Scheda Insegnamento: Agronomia A.A. 2017/2018
  • Corso di Laurea: SCIENZE AGRARIE E AMBIENTALI (L-25)
  • Codice: 15180
  • Crediti: 7
  • Anno Off. Formativa: 2017/2018
  • Anno di Corso: 2
  • Erogazione: I semestre
  • Docente: RAFFAELE CASA

Programma

Obiettivi del corso
Gli obiettivi del corso di Agronomia sono quelli di fornire agli studenti gli strumenti per poter comprendere ed analizzare criticamente il funzionamento e la gestione dell’agroecosistema ed avere una comprensione degli effetti attesi sul sistema da parte delle principali componenti dell’itinerario tecnico tipico dei sistemi colturali erbacei ed arborei. Il corso è strutturato in due parti. Nella prima parte viene analizzato il funzionamento dell’agroecosistema, allo scopo di fornire una cognizione di base sugli aspetti principali dei fattori biofisici del sistema, es. quelli riguardanti i fattori climatici, il suolo, l’acqua. La seconda parte analizza gli interventi tipicamente effettuati per la gestione dell’agroecosistema che si concretizzano in pratiche quali le lavorazioni, l’irrigazione, la fertilizzazione, l’avvicendamento e la gestione della flora infestante. La frequenza alle lezioni ed esercitazioni, pur facoltativa e' fortemente consigliata.

Contenuti del corso
Didattica frontale mediante l ausilio di slides Powerpoint scaricabili dalla piattaforma moodle. Generalmente le lezioni si svolgono in aula 12 (ma consultare orario): 22 ore

PARTE PRIMA (3 CFU) : Fattori biofisici dell’agroecosistema
La pianta coltivata (indici di accrescimento). II clima e le piante agrarie: radiazione solare; evapotraspirazione; temperatura; idrometeore; la pioggia utile.
Terreno agrario e terreno naturale: definizione, funzioni, costituzione; stratigrafia o profilo del terreno; caratteristiche, fertilità e produttività.
Granulometria del terreno: generalità; terreni a scheletro prevalente; terreni sabbiosi; terreni limosi; terreni argillosi; medio impasto.
Struttura del terreno: generalità e tipi di struttura; ruolo della struttura; formazione e dimensione degli aggregati; stabilità degli aggregati; porosità; fattori influenti sulla struttura.
Aspetti chimici e chimico-fisici del terreno: composizione; soluzione circolante e potere adsorbente; il pH del terreno; anomalie della salinità.
L'acqua nel terreno: misurare l’umidità del suolo; il potenziale dell'acqua nel terreno; la curva di ritenzione idrica (CRI); determinazione della CRI.
PARTE SECONDA (4 CFU): gestione dell’agroecosistema
Lavorazioni del terreno.
Irrigazione: le variabili irrigue; il volume di adacquamento; efficienza dell’acqua irrigua; momento di intervento irriguo; distribuzione stagionale dei consumi irrigui; metodi di irrigazione; la qualità delle acque per l’irrigazione.
Sostanza organica (SO) e fertilizzanti organici: tipi di sostanza organica e origine; trasformazioni nel terreno e bilancio umico; fattori che influenzano l’evoluzione della SO; funzioni della SO nel terreno; la fertilizzazione organica; fertilizzanti organici commerciali.
Concimi minerali e concimazione: classificazione e commercializzazione; concimi azotati; concimi fosfatici; concimi potassici; concimi minerali composti; la risposta alla concimazione; la dose ottimale di concime; la distribuzione in campo; esigenze aziendali e vincoli ambientali; programmi di concimazione; risposta qualitativa alla concimazione.
Diserbo: mezzi di lotta preventivi; mezzi fisici diretti; diserbo chimico.
Sistemi colturali: avvicendamento delle colture.


