Scheda Insegnamento: Idraulica e meccanica agraria A.A. 2017/2018
  • Corso di Laurea: SCIENZE AGRARIE E AMBIENTALI (L-25)
  • Codice: 15179
  • Crediti: 12
  • Anno Off. Formativa: 2017/2018
  • Anno di Corso: 2
  • Erogazione: I semestre
  • Docente:ANDREA PETROSELLI

Modulo : 1 Cfu(6)

Programma

a) Obiettivi del corso:

L’obiettivo fondamentale del corso è quello di fornire gli strumenti metodologici fondamentali, di base, per capire i principali processi legati al mondo dell’ingegneria delle acque, passando dalla gestione delle acque “buone” (reti idrauliche a pelo libero e in pressione) a quella delle acque “cattive” (legate al concetto di rischio idrogeologico).

b) Risultati di apprendimento attesi:

1) Conoscenza e capacità di comprensione.
Conoscere la struttura di base della maggior parte dei sistemi legati all’ingegneria delle acque, sia a livello di verifica che di progetto.

2) Capacità di applicare conoscenza e comprensione.
Apprendimento degli strumenti di base necessari per l’analisi dei principali processi legati all’ingegneria delle acque.

3) Autonomia di giudizio.
Saper individuare le variabili chiave per la valutazione della maggior parte dei sistemi legati all’ingegneria delle acque, sia a livello di verifica che di progetto.

4) Abilità comunicative.
Capacità di trasferire a livello di conoscenza quanto appreso in fase di progetto e verifica dei principali sistemi legati all’ingegneria delle acque.

5) Capacità di apprendimento.
Condizione di successo nell’apprendimento è la capacità di saper analizzare in termini tecnici i principali processi legati al mondo dell’ingegneria delle acque.

c) Programma dettagliato del corso:

Parte 1: concetti generali di Idraulica

Idrostatica: pressioni e legge di Stevino. Idrodinamica: quote piezometriche e carichi totali, teorema di Bernoulli, moti di corrente, portata, principio di continuità, tipi di movimento, perdite di carico e formule relative, verifica e progetto di canali e condotte.
Impianti di sollevamento: generalità, problemi di progetto, tipi di pompe.
Foronomia: tipi di bocche, battenti e stramazzi.

Parte 2: concetti generali di Idrologia

Il ciclo idrologico e le sue componenti. Descrizione delle principali grandezze idrologiche: temperatura, precipitazione, portata. Gli Annali Idrologici. Misura delle Precipitazioni: il pluviometro, il pluviografo, il metodo dei topoieti. Misura della portate: misure dirette (mulinelli) e indirette (scale di deflusso o delle portate).
Descrizione di un bacino idrografico. Descrizione delle piene fluviali. Il rischio idrogeologico. Definizione di Onda di Piena. Deflusso superficiale e profondo. Identificazione delle due componenti dell’onda di piena.
Elementi di statistica idrologica. Cenni alle principali distribuzioni utilizzate (Normale, Gumbel, Esponenziale). Tempo di Ritorno di una grandezza idrologica. Importanza progettuale e interpretativa del Tempo di Ritorno. Formula del tempo di ritorno. Analisi statistica delle precipitazioni da usare come input per la definizione della portata con assegnato tempo di ritorno. Curve di Caso Critico. Curve di Possibilità Pluviometrica.
Definizione della portata di progetto: metodi di stima della portata. Formula Razionale. Tempo di corrivazione: formula di Giandotti.


Parte 3: concetti generali di Irrigazione

Rapporti acqua-suolo: proprietà fisiche del suolo, moti di filtrazione in suolo saturo, pozzi e falde.
Rapporti acqua-pianta: generalità, evapotraspirazione e metodi di calcolo, parametri irrigui.
L’irrigazione dei terreni: per sommersione, a scomparti, a scorrimento, a pioggia, localizzata, meccanizzata. Il drenaggio dei terreni: cenni sulla progettazione dell’impianto.

Testi consigliati

Materiale didattico: estratti dei testi seguenti
Moisello: Idrologia tecnica (collocazione biblioteca: 627/MOI/A,B)
Greppi: Idrologia (collocazione biblioteca: 551.48/GRE/A,B)
Chow: Applied hydrology (collocazione biblioteca: 551.48/CHO
Maione: Le piene fluviali (collocazione biblioteca: 551.489/MAI/A,B)
Citrini: Idraulica (collocazione biblioteca: 627/CIT)
Falciai: Appunti di idraulica agraria (collocazione biblioteca: 631.7/FAL)
Capra–Scicolone: Progettazione e gestione degli impianti irrigui (collocazione biblioteca: 627.52/CAP)
Rosso: Manuale di progettazione idraulica del territorio (collocazione biblioteca: 627.4/ROS/A,B)
Da Deppo, Datei, Salandin: Sistemazione dei corsi d'acqua (collocazione biblioteca: 627/DAD/A,B)
Ferro V. La sistemazione dei bacini idrografici (collocazione biblioteca: 627.86 (21))

