Scheda Insegnamento: CITOLOGIA E ISTOLOGIA A.A. 2017/2018
  • Corso di Laurea: SCIENZE BIOLOGICHE (L-13)
  • Codice: 15310
  • Crediti: 9
  • Anno Off. Formativa: 2017/2018
  • Anno di Corso: 1
  • Erogazione: I semestre
  • Docente:NICLA ROMANO

Canale : 1

Programma

a) OBIETIVI FORMATIVI
Il corso si propone di fornire un le conoscenze di base sul funzionamento delle cellule come si organizzano nei tessuti), fornendo un quadro di riferimento per un ulteriore approfondimento di temi specifici genetici, biochimici e molecolari, durante il corso di Biologia.
b) RISULTATI DELL'APPRENDIMENTO ATTESI
Conoscenza e capacità di comprensione: Conoscenza dei principi di biologia cellulare e della organizzazione in tessuti. Conoscenze dei principi della struttura della cellula, della formazione, del trasporto e del funzionamento delle macromolecole biologiche nell’ambiente cellulare ed extracellulare. Conoscenze di base della struttura del nucleo e del DNA/RNA.
Conoscenza e capacità di comprensione applicate: Le conoscenze di base acquisite attraverso lo studio della citologia, permetteranno agli studenti di comprendere meglio gli approfondimenti disciplinari che verranno svolti negli anni successivi. Inoltre, in questo insegnamento, oltre a fornire una conoscenza di base del funzionamento cellulare si approfondiranno particolarmente le conoscenze inerenti a: le pompe ioniche, il citoscheletro, la matrice extracellulare e le adesioni cellulari, il trasporto delle proteine neo-formate/esocitosi ed endocitosi. Gli studenti applicheranno poi le suddette conoscenze allo studio dei tessuti ed in particolare del neurone e del tessuto nervoso, del muscolo e della contrazione muscolare, dell’epitelio e del suo rapporto con il connettivo.
Autonomia di giudizio: Il corso offre collegamenti con altre discipline del percorso di Laurea fornendo una conoscenza integrata, attuale e dinamica, suscettibile di approfondimenti specifici quali: 1) lettura di materiale scientifico reperito attraverso ricerca per parole chiave e anche fornito e condiviso con i discenti; 2) possibilità di lavorare sul materiale power point di lezione fornito completamente dal docente e disponibile sul link su riportato; 3) possibilità di partecipare a seminari a tema organizzati dal corpo docente.
Abilità comunicative: Durante le lezioni gli studenti sono invitati a fornire la loro opinione ed a studiare in gruppo per sviluppare le loro abilità comunicative. Tali abilità sono poi verificate in occasione delle prove di esame in itinere ed al termine delle attività formative.
Capacità di apprendere: Gli studenti dovranno essere in grado di descrivere temi scientifici inerenti alla citologia e in particolare della biologia della cellula e della organizzazione di questa con altre cellule in tessuti. Tale abilità di restituzione saranno sviluppate mediante il coinvolgimento attivo degli studenti negli approfondimenti degli argomenti del corso.
c) PROGRAMMA
I parte:
Il concetto di organismo vivente e la teoria cellulare. Organismi unicellulari e pluricellulari. I livelli di organizzazione: cellule differenziate, tessuti, organi, ordini di grandezza delle dimensioni dei diversi organismi.Composizione chimica dei viventi. L'acqua: Gli ioni. Il pH delle soluzioni. i legami chimici. Il carbonio e la vita. Le macromolecole dello ialoplasma: i principali glucidi (esosi e pentosi). I loro polimeri. I principali lipidi (fosfolipidi, acidi grassi, steroidi.Composti idrosolubili e liposolubili). Le proteine come polimeri di amminoacidi, strutture. Proteine glicosilate e lipoproteine. Gli enzimi come catalizzatori biologici. Gli acidi nucleici. Struttura del DNA e RNA e biosintesi RNA. I riboenzimi. I