Scheda Insegnamento: LETTERATURA RUSSA A.A. 2017/2018
  • Corso di Laurea: FILOLOGIA MODERNA (LM-14)
  • Codice: 15210
  • Crediti: 8
  • Anno Off. Formativa: 2017/2018
  • Anno di Corso: 1
  • Erogazione: II semestre
  • Docente: RAFFAELE CALDARELLI

Programma

a) Obiettivi formativi.
Allo studente verrà proposto un profilo della vita, della personalità e delle opere di F.M. Dostoevskij. Particolare attenzione verrà dedicata a Delitto e castigo, con lettura assistita di numerosi brani. Verrà dedicato ampio spazio ai principali problemi interpretativi, con esempi di applicazione di strumenti e metodi della critica. L’autore verrà trattato sullo sfondo della cultura e della società russe dell’Ottocento, caratterizzate dal contrasto tra le radici tradizionali, in particolare slavo-ortodosse, e i processi di un’accelerata modernizzazione dagli esiti spesso sorprendenti e traumatici.
b) Risultati di apprendimento attesi.
Al termine del corso lo studente dovrà:
1. conoscere i tratti fondamentali della personalità e dell’opera di Dostoevskij;
2. conoscere nei suoi tratti fondamentali il panorama letterario russo dell’Ottocento cogliendone i nessi col contesto politico e sociale;
3. saper comprendere i motivi dell’importanza di D. per il pensiero moderno;
4. saper esporre con ordine e chiarezza i punti fondamentali delle tematiche illustrate nel corso e nei testi consigliati;
5. avere gli strumenti indispensabili per un primo approccio ad altre opere di D. nonché ad altri autori russi dell’Ottocento.
c) Programma.
Al termine del corso lo studente dovrà:
1. conoscere i tratti fondamentali della personalità e dell’opera di Dostoevskij;
2. conoscere nei suoi tratti fondamentali il panorama letterario russo dell’Ottocento cogliendone i nessi col contesto politico e sociale;
3. saper comprendere i motivi dell’importanza di D. per il pensiero moderno;
4. saper esporre con ordine e chiarezza i punti fondamentali delle tematiche illustrate nel corso e nei testi consigliati;
5. avere gli strumenti indispensabili per un primo approccio ad altre opere di D. nonché ad altri autori russi dell’Ottocento.

c) programma
La Russia dell’Ottocento fra rinnovamento e conservazione. Vita e personalità di Dostoevskij. Un uomo sotto il segno della contraddizione: carattere russo/universalità, tradizione/modernità, religiosità/morte di Dio. Fondamentale per Freud e Nietzsche: perché? Un’opera in particolare: Delitto e castigo. Undici autori dell’Ottocento russo (a parte D.ostoevskij) che non si possono ignorare: A.S. Puškin; V.A. Žukovskij; F.I. Tjutcev; M.J. Lèrmontov; N.V. Gogol’; I.A. Goncaròv; I.S. Turgenev; L.N. Tolstòj; N.S. Leskòv; V.M. Garšin; A.P. Cechov.

Testi consigliati

Testi consigliati:
1) Fëdor M. Dostoevskij, Delitto e castigo (qualsiasi edizione italiana)
2) J. Catteau, Dostoevskij, in: Storia della civiltà letteraria russa, diretta da M. Colucci e R. Picchio, vol. I, Torino, UTET, pp. 666-689 (per i frequentanti).
3) Per lo studio della letteratura russa dell’Ottocento lo studente potrà fare riferimento ai capitoli sul secolo in questione di una delle seguenti opere: a) S. de Vidovich, Letteratura russa, Milano, Vallardi (molto schematico); b) D.S. Mirskij, Storia della letteratura russa, Milano, Garzanti (assai più ampio); c) E. Lo Gatto, Storia della letteratura russa, Firenze, Sansoni (opera esaustiva, di grande valore, non facile per il discente che non abbia avuto apprezzabili contatti pregressi con la letteratura russa). La scelta è libera; sulla piattaforma Moodle saranno a disposizione materiali orientativi e riassuntivi, il cui uso è vivamente raccomandato soprattutto a chi si basa sul più schematico testo di S. de Vidovich.
4) Sul contesto storico: P. Bushkovitch, Breve storia della Russia. Dalle origini a Putin,Torino, Einaudi: solo i capp. dal V (Pietro il Grande) al XIII (L’età aurea della cultura russa).
5) I non frequentanti dovranno sostituire il testo indicato al punto 2) con uno a scelta fra i due seguenti:
a. M. Martinelli, Leggere Dostoevskij. Viaggio al centro dell’uomo, Milano, UNICOPLI;
b. P. Pascal, Dostoevskij: l’uomo e l’opera, Torino, Einaudi.
N.B.: tra le opere consigliate, tutte quelle di difficile reperibilità sono possedute dalla biblioteca dell’università.

Propedeuticità

Propedeuticità: nessuna. Non sono richieste particolari conoscenze preliminari.

Frequenza

Facoltativa

Metodologia didattica

Ore lezione: 48

Valutazione del profitto

Prova orale

Descrizione dei metodi di accertamento

La prova di accertamento è orale e ha una durata di 20-30’. Le domande (almeno tre) saranno formulate in maniera quanto più possibile aperta per permettere allo studente di dimostrare capacità di esposizione articolata, sintesi e illustrazione dei nessi tra le varie tematiche. Le domande potranno vertere su: a) vita, opere, tematiche dell’autore; b) letteratura, cultura e storia della Russia dell’Ottocento; c) importanza delle tematiche di Dostoevskij per la cultura russa e mondiale. La votazione verrà attribuita come d’uso in trentesimi; la sufficienza si intende raggiunta da chi consegue una votazione di almeno 18/30.

Luogo lezioni

Orario lezioni

Comunicazioni

Ricevimento del prof. Raffaele Caldarelli:
Studio del docente (studio n. 4 DISUCOM); mercoledì h. 10-12, salvo diverso avviso.


AVVISO - Causa partecipazione del docente a un seminario di Ateneo sui temi della qualità dei corsi di studio e della relativa valutazione, il ricevimento in programma per mercoledì 22 novembre è spostato a giovedì 23 novembre (sempre h. 10-12).