa (metalli pesanti); La biodiversià come indicatore della qualià ambientale.
Casi di studio: Certificazione di una azienda faunistico venatoria.

Testi consigliati

materiale fornito dal docente

Propedeuticità

nessuna

Frequenza

Facoltativa

Metodologia didattica

Ore lezione: 48

Valutazione del profitto

Prova orale

Descrizione dei metodi di accertamento

Coerentemente con le modalità previste per la didattica frontale e le esercitazioni, nella valutazione del profitto, (attribuzione del voto finale) che avverrà attraverso accertamento in forma orale, si terrà conto del livello di conoscenza dei contenuti dimostrato (superficiale, appropriato, preciso e completo, completo e approfondito), della capacità di analisi, di sintesi e di collegamenti interdisciplinari (sufficiente, buona, ottima), della capacità di senso critico e di formulazione di giudizi (sufficiente, buona, ottima), della padronanza di espressione (esposizione carente, semplice, chiara e corretta, sicura e corretta. In particolare, il giudizio e il voto finale terrà conto delle conoscenza e dei concetti acquisiti, della capacità di analisi dei problemi, di collegare conoscenze interdisciplinari, di formulare ipotesi e giudizi, della padronanza e chiarezza di espressione ed esposizione. Il candidato dovrà dimostrare di avere acquisito conoscenze riguardo i principi di monitoraggio della fauna selvatica. Il voto finale sarà formulato valutando la risposta a non meno di tre domande, solamente aperte, tenendo conto della conoscenza dei principali animali selvatici italiani e dei principi di monitoraggio della fauna, della capacità di analisi, di sintesi e di collegamenti interdisciplinari, della capacità di senso critico e della chiarezza espositiva.

Luogo lezioni

Ex Facoltà di Agraria
via San Camillo de Lellis snc
Viterbo

Orario lezioni

come da orario pubblicato sul sito

Comunicazioni