ribosomi: Struttura, sintesi e funzione. Generalità sulla sintesi proteica. La cellula come unità fondamentale degli organismi viventi. Caratteristiche comuni e differenze tra procarioti ed eucarioti, tra cellule vegetali ed animali. Metodi di studio della cellula: i diversi tipi di microscopi, di colorazioni, immunoistochimica. Le membrane cellulari: composizione chimica e caratteristiche. Il modello a mosaico fluido. Proteine intrinseche ed estrinseche. La membrana plasmatica. Il glicocalice e lipoproteine. Permeabilità e trasporto attivo. I canali ionici e pompe ioniche (Na, K, Ca, Cl e H). Potenziale di membrana. Il metabolismo energetico: dalla fotosintesi alla respirazione (solo cenni). Trasportatori di elettroni e di protoni. Nucleotidi trifosfati. L' apparato del Golgi. I cetrioli. Il reticolo endoplasmatico liscio e rugoso. I lisosomi,perissosomi,vacuoli,mitocondri e plastidi e l’ATP sintetasi (solo cenni). Probabile origine di mitocondri e plastidi. Processi di endocitosi ed esocitosi. Endocitosi mediata da recettori.
Generalità sui quattro tessuti fondamentali e la loro derivazione embrionale. Pluricellularità e differenziamento. Tessuto epiteliale. Caratteristiche generali. Tessuti eccitabili: 1) tessuto epiteliale ghiandolare; tessuto muscolare; 3) tessuto nervoso. Epiteli ghiandolari. Ghiandole endocrine ed esocrine: caratteristiche e differenziamento embrionale. Criteri di classificazione. Specializzazioni citoplasmatiche delle cellule ghiandolari correlate alle loro funzioni specifiche. La secrezione ruolo della sinaptotagmina. Tessuto muscolare striato scheletrico e cardiaco, cenni sulla contrazione. Il neurone ed organizzazione cellulare, esocitosi dei neurotrasmettitori.
II Parte
Epiteli di rivestimento. Classificazione e funzioni. Specializzazione della superficie libera. Ciglia, microvilli. Rapporti tra cellule e strutture di giunzione: zonula occludens, zonula adherens e desmosomi. La superficie basale degli epiteli: rapporto con il tessuto connettivo e la lamina basale. Lo strato germinativo. Tessuto connettivo. I diversi tessuti connettivi e loro caratteristiche. Classificazione dei connettivi. Fibre collagene reticolari ed elastiche: caratteristiche morfo-funzionali. Tessuti connettivi particolari. Il tessuto adiposo. Il sangue e sue caratteristiche. Tessuti ematopoietici.I vasi sanguigni e linfatici. Connettivi di sostegno, Cartillagine e osso.
Il citoscheletro. Microtubuli, microfilamenti e filamenti intermedi, motori proteici chinasici (MAP). Il movimento cellulare. Giunzioni Intercellulari. Giunzioni occludenti, aderenti e desmosomiche, emidesmosomi e punti focali, comunicanti e di accoppiamento elettronico. I plasmodesmi delle cellule vegetali. Il nucleo degli eucarioti e il suo equivalente nei procarioti. Struttura del nucleo interfasico. Eucromatina ed eterocromatina. Eterocromatina strutturale e facoltativa. Il nucleolo. Involucro nucleare e pori nucleari. Comunicazioni nucleo-plasmatiche. La cromatina e gli istoni.Il ciclo cellulare e duplicazione del DNA (cenni) la sua funzione genetica. Attivazione selettiva dei geni e differenziamento. La mitosi (divisione equazionale). La divisione cellulare nei procarioti. La meiosi o divisione riduzionale. Fasi e sottofasi della meiosi, il significato della meiosi. Caratteristiche particolari dei gameti e cenni sulla gametogenesi. Specificità del differenziamento della cellula uovo: RNA messaggeri a lunga vita, proteine specifiche con ruolo informazionale (cenni). E' prevista una esercitazione pratica di laboratorio da 1 ora in cui verrà insegnato l'uso pratico del microscopio ottico contemporaneamente verranno esaminati alcuni preparati istologici.