Esercitazioni in laboratorio di Fisica del Suolo DAFNE (piano seminterrato): 15 ore
Illustrazione delle metodologie di campionamento e analisi delle principali caratteristiche fisiche del suolo, incluso ad esempio: la determinazione della tessitura, stabilità di struttura, porosità, curva di ritenzione idrica e caratteristiche idrologiche del suolo. Illustrazione dei metodi di misura dell’umidità del suolo. Illustrazione della metodologia di redazione di un piano di concimazione mediante il metodo del bilancio degli elementi nutritivi.

Esercitazioni in campo: 19 ore
Visite ad aziende agricole commerciali (almeno un’azienda nella Provincia di Viterbo ed una grande azienda fuori Provincia) con illustrazione delle attrezzature per la lavorazione del terreno, la concimazione, la semina, l’irrigazione e discussione della gestione agronomica effettuata dall’azienda.
Visite presso l’azienda didattico-sperimentale dell’Università della Tuscia per illustrare le attrezzature presenti, inclusa la strumentazione agrometeorologica.

Testi consigliati

Libro di testo:
autore: Luigi Giardini
titolo: L'AGRONOMIA per conservare il futuro (6° edizione)
edizione: Patron Editore Bologna 2012

Slides delle lezioni e video disponibili sulla piattaforma moodle del corso

Propedeuticità

E’ preferibile che gli studenti posseggano solide basi di Matematica ed elementi di Fisica, Chimica, Botanica agraria, Fisiologia vegetale.

Frequenza

Facoltativa

Metodologia didattica

Ore lezione: 56

Valutazione del profitto

Prova in itinere, prova orale

Descrizione dei metodi di accertamento

L’accertamento delle conoscenze e capacità si svolge attraverso un esonero scritto sulla prima parte del corso (3 CFU), svolto a circa metà del semestre, ed un’esame orale finale sulla seconda parte del corso (4 CFU) per chi ha superato positivamente l’esonero. Chi non ha sostenuto l’esonero o non ha ottenuto un risultato sufficiente dovrà sostenere l’esame orale per l’intero programma . L’esonero scritto, riguardante la prima parte del programma (vedere sopra nella sezione programma), è costituito da un compito con domande a scelta multipla ed a risposta libera per un totale di 30 domande aventi ciascuno il valore di 1 punto. La sufficienza si raggiunge con 18 risposte corrette. Il risultato finale del compito non dà luogo a voto, ma solo ad una valutazione di sufficienza od insufficienza. L’esame finale si svolge attraverso un colloquio. Per chi ha superato l’esonero vengono poste 2 domande di ampio respiro, nell’ambito delle quali vengono richieste ulteriori discussioni, puntualizzazioni ed eventualmente calcoli, sulla seconda parte del programma. La valutazione complessiva è ottenuta dalla somma del punteggio attribuito a ciascuna domanda, pari a massimo 15 punti. Per chi non ha superato l’esonero scritto, il colloquio si svolge con modalità analoghe ma con 3 domande, sull’intero programma, con una valutazione ottenuta da un punteggio di massimo 5 punti per ciascuna domanda.
Nella valutazione della prova e nell’attribuzione del voto finale si terrà conto: del livello di conoscenza dei contenuti dimostrato (superficiale, appropriato, preciso e completo, completo e approfondito), della capacità di applicare i concetti teorici (errori nell’applicare i concetti,
discreta, buona, ben consolidata), della capacità di analisi, di sintesi e di collegamenti interdisciplinari (sufficiente, buona, ottima), della capacità di senso critico e di formulazione di giudizi (sufficiente, buona, ottima), della padronanza di espressione (esposizione carente, semplice, chiara e corretta, sicura e corretta).

Luogo lezioni

Ex Facoltà di Agraria
Via San Camillo de Lellis snc
Viterbo

Orario lezioni

Come da orario pubblicato sul sito www.dafne.unitus.it

Comunicazioni

Orario di ricevimento:
lunedi e venerdì dalle 16:00 alle 19:00
Oppure prendere appuntamento mediante invio mail a rcasa@unitus.it