Scheda Insegnamento: SICUREZZA SUL LAVORO A.A. 2017/2018
  • Corso di Laurea: INGEGNERIA INDUSTRIALE (L-9)
  • Codice: 15830
  • Crediti: 6
  • Anno Off. Formativa: 2017/2018
  • Anno di Corso: 3
  • Erogazione: II semestre
  • Docente: ANDREA COLANTONI

Programma

OBIETTIVI FORMATIVI: L'insegnamento sarà orientato alla risoluzione di problemi, all'analisi ed alla valutazione dei rischi, alla pianificazione di idonei interventi di prevenzione e protezione, ponendo attenzione all'approfondimento in ragione dei differenti livelli di rischio.

RISULTATI DI APPRENDIMENTO ATTESI

1) Conoscenza e capacità di comprensione (knowledge andunderstanding):
Consentirà l'acquisizione di conoscenze/abilità per: - individuare i pericoli e valutare i rischi presenti negli ambienti di lavoro, compresi i rischi ergonomici e stress-lavoro correlato; - individuare le misure di prevenzione e protezione specifiche per il comparto, compresi i DPI, in riferimento alla specifica natura del rischio e dell'attività lavorativa; - contribuire ad individuare adeguate soluzioni tecniche, organizzative e procedurali di sicurezza per ogni tipologia di rischio.
2) Conoscenza e capacità di comprensione applicate (applying knowledge and understanding); possibilità di applicare le conoscenze in tutti gli ambienti lavorativi, con comprensione dei termini tecnici e normativi della sicurezza sul lavoro. Inoltre capacità nel gestire sia una progetti formativi che valutazioni tecniche.
3) Autonomia di giudizio (making judgements); Capire se le impostazioni tecniche e/o legislative sono state realizzate a regola d'arte all'interno della azienda, e saper gestire le non conformità presenti sia da un punto di vista tecnico che giuridico.
4) Abilità comunicative (communication skills); Capacità di relazionarsi anche tramite la progettazione di percorsi formativi adeguati.
5) Capacità di apprendere (learning skills): verificare l'apprendimento anche tramite work group su specifici argomenti.

PROGRAMMA
La valutazione del rischio come:
a) processo di pianificazione della prevenzione;
b) conoscenza del sistema di organizzazione aziendale come base per l’individuazione e l’analisi dei rischi c) elaborazione di metodi per il controllo della efficacia ed efficienza nel tempo dei provvedimenti di sicurezza presi.
• Il sistema delle relazioni: RLS, M.C., lavoratori, datore di lavoro, enti pubblici, fornitori, lavoratori autonomi, appaltatori, ecc..
• Gestione della comunicazione nelle diverse situazioni di lavoro,
• Metodi, tecniche e strumenti della comunicazione,
• Gestione degli incontri di lavoro e della riunione periodica,
• Negoziazione e gestione delle relazioni sindacali.
• Elementi di comprensione e differenziazione fra stress, mobbing e burn-out,
• Conseguenze lavorative dei rischi da tali fenomeni sull’efficienza organizzativa, sui comportamenti di sicurezza del lavoratore e sul suo stato di salute,
• Strumenti, metodi e misure di prevenzione,
. Analisi dei fabbisogni didattici
• Il sistema di gestione della sicurezza: Linee guida UNI-INAIL, integrazione e confronto con norme e standard (OSHAS 18001, ISO, ecc.)
• Il processo del miglioramento continuo
• Organizzazione e gestione integrata delle attività tecnico-amministrative (capitolati, percorsi amministrativi, aspetti economici).
• L’approccio ergonomico nell'organizzazione dei posti di lavoro e delle attrezzature,
• L’approccio ergonomico nell'organizzazione aziendale,
• L’organizzazione come sistema: principi e proprietà dei sistemi.
• Dalla valutazione dei rischi alla predisposizione dei piani di informazione e formazione in azienda (D.Lgs. 626/94 e altre direttive europee).
• Le fonti informative su salute e sicurezza del lavoro.
• Metodologie per una corretta informazione in azienda (riunioni, gruppi di lavoro specifici, conferenze, seminari informativi, ecc…).
• Strumenti di informazione su salute e sicurezza del lavoro (circolari, cartellonistica, opuscoli, audiovisivi, avvisi, news, sistemi in rete. ecc).
• Elementi di progettazione didattica:
- analisi dei fabbisogni formativi;
- definizione degli obiettivi didattici,
- scelte dei contenuti in funzione degli obiettivi,
- metodologie didattiche,
- sistemi di valutazione dei risultati della formazione in azienda.
Microclima e valutazione del rischio
Illuminamento e valutazione del rischio

Testi consigliati

Testi consigliati
Dispense del docente e Appunti delle lezioni (disponibile on-line).
https://moodle.unitus.it/moodle/course/view.php?id=250

Propedeuticità

Conoscenza di base della normativa in materia di sicurezza e salute sul lavoro (D.Lgs. 81/2008). Questa può essere acquisita, ad esempio, nel corso "Meccanizzazione forestale e sicurezza" (Prof. D. Monarca).

Frequenza

Facoltativa

Metodologia didattica

Ore lezione: 48

Valutazione del profitto

Prova orale

Descrizione dei metodi di accertamento

L'esame si svolge nelle forme stabilite dall'art. 23 del Regolamento Didattico di Ateneo. Nella valutazione della prova e
nell'attribuzione del voto finale si terrà conto: del livello di conoscenza dei contenuti dimostrato, della capacità di applicare i concetti teorici , della capacità di analisi, di sintesi e di collegamenti interdisciplinari, della capacità di senso critico e di formulazione di giudizi, della padronanza di espressione. L’esame consiste in una prova orale. Durante la prova saranno valutati il livello delle conoscenze acquisite sui temi trattati nel corso, le capacità del candidato di applicare criticamente tali conoscenze a problemi e casi di studio affrontati, nonché l'efficacia e chiarezza nell'esposizione.

Luogo lezioni

AUla Ingengeria al DEB - Campus Riello, Largo dell'Università

Orario lezioni

L'orario delle lezioni è di norma stabilito 90 gg prima dell'inizio dei corsi. Non appena disponibile, sarà pubblicato sul sito web.

Comunicazioni

TUTTI I MARTEDÌ' DALLE 10 ALLE 12 presso il Dipartimento DAFNE, via San Camillo De Lellis snc
stanza 225/B I piano Blocco nuovo.
In caso di assenza per motivi didattici e/o di ricerca si può prendere appuntamento al seguente numero 0761357356