Scheda Insegnamento: POLITICA MILITARE A.A. 2017/2018
  • Corso di Laurea: SCIENZE POLITICHE E DELLE RELAZIONI INTERNAZIONALI (L-36)
  • Codice: 16211
  • Crediti: 10
  • Anno Off. Formativa: 2017/2018
  • Anno di Corso: 3
  • Erogazione: II semestre
  • Docente: A CONTRATTO DOCENTE

Programma

Comprendere il concetto di Potere Aereo e le linee generali della politica estera di sicurezza e difesa. Approfondire la natura dei nuovi conflitti, con particolare riferimento alla guerra "asimmetrica" e acquisire le conoscenze di base circa il concetto di cyberwarfare. Il modulo comprende le seguenti discipline:

CYBER DEFENCE
OBIETTIVO
Acquisire le conoscenze di base circa il concetto di cyberwarfare attraverso una panoramica delle tecnologie elettroniche, informatiche e dei sistemi di telecomunicazione utilizzate nell'ambito della guerra cibernetica; le regole base e le metodologie di attacco della cyberwarfare con cenni sugli sviluppi e nuove frontiere.
PROGRAMMA
Cyberwarfare: storia e tipologia di attacchi Hacker; gli sviluppi e le nuove frontiere; Cybercrime e Cyberterrorismo; Attacchi informatici: Estonia 2007; Georgia 2008; Zeus; Anonymous e il fenomeno degli aktivisti; il Cyberspazio e la Cyberwarfare; Le fasi di un attacco: Riconoscimento, Scansione, Accesso, Mantenimento, Copertura; La prevenzione: le minacce interne, vulnerabilità, algoritmi di crittografia, Firewall e IDS.

POTERE AEREO
OBIETTIVO
Comprendere il concetto di Potere Aereo partendo dalla sua definizione storica fino alla sua naturale evoluzione, la sua valenza strategica "autonoma" nel conseguire direttamente obiettivi politici con rapidità, flessibilità e ampia libertà di azione; la sua capacità di attività aeree autonome o congiunte all'azione delle forze di superficie (supporto diretto ai contingenti interforze in azione, trasporto tattico/strategico, ricognizione, evacuazione aerea in emergenza di civili o militari, Combat SAR o ricerca e soccorso operativi).
PROGRAMMA
Definizioni preliminari: Strategia; Tattica; Logistica; Combat Support e Combat Service Support; Joint operations; Combined operations; Rules Of Engagement. L'evoluzione del concetto di Potere Aereo. Il pensiero del Douhet e del Mecozzi. Le operazioni aeree. Operazioni di Contraviazione: Contraviazione Difensiva (DCA); Contraviazione Offensiva (OCA). Operazioni Aeree Strategiche. Operazioni Aeree Contro le Forze di Superficie: Interdizione Aerea (AI); Supporto Aereo Ravvicinato (CAS); ASFAO (in ambiente terrestre ed in ambiente marittimo). Operazioni Aeree di Supporto: ISTAR, Guerra Elettronica, Trasporto Aereo, Operazioni Aeroportate, Rifornimento in volo, Operazioni Aeree Speciali, CSAR, SAR. La trasformazione AM. Il Concetto Strategico del CSMD. L'Italia tra UE e NATO.

POLITICA DI SICUREZZA E DIFESA
OBIETTIVO
Comprendere l'evoluzione storica del pensiero strategico, con particolare riferimento alle linee generali della politica estera di sicurezza e difesa che comportano risvolti sull'organizzazione e sull'impiego delle FF.AA.
PROGRAMMA
- cenni di politica estera e di difesa;
- modello di difesa;
- concetto strategico del C.S.M.D.;
- il ruolo ed il ciclo dell'intelligence;
- il terrorismo globalizzato: definizioni, modalità, cause, obiettivi, misure di contrasto e panoramica sulle principali aree di crisi/conflitti attuali.
- la nuova tipologia di conflitti; il "combattimento ibrido"
- Le "operazioni di pace": lesson learned.

STUDI STRATEGICI
OBIETTIVO
Approfondire la tematica della fine della guerra fredda e la conseguente trasformazione del mondo da bipolare a unipolare prima, con un'unica superpotenza rimasta, e multipolare, poi. Verificare come le minacce si siano diversificate e come da una grande guerra improbabile, si sia passati alla realtà di molte piccole guerre possibili. Analizzare il fenomeno che ha portato la dissuasione nucleare e comprendere il motivo che ha ricondotto la guerra nelle immediate periferie dell'Europa. Approfondire la natura dei nuovi conflitti, con particolare riferimento alla guerra "asimmetrica" e alla rivoluzione tecnologica che ha aumentato la forza di piccoli gruppi o di singoli terroristi e, al tempo stesso, ha determinato la vulnerabilità delle società avanzate - come rivelano gli attentati dell'11 settembre 2001. Esaminare il concetto di sicurezza in ragione del mutamento dell'impiego della forza nelle relazioni internazionali, delle nuove modalità, dottrine operative, tattiche e tecniche di guerra. Conoscere l'evoluzione delle relazioni internazionali con riferimento agli eventi più significativi i cui riflessi caratterizzano la realtà attuale.
PROGRAMMA
Gli studi strategici, evoluzione storica del pensiero strategico occidentale e orientale. