Scheda Insegnamento: Macchine per l'industria alimentare e vitivinicola A.A. 2017/2018
  • Corso di Laurea: TECNOLOGIE ALIMENTARI ED ENOLOGICHE (L-26)
  • Codice: 15625
  • Crediti: 6
  • Anno Off. Formativa: 2017/2018
  • Anno di Corso: 3
  • Erogazione: II semestre
  • Docente: MASSIMO CECCHINI

Programma

A) OBIETTIVI FORMATIVI
Lo studente dovrà acquisire le capacità di base per poter sviluppare la meccanizzazione delle operazioni proprie delle principali industrie alimentari e delle aziende vitivinicole.
In particolare dovrà essere in grado di scegliere macchine idonee per una produzione di qualità (conoscendo materiali, modalità operative) e nel rispetto dei vincoli alla meccanizzazione (di carattere economico, ambientale, di sicurezza, ecc.).

B) RISULTATI DI APPRENDIMENTO ATTESI
• Conoscenza e capacità di comprensione
Lo studente dovrà acquisire conoscenze e capacità di comprensione relative ai principi che sono alla base della progettazione e del funzionamento delle macchine e degli impianti e saper introdurre le stesse nelle industrie alimentari e nelle aziende vitivinicole, nel rispetto di vincoli di varia natura.

• Capacità di applicare conoscenza e comprensione
Lo studente dovrà acquisire le capacità di applicare le conoscenze teoriche degli argomenti trattati nel corso con senso critico per l'individuazione di singole macchine, di un parco macchine o di un impianto di trasformazione di prodotti destinati all'alimentazione umana.

• Autonomia di giudizio
Lo studente dovrà essere in grado di selezionare sul mercato macchine e impianti specifici idonei per le varie tipologie di industria alimentare o vitivinicola, in modo obiettivo, senza lasciarsi influenzare dalle case costruttrici e operando anche nel rispetto degli aspetti sociali, scientifici o etici relativi ad ogni decisione di meccanizzazione.

• Abilità comunicative
Lo studente dovrà essere in grado di comunicare a terzi (datori di lavoro, clienti quali industrie alimentari, aziende agricole, ecc.), in modo efficace, le informazioni relative alle macchine ed agli impianti, ed ai loro requisiti tecnico-economici, motivandone le scelte.

• Capacità di apprendimento
L'articolazione del corso sarà sviluppata in modo da trasmettere agli studenti dapprima i concetti di base "trasversali", relativi cioè a qualsiasi tipologia di macchina. Successivamente saranno trattate singole tipologie di macchine (le più diffuse nell'industria alimentare e in vitivinicoltura). Gli argomenti saranno trattati in modo da stimolare la volontà di apprendimento, nella logica di sviluppare la conoscenza in modo graduale, dai materiali e principi meccanici, agli aspetti costruttivi e di sicurezza, alla gestione delle macchine. La stessa logica viene richiesta nella realizzazione di una tesina o presentazione che sarà presa in considerazione nella valutazione dell’apprendimento.

C) PROGRAMMA
Lezioni frontali (44 ore)
Il Sistema Internazionale delle unità di misura.
Materiali impiegati nella industria alimentare ed enologica. Elasticità, resistenza meccanica ed alla corrosione, rivestimenti e trattamenti.
Richiami di fisica applicata alle macchine.
Motori impiegati in agricoltura. Motori endotermici e cenni sui motori elettrici. Il trasporto dei liquidi: pompe volumetriche alternative e rotative, pompe centrifughe, criteri di scelta.
Macchine motrici: nozioni sul trattore agricolo, capacità operativa e tempi di lavoro.
Macchine operatrici:
Macchine per la lavorazione del terreno.
Macchine per la concimazione.
Macchine per la potatura.
Macchine per i trattamenti fitosanitari.
Macchine per la raccolta e prima lavorazione dei principali prodotti agricoli.
Macchine per il trasporto dei prodotti.
Macchine per le industrie, per la cernita ed il confezionamento dei prodotti agricoli.
Fasi operative del processo di vinificazione.
Macchine per la pigiatura, diraspatura e pressatura.
Filtrazione e filtri: microfiltrazioni, osmosi inversa e filtrazione tangenziale.
Centrifughe.
Il calore nella industria alimentare ed enologica: trattamenti di pastorizzazione e di sterilizzazione.
Macchine per la produzione del freddo. Frigosaturatori.
Macchine per confezionamento e imbottigliamento.
Gestione delle macchine: costi di esercizio.

Esercitazioni (4 ore)
Le esercitazioni, in aula o presso industrie alimentari o delle bevande, riguarderanno l'analisi di impianti completi di specifici opifici (es. linea di produzione della IV gamma, cantine, industria dolciaria, ecc.).

Testi consigliati

M. Cecchini, CD ROM del corso (disponibile anche on-line al link: https://moodle.unitus.it/moodle/course/view.php?id=257).
P. De Vita, Corso di Meccanica enologica. Ed. Hoepli, 2001 Milano.
P. Biondi, Meccanica agraria - Le macchine agricole, UTET, 1999 Torino.
P. Amirante, Lezioni di macchine e impianti parte 1 (scaricabile al link: https://www.researchgate.net/publication/271899243_Lezioni_di_Macchine_e_Impianti_-_parte_1)
P. Amirante, Lezioni di macchine e impianti parte 2 (scaricabile al link: https://www.researchgate.net/publication/282731138_Lezioni_di_Macchine_e_Impianti_-_parte_2)

Propedeuticità

Matematica e Fisica

Frequenza

Facoltativa

Metodologia didattica

Ore lezione: 40

Valutazione del profitto

Prova orale

Descrizione dei metodi di accertamento

La prova orale sarà mirata a valutare le conoscenze di base delle tecnologie fisiche utilizzate nelle principali tipologie di impianto, con particolar riguardo alle tecniche di trasformazione e conservazione dei prodotti agroalimentari. In particolare il candidato dovrà dimostrare di avere acquisito una buona conoscenza sugli aspetti tecnici ed organizzativi necessari per una corretta scelta e gestione delle macchine utilizzate nelle industrie alimentari, per la raccolta e prima lavorazione dei principali prodotti agroalimentari e per la viticoltura e la enologia.
Il candidato dovrà illustrare una macchina specifica, precedentemente assegnata, mediante una tesina in Word e/o una presentazione in Power Point. In particolare dovrà relazionare su: - descrizione della macchina (parti costituenti, materiali utilizzati, principio di funzionamento); - aspetti di sicurezza nell'uso della macchina; - costi di gestione. Altre due domande spazieranno su tutto il programma del corso. La presentazione e le due domande saranno valutate con un punteggio da 0 a 10. Il voto finale sarà dato dalla somma delle tre singole votazioni.
Per l’attribuzione del voto si terrà conto del livello di conoscenza dei contenuti dimostrato e della capacità di applicare i concetti appresi; saranno prese in considerazione anche la capacità di sintesi e la proprietà di linguaggio.

Luogo lezioni

Via S. Camillo de Lellis, snc Agraria da definire

Orario lezioni

Comunicazioni

martedì ore 11.00 - 13.00 (in caso di concomitanza con orario di lezioni il ricevimento sarà anticipato il martedì dalle 9.00 alle 11.00)