Scheda Insegnamento: STORIA DELL'ARTE MEDIEVALE A.A. 2017/2018
  • Corso di Laurea: SCIENZE UMANISTICHE (L-10)
  • Codice: 15278
  • Crediti: 8
  • Anno Off. Formativa: 2017/2018
  • Anno di Corso: 2
  • Erogazione: II semestre
  • Docente: SILVIA MADDALO

Programma

Il corso sarà articolato in due moduli di 24 ore ciascuno:
1. PER UNA STORIA DELL'ARTE MEDIEVALE DAL TARDOANTICO AL GOTICO INTERNAZIONALE (SECOLI IV-XIV)
2. SANTA MARIA IN GRADI: DA CHIESA DOMENICANA A SEDE UNIVERSITARIA.

Il corso, nella sua duplice articolazione, ha per obiettivo una preparazione di base sull’arte medievale, nei suoi vari aspetti (dai materiali, alla forma, agli aspetti tecnici) e sulle problematiche storico-ideologiche e iconografiche a essa collegate, nonché sui processi di produzione e sul ruolo della committenza attraverso i secoli, dall’età tardo-antica al gotico internazionale.

Il secondo modulo, dedicato al complesso monumentale di Santa Maria in Gradi a Viterbo, sarà organizzato in 4 percorsi di studio:
- La struttura e l’originaria destinazione di ambienti e percorsi: dai chiostri alla chiesa, a quanto sopravvive dell’antica struttura conventuale, all’ospedale Domus Dei; il rapporto del convento domenicano con la città di Viterbo (lezione itinerante negli ambienti di Santa Maria in Gradi)
- Le opere provenienti da S. Maria in Gradi oggi conservate presso il Museo Civico di Viterbo (lezione al museo)
- Le tombe papali oggi a San Francesco alla Rocca (lezione a San Francesco alla Rocca)
- La cosiddetta bibbia di San Tommaso e lo scriptorium domenicano viterbese (lezione in biblioteca).

Il corso prevede un lavoro interdisciplinare supportato da docenti di altre discipline: Storia medievale, Museologia/Storia del restauro, Paleografia latina, Fotografia digitale, Restauro.

Workshop finale degli studenti:

Elaborazione di un fascicolo / brochure su Santa Maria in Gradi

e/o

Mostra grafica e fotografica: prospetto degli ambienti dell’antica Santa Maria in Gradi e testimonianze degli antichi arredi

Testi consigliati

A. Pinelli, Le ragioni della bellezza, 2. Dalla tarda antichità a Giotto, Loescher editore, 2012.

Dal volume Santa Maria in gradi, a cura di M. Miglio, Viterbo 1996:
M. Miglio, Per una storia di Santa Maria in Gradi, pp. 7-26
F. Gandolfo, La vicenda edilizia, pp. 41-94
S. Fabiano, La scultura, pp. 109-127
A.M. D’Achille, Le sepolture medievali, pp. 129-160

M. G. Bonelli, s.v. Viterbo, in Enciclopedia dell’Arte Medievale, Roma 2000. Consultabile online all’indirizzo: http://www.treccani.it/enciclopedia/viterbo_%28Enciclopedia-dell%27-Arte-Medievale%29/

Propedeuticità

Si auspica la conoscenza da parte degli studenti della storia medievale e di nozioni base di lingua latina.

Frequenza

Facoltativa

Metodologia didattica

Ore lezione: 48

Valutazione del profitto

[Prova non definita]

Descrizione dei metodi di accertamento

Il corso, nella sua duplice articolazione, ha per obiettivo una preparazione di base sull’arte medievale, nei suoi vari aspetti (dai materiali, alla forma, agli aspetti tecnici) e sulle problematiche storico-ideologiche e iconografiche a essa collegate, nonché sui processi di produzione e sul ruolo della committenza attraverso i secoli, dall’età tardo-antica al gotico internazionale.

Luogo lezioni

Orario lezioni

Comunicazioni

.