Propedeuticità

nessuna

Frequenza

Facoltativa

Metodologia didattica

Ore lezione: 48

Valutazione del profitto

Prova orale

Descrizione dei metodi di accertamento

Vengono sottoposte tre domande che spaziano su tutto il programma, ognuna delle quali viene valutata con un punteggio da 0 a 10. Il voto finale corrisponde alla somma delle tre singole votazioni. Ai fini dell'attribuzione del voto si tiene conto del livello di conoscenza dei contenuti, della capacità di analisi, di sintesi e di collegamenti interdisciplinari, della capacità di senso critico e della chiarezza espositiva. Quando le prenotazioni superano le 20 unità, l'esame si svolge in forma scritta con tre domande a risposta aperta, valutate come per l'orale. Viene data un'ora di tempo per rispondere. Inoltre, su richiesta dei singoli studenti, è possibile comunque sostenere l'esame in forma scritta o orale, a prescindere da quanto riportato nell'appello ufficiale.

Luogo lezioni

Ex Facoltà di Agraria via San Camillo de Lellis snc Viterbo

Orario lezioni

come da orario pubblicato sul sito

Comunicazioni

L'orario di ricevimento è:
Viterbo, lunedi ore 9.00 - 11.00
Cittaducale, giovedì ore 15.00 - 17.00



  • Corso di Laurea: SCIENZE AGRARIE E AMBIENTALI (L-25)
  • Codice: 15179
  • Crediti: 12
  • Anno Off. Formativa: 2017/2018
  • Anno di Corso: 2
  • Erogazione: I semestre
  • Docente:DANILO MONARCA

Modulo : 2 Cfu(6)

Programma

Far conoscere la tecnologia delle macchine agricole motrici nei suoi aspetti costruttivi, funzionali e operativi.
La costituzione delle macchine agricole (motori endotermici, trasmissioni meccaniche ed idrauliche, pneumatici, organi di guida e di controllo, sistemi di collegamento attrezzi, sicurezza delle macchine, ergonomia).
Il corretto impiego delle macchine agricole (aderenza, controllo dello slittamento, costipamento del terreno, misura dei tempi di lavoro e delle perdite, rendimenti di campo, costi di esercizio, analisi costi-benefici).
La certificazione e omologazione delle macchine agricole.

Testi consigliati

Biondi P., Meccanica agraria. Le macchine agricole. UTET, Torino 1999.
"Slide" delle lezioni
https://moodle.unitus.it/moodle/course/view.php?id=190&notifyeditingon=1

Propedeuticità

Matematica con elementi di fisica

Frequenza

Facoltativa

Metodologia didattica

Ore lezione: 48

Valutazione del profitto

Prova in itinere, prova orale

Descrizione dei metodi di accertamento

l'ESAME SI SVOLGE NELLE FORME STABILITE DALL'ART. 23 DEL REGOLAMENTO DIDATTICO DI ATENEO. Lo studente deve conoscere la tecnologia delle macchine agricole motrici nei suoi aspetti costruttivi, funzionali e operativi. La prova in itinere (scritta) viene effettuata alla fine delle lezioni ed è riservata a chi frequenta le stesse. Il testo riguarda il calcolo dei costi di esercizio, la determinazione delle forze di trazione, gli argomenti principali svolti nel corso (2-3 quesiti con un tempo di 60-90 minuti per lo svolgimento). La prova orale obbligatoria serve sia come verifica complessiva della prova in itinere che per approfondire alcuni aspetti non previsti nei quesiti. In particolare lo studio di un determinato modello di macchina (operatrice o motrice) a scelta dello studente. L'orale è composto di norma da tre domande, di cui una eventualmente a chiarimento della prova in itinere. Per chi non ha seguito e quindi non ha sostenuto la prova in itinere, l'esame sarà solo orale e verterà su tutto il programma. Viene valutata la capacità di sintesi, la proprietà del linguaggio, la chiarezza espositiva, la conoscenza degli argomenti e la proprietà del linguaggio tecnico.

Luogo lezioni

Ex Facoltà di Agraria via San Camillo de Lellis snc Viterbo

Orario lezioni

Come da orario pubblicato sul portale DAFNE-UNITUS

Comunicazioni

Il prof. Monarca è presente, di norma, il martedì dalle 11.00 alle 13.00.
E' reperibile sia presso il suo ufficio (PRIMO piano- LATO EST) che presso il Laboratorio di Ergonomia e Sicurezza del Lavoro (primo piano).
In caso di assenza, per informazioni e spiegazioni, è possibile rivolgersi al sig. Colopardi (Laboratorio primo piano). Per comunicazioni urgenti telefonare allo 0761 357357.
Per appuntamenti in altre giornate o per informazioni è possibile anche inviare una mail a monarca@unitus.it .