Testi consigliati

- C. Lewin “Cellule”, Zanichelli
consultare
Alberts et al., Biologia molecolare della Cellula, Zanichelli
oppure
Alberts et al. L'essenziale di Biologia Cellulare e molecolare Zanichelli

ISTOLOGIA
un testo a scelta su:
Bergem et al; Istologia Edises.
Molinaro et al. Istologia di V. Monesi, Piccin.
Rosati P. et al; Istologia, Edi-Ermes
Wheather, Istologia ed Antatomia microscopica (testo+ atlante)

ATLANTI DI ISTOLOGIA
compendio (se non si consulta il Wheater)
Fiedler Lieder, Atlante di Istologia, Muzzio, 1992.
Kerr Atlante di Istologia Casa Editrice Ambrosiana

Ulteriori materiali didattici di studio ed approfondimento sono disponibili sulla piattaforma moodle dell'Ateneo per i materiali didattici, disponibile per gli iscritti al corso di Scienze Biologiche/Further educational materials are available on link: https://moodle.unitus.it/moodle/

Propedeuticità

nessuna propedeuticità prevista

Frequenza

Facoltativa

Metodologia didattica

Ore lezione: 72

Valutazione del profitto

Prova in itinere, prova orale

Descrizione dei metodi di accertamento

L’esame presenta la possibilità di sostenerlo in due parti (I e II, specificate nel programma) L'esame in itinere è una prova orale con una o due domande aperte sulla I parte di programma svolta. Questa prova deve essere sostenuta durante lo svolgimento delle lezioni nel periodo concordato con il Dipartimento di sospensione didattica. Dopo questo periodo non è più possibile sostenere la prova in itinere e si potrà comunque sostenere l'esame su tutto il programma nelle date pubblicate sul sito. Gli studenti che sostengono la prova in itinere, ottengono un punteggio uguale o superiore a 18/30 e possono sostenere poi la II prova orale sulla restante parte di programma. Tuttavia, chi non ha superato o sostenuto la prova in itinere può comunque sostenere un prova orale sull'intero programma di Citologia e Istologia. Le domande sono costruite per verificare la capacità di conoscenza e collegamento tra i contenuti del corso. Il voto finale corrisponde alla capacità espositiva e cognitiva dimostrata nella prova orale. L'esame si svolge nelle forme stabilite dal Regolamento Didattico di Ateneo. Del suo svolgimento viene redatto apposito verbale, sottoscritto dal Presidente e dai membri della commissione e dallo studente esaminato. Il voto è espresso in trentesimi, con eventuale lode. Il superamento dell'esame presuppone il conferimento di un voto non inferiore ai diciotto/trentesimi e comporta l'attribuzione dei corrispondenti crediti formativi universitari. Nella valutazione delle prova e nell’attribuzione del voto finale si terrà conto: del livello di conoscenza dei contenuti dimostrato (superficiale, appropriato, preciso e completo, completo e approfondito), della capacità di applicare i concetti teorici (errori nell’applicare i concetti, discreta, buona, ben consolidata), della capacità di analisi, di sintesi e di collegamenti interdisciplinari (sufficiente, buona, ottima), della capacità di senso critico e di formulazione di giudizi (sufficiente, buona, ottima), della padronanza di espressione (esposizione carente, semplice, chiara e corretta, sicura e corretta). In particolare, le domande avranno come obiettivo la verifica degli obiettivi di apprendimento: Conoscenza delle basi della citologia, della costituzione delle cellule, dei principi di costituzione e dei meccanismi di spostamento delle proteine, del loro ruolo nella cellula; nella regolazione del ciclo cellulare, della migrazione e del importanza del citoscheletro, dell’ambiente extracellulare, dell’organizzazione dei tessuti. Il calendario degli appelli e l'iscrizione agli appelli di esame viene fatta tramite il portale di Ateneo.

Luogo lezioni

Largo dell'Università snc - Viterbo Blocco B

Orario lezioni

L'orario è pubblicato sul sito del corso di studio

Comunicazioni

Il giorno dedicato al ricevimento è generalmente il martedi dalle 11,00 alle 13,00, previo appuntamento tramite e-mail: nromano@unitus.it.
Tuttavia, Il giorno dell'appuntamento può essere diverso dal martedi e l'orario può anche subire delle modifiche in relazione agli impegni didattici ed Accademici e viene eventualmente concordato con il discente.

Ufficio: largo dell'Università, Blocco D, 1 piano stanza 212 e laboratorio: stanza 217 (laboratorio di Anatomia Funzionale e Biologia dello Sviluppo. Telefono 0771357131-ufficio; 0761 357139-laboratorio



  • Corso di Laurea: SCIENZE BIOLOGICHE (L-13)
  • Codice: 15310
  • Crediti: 9
  • Anno Off. Formativa: 2017/2018
  • Anno di Corso: 1
  • Erogazione: I semestre
  • Docente:MARCELLO CECI

