Scheda Insegnamento: LETTERATURA RUSSA A.A. 2017/2018
  • Corso di Laurea: FILOLOGIA MODERNA (LM-14)
  • Codice: 15210
  • Crediti: 8
  • Anno Off. Formativa: 2017/2018
  • Anno di Corso: 1
  • Erogazione: II semestre
  • Docente: RAFFAELE CALDARELLI

Programma

a) Obiettivi formativi.
Allo studente verrà proposto un profilo della vita, della personalità e delle opere di F.M. Dostoevskij. Particolare attenzione verrà dedicata a Delitto e castigo, con lettura assistita di numerosi brani. Verrà dedicato ampio spazio ai principali problemi interpretativi, con esempi di applicazione di strumenti e metodi della critica. L’autore verrà trattato sullo sfondo della cultura e della società russe dell’Ottocento, caratterizzate dal contrasto tra le radici tradizionali, in particolare slavo-ortodosse, e i processi di un’accelerata modernizzazione dagli esiti spesso sorprendenti e traumatici.
b) Risultati di apprendimento attesi.
Al termine del corso lo studente dovrà:
1. conoscere i tratti fondamentali della personalità e dell’opera di Dostoevskij;
2. conoscere nei suoi tratti fondamentali il panorama letterario russo dell’Ottocento cogliendone i nessi col contesto politico e sociale;
3. saper comprendere i motivi dell’importanza di D. per il pensiero moderno;
4. saper esporre con ordine e chiarezza i punti fondamentali delle tematiche illustrate nel corso e nei testi consigliati;
5. avere gli strumenti indispensabili per un primo approccio ad altre opere di D. nonché ad altri autori russi dell’Ottocento.
c) Programma.
Al termine del corso lo studente dovrà:
1. conoscere i tratti fondamentali della personalità e dell’opera di Dostoevskij;
2. conoscere nei suoi tratti fondamentali il panorama letterario russo dell’Ottocento cogliendone i nessi col contesto politico e sociale;
3. saper comprendere i motivi dell’importanza di D. per il pensiero moderno;
4. saper esporre con ordine e chiarezza i punti fondamentali delle tematiche illustrate nel corso e nei testi consigliati;
5. avere gli strumenti indispensabili per un primo approccio ad altre opere di D. nonché ad altri autori russi dell’Ottocento.

c) programma
La Russia dell’Ottocento fra rinnovamento e conservazione. Vita e personalità di Dostoevskij. Un uomo sotto il segno della contraddizione: carattere russo/universalità, tradizione/modernità, religiosità/morte di Dio. Fondamentale per Freud e Nietzsche: perché? Un’opera in particolare: Delitto e castigo. Undici autori dell’Ottocento russo (a parte D.ostoevskij) che non si possono ignorare: A.S. Puškin; V.A. Žukovskij; F.I. Tjutcev; M.J. Lèrmontov; N.V. Gogol’; I.A. Goncaròv; I.S. Turgenev; L.N. Tolstòj; N.S. Leskòv; V.M. Garšin; A.P. Cechov.

Testi consigliati

Testi consigliati:
1) Fëdor M. Dostoevskij, Delitto e castigo (qualsiasi edizione italiana)
2) J. Catteau, Dostoevskij, in: Storia della civiltà letteraria russa, diretta da M. Colucci e R. Picchio, vol. I, Torino, UTET, pp. 666-689 (per i frequentanti).
3) Per lo studio della letteratura russa dell’Ottocento lo studente potrà fare riferimento ai capitoli sul secolo in questione di una delle seguenti opere: a) S. de Vidovich, Letteratura russa, Milano, Vallardi (molto schematico); b) D.S. Mirskij, Storia della letteratura russa, Milano, Garzanti (assai più ampio); c) E. Lo Gatto, Storia della letteratura russa, Firenze, Sansoni (opera esaustiva, di grande valore, non facile per il discente che non abbia avuto apprezzabili contatti pregressi con la letteratura russa). La scelta è libera; sulla piattaforma Moodle saranno a disposizione materiali orientativi e riassuntivi, il cui uso è vivamente raccomandato soprattutto a chi si basa sul più schematico testo di S. de Vidovich.
4) Sul contesto storico: P. Bushkovitch, Breve storia della Russia. Dalle origini a Putin,Torino, Einaudi: solo i capp. dal V (Pietro il Grande) al XIII (L’età aurea della cultura russa).
5) I non frequentanti dovranno sostituire il testo indicato al punto 2) con uno a scelta fra i due seguenti:
a. M. Martinelli, Leggere Dostoevskij. Viaggio al centro dell’uomo, Milano, UNICOPLI;
b. P. Pascal, Dostoevskij: l’uomo e l’opera, Torino, Einaudi.
N.B.: tra le opere consigliate, tutte quelle di difficile reperibilità sono possedute dalla biblioteca dell’università.

Propedeuticità

Propedeuticità: nessuna. Non sono richieste particolari conoscenze preliminari.

Frequenza

Facoltativa

Metodologia didattica

Ore lezione: 48

Valutazione del profitto

Prova orale

Descrizione dei metodi di accertamento

La prova di accertamento è orale e ha una durata di 20-30’. Le domande (almeno tre) saranno formulate in maniera quanto più possibile aperta per permettere allo studente di dimostrare capacità di esposizione articolata, sintesi e illustrazione dei nessi tra le varie tematiche. Le domande potranno vertere su: a) vita, opere, tematiche dell’autore; b) letteratura, cultura e storia della Russia dell’Ottocento; c) importanza delle tematiche di Dostoevskij per la cultura russa e mondiale. La votazione verrà attribuita come d’uso in trentesimi; la sufficienza si intende raggiunta da chi consegue una votazione di almeno 18/30.

Luogo lezioni

Orario lezioni

Comunicazioni

AVVISO Causa altro impegno del docente in dipartimento (colloqui di accesso LM14) la lezione in programma per lunedì 12 novembre non si terrà. Il corso riprenderà regolarmente mercoledì 14 novembre alle h. 9.

Ricevimento del prof. Raffaele Caldarelli:
Studio del docente (studio n. 4 DISUCOM); mercoledì h. 10-12, salvo diverso avviso.
AVVISO In periodo di didattica il ricevimento, quando ha luogo regolarmente il mercoledì, si tiene in orario leggermente posticipato (h. 10.30-12.30).

PRECISAZIONE In questo anno accademico il corso di Letteratura russa per la laurea magistrale (LM14) si tiene nel primo semestre (inizio lunedì 1 ottobre). Il corso di Lingua e letteratura russa per la laurea triennale (L10) si tiene nel secondo semestre.