Canale : 2

Programma

OBIETTIVI FORMATIVI
Il corso si propone di fornire un le conoscenze di base sul funzionamento delle cellule (di come le cellule funzionano ed interagiscono, come si organizzano nei tessuti), fornendo un quadro di riferimento per un ulteriore approfondimento di temi specifici genetici, biochimici e molecolari, durante il corso di Biologia
RISULTATI DI APPRENDIMENTO ATTESI
Conoscenza dei principi di biologia cellulare e della organizzazione in tessuti. Conoscenze dei principi della struttura della cellula, della formazione, del trasporto e del funzionamento delle macromolecole biologiche nell’ambiente cellulare ed extracellulare. Conoscenze di base della struttura del nucleo e del DNA/RNA. Conoscenze di base del funzionamento della cellula dalla trascrizione alla traduzione del gene.
PROGRAMMA
I parte:
Il concetto di organismo vivente. La teoria cellulare. Procarioti ed Eucarioti.Organismi unicellulari e pluricellulari. I livelli di organizzazione degli organismi pluricellulari.Ordini di grandezza delle dimensioni dei diversi organismi e dei diversi livelli di organizzazione. Composizione chimica dei viventi. L'acqua: sue caratteristiche di interesse biologico. Sospensioni e soluzioni. Gli ioni. Il pH delle soluzioni. Il legame idrogeno.L' atomo di Carbonio e la chimica della vita. Il concetto di "simmetria" nei composti del Carbonio di interesse biologico. Le macromolecole dello ialoplasma: i principali glucidi di interesse biologico.I principali lipidi di interesse biologico (fosfolipidi, acidi grassi, steroidi, Idrofilia e idrofobia.Composti idrosolubili e liposolubili. Le proteine: struttura primaria, secondaria, terziaria e quaternaria delle proteine. Proteine glicosilate e lipoproteine. Gli enzimi come catalizzatori biologici. Gli acidi nucleici. Struttura del DNA. Struttura e biosintesi degli RNA. I riboenzimi. I ribosomi: generalità sulla sintesi proteica. La cellula come unità fondamentale degli organismi viventi. Caratteristiche comuni e differenze tra procarioti ed eucarioti, tra cellule vegetali ed animali. Metodi di studio della cellulaLe membrane cellulari: composizione chimica e caratteristiche. Il modello a mosaico fluido. Proteine intrinseche ed estrinseche. Proteine glicosilate e glicolipidi e lipoproteine di membrana. La membrana plasmatica ed il "riconoscimento" tra cellule. Il glicocalice. Permeabilità e trasporto attivo. I canali ionici e pompe ioniche. Il metabolismo energetico: dalla fotosintesi alla respirazione. Trasportatori di elettroni e di protoni. Nucleotidi trifosfati. Canali ionici Na, K, Ca. Processi di endocitosi e di esocitosi. Potenziale di membrana. Endocitosi mediata da recettori. I cetrioli. Il reticolo endoplasmatico liscio e rugoso. Il vacuolo centrale delle cellule vegetali. L' apparato del Golgi. I lisosomi e la digestione endocellulare. Pinocitosi e fagocitosi. I Perissisomi. Organuli delimitati da membrana caratterizzati dalla presenza di membrane interne: mitocondri e plastidi delle cellule vegetali. Probabile origine di mitocondri e plastidi. Caratteristiche delle membrane di questi organuli. Rapporto tra organizzazione strutturale e funzione del metabolismo energetico delle membrane di mitocondri e cloroplasti (cenni).Cenni sulla presenza dei canali ionici che agiscono sulla ATP-sintetasi.
Generalità sui quattro tessuti fondamentali e la loro derivazione embrionale. Pluricellularità e differenziamento. Tessuto epiteliale. Caratteristiche generali. Tessuti eccitabili: 1) tessuto epiteliale ghiandolare; tessuto muscolare; 3) tessuto nervoso. Epiteli ghiandolari. Ghiandole endocrine ed esocrine: caratteristiche e differenziamento embrionale. Criteri di classificazione. Specializzazioni citoplasmatiche delle cellule ghiandolari correlate alle loro funzioni specifiche. La secrezio ruolo della sinaptotagminane. Tessuto muscolare striato scheletrico e cardiaco, cenni sulla contrazione. Il neurone ed organizzazione cellulare, esocitosi dei neurotrasmettitori.
Epiteli di rivestimento. Classificazione e funzioni. Specializzazione della superficie libera. Ciglia, microvilli. Rapporti tra cellule e strutture di giunzione: zonula occludens, zonula adherens e desmosomi. La superficie basale degli epiteli: rapporto con il tessuto connettivo e la lamina basale. Rinnovo degli epiteli di rivestimento: lo strato germinativo. Tessuto connettivo. I diversi tessuti connettivi: caratteristiche generali e caratteristiche specifiche dei diversi tessuti connettivi. Il connettivo propriamente detto. Fibre collagene reticolari ed elastiche: caratteristiche morfofunzionali. Le cellule del connettivo e loro funzione. Il connettivo e i processi di difesa dell' organismo. Il sistema reticolo istiocitario. Tessuti connettivi particolari. Il tessuto adipo. Il sangue. Funzioni. Il plasma: composizione e funzioni. Eritrociti e globuli bianchi: caratteristiche morfologiche e funzionali. Migrazione delle cellule della serie bianca tra sangue e connettivo. Differenziazioni cellulari e funzioni specifiche nel connettivo. Le piastrine: origine e funzione. Tessuti ematopoietici. Ematopoiesi linfoide e mieloide. I vasi sanguigni e linfatici: caratteristiche generali. Connettivi di sostegno. Il tessuto cartilagineo. La matrice e i condrociti. Istogenesi e fenomeni degenerativi della cartilagine.Tessuto osseo. Funzione di sostegno e di riserva degli ioni Calcio. Osso spugnoso e osso compatto. Struttura microscopica dell' osso: l' osteone. Osteoblasti, osteociti, osteoclasti: stabilità dinamica del tessuto osseo. Istogenesi dell' osso: ossificazione intramembranose.
Il citoscheletro. Microtubuli, microfilamenti e filamenti intermedi. La parete rigida delle cellule vegetali. Il movimento cellulare. Controllo e regolazione dei movimenti endocellulari. Movimento ameboide. Ciglia e flagelli. Giunzioni Intercellulari. Giunzioni meccaniche (desmosomi); giunzioni sigillanti; giunzioni comunicanti e di accoppiamento elettronico. I plasmodesmi delle cellule vegetali. Analogie funzionali tra giunzioni comunicanti delle cellule animali e plasmodesmi delle cellule vegetali.Le membrane endocellulari nelle cellule eucariotiche. Biogenesi delle membrane.
Il nucleo degli eucarioti e il suo equivalente nei procarioti. Struttura del nucleo interfasico. Eucromatina ed eterocromatina. Eterocromatina strutturale e facoltativa. Il nucleolo. Involucro nucleare e pori nucleari. Comunicazioni nucleo-plasmatiche. Composizione chimica della cromatina e sua organizzazione. Gli istoni e i nucleosomi.Il ciclo cellulare. L' interfase ( fasi G1, S, G2). Il DNA e la sua funzione genetica. DNA a sequenza unica, mediamente e altamente ripetitivo. Codice genetico e sintesi proteica. Il DNA nei mitocondri e nei plastidi. Biosintesi e funzione degli RNA messaggero, ribosomiale e di trasferimento. Attivazione selettiva dei geni e differenziamento. Nuclei interfasici con caratteristiche peculiari: i cromosomi politenici.Il ciclo cellulare: la divisione cellulare. Cellule apolidi, diploidi e poliploidi. La mitosi (divisione equazionale) nelle cellule animali e vegetali. La divisione cellulare nei procarioti. Il "cromosoma" batterico.I cromosomi eucariotici. Struttura dei cromosomi. Modello del cromosoma ad anse superavvolte. La meiosi o divisione riduzionale. Cellule somatiche e cellule germinali. Fase apolide e fase diploide. Meiosi zigotica, intermedia e terminale. Caratteristiche particolari dei gameti. La gametogenesi nei vertebrati superiori. Differenziamento delle gonadi e migrazione dei protogoni (solo cenni). Maturazione nucleare e maturazione citoplasmatica. Specificità del differenziamento della cellula uovo: sintesi ed accumulo di sostanze di particolare importanza nelle prime fasi dello sviluppo embrionale: RNA messaggeri a lunga vita, proteine specifiche con ruolo informazionale (cenni).
E' prevista una esercitazione pratica di laboratorio da 1 ora in cui verrà verranno esaminati alcuni preparati istologici

Testi consigliati

C. Lewin “Cellule”, Zanichelli
consultare
Alberts et al., Biologia molecolare della Cellula, Zanichelli
oppure
Alberts et al. L'essenziale di Biologia Cellulare e molecolare Zanichelli

ISTOLOGIA
un testo a scelta su:
Bergem et al; Istologia Edises.
Molinaro et al. Istologia di V. Monesi, Piccin.
Rosati P. et al; Istologia, Edi-Ermes
Wheather, Istologia ed Antatomia microscopica (testo+ atlante)

ATLANTI DI ISTOLOGIA
compendio (se non si consulta il Wheater)
Fiedler Lieder, Atlante di Istologia, Muzzio, 1992.
Kerr Atlante di Istologia Casa Editrice Ambrosiana

Ulteriori materiali didattici di studio ed approfondimento sono disponibili sulla piattaforma moodle dell'Ateneo per i materiali didattici, disponibile per gli iscritti al corso di Scienze Biologiche/Further educational materials are available on link: https://moodle.unitus.it/moodle:

Propedeuticità

nessuna propedeuticità prevista

Frequenza

Facoltativa

Metodologia didattica

Ore lezione: 72

Valutazione del profitto

Prova in itinere, prova orale

Descrizione dei metodi di accertamento

L’esame presenta la possibilità di sostenerlo in due parti (I e II, specificate nel programma) L'esame in itinere è una prova orale con una o due domande aperte sulla I parte di programma svolta. Questa prova deve essere sostenuta durante lo svolgimento delle lezioni nel periodo concordato con il Dipartimento di sospensione didattica. Dopo questo periodo non è più possibile sostenere la prova in itinere e si potrà comunque sostenere l'esame su tutto il programma nelle date pubblicate sul sito. Gli studenti che sostengono la prova in itinere, ottengono un punteggio uguale o superiore a 18/30 e possono sostenere poi la II prova orale sulla restante parte di programma. Tuttavia, chi non ha superato o sostenuto la prova in itinere può comunque sostenere una prova orale sull'intero programma di Citologia e Istologia. Le domande sono costruite per verificare la capacità di conoscenza e collegamento tra i contenuti del corso. Il voto finale corrisponde alla capacità espositiva e cognitiva dimostrata nella prova orale. L'esame si svolge nelle forme stabilite dal Regolamento Didattico di Ateneo. Del suo svolgimento viene redatto apposito verbale, sottoscritto dal Presidente e dai membri della commissione e dallo studente esaminato. Il voto è espresso in trentesimi, con eventuale lode. Il superamento dell'esame presuppone il conferimento di un voto non inferiore ai diciotto/trentesimi e comporta l'attribuzione dei corrispondenti crediti formativi universitari. Nella valutazione delle prova e nell’attribuzione del voto finale si terrà conto: del livello di conoscenza dei contenuti dimostrato (superficiale, appropriato, preciso e completo, completo e approfondito), della capacità di applicare i concetti teorici (errori nell’applicare i concetti, discreta, buona, ben consolidata), della capacità di analisi, di sintesi e di collegamenti interdisciplinari (sufficiente, buona, ottima), della capacità di senso critico e di formulazione di giudizi (sufficiente, buona, ottima), della padronanza di espressione (esposizione carente, semplice, chiara e corretta, sicura e corretta). In particolare, le domande avranno come obiettivo la verifica degli obiettivi di apprendimento: Conoscenza delle basi della citologia, della costituzione delle cellule, dei principi di costituzione e dei meccanismi di spostamento delle proteine, del loro ruolo nella cellula; nella regolazione del ciclo cellulare, della migrazione e dell’ importanza del citoscheletro, dell’ambiente extracellulare, dell’organizzazione dei tessuti. Il calendario degli appelli e l'iscrizione agli appelli di esame viene fatta tramite il portale di Ateneo. DESCRIPTION OF THE ASSESSMENT METHODS Examination takes place in the forms set by the University Teaching Regulations. The minutes of the meeting are drawn up, signed by the Chairman and the members of the committee and the student examined. The vote is expressed in thirty-five, with any praise. Exceeding the examination requires a minimum of eighteen / thirty-one votes and implies the allocation of corresponding university education credits. The evaluation of the test and the award of the final vote will take into account: the level of knowledge of the content (superficial, appropriate, accurate and complete, complete and in-depth) of the ability to apply theoretical concepts (errors in applying the concepts (Good, good, well-established), analysis skills, synthesis and interdisciplinary connections (sufficient, good, good), critical ability and judgment formulation (sufficient, good, good), mastery of expression (Lack of display, simple, clear and correct, safe and correct In particular, the questions will be aimed at verifying the learning objectives: Knowledge of the basics of cytology, cell formation, the principles of constitution and mechanisms of protein displacement, their role in the cell; Regulation of the cell cycle, migration and the importance of cytoskeleton, extracellular environment, and tissue organization. The appeals calendar and enrollment

Luogo lezioni

Largo dell'Università snc - Viterbo Blocco B

Orario lezioni

L'orario è pubblicato sul sito del corso di studio

Comunicazioni

Giorno e orario può essere concordato con il docente mediante appuntamento tramite e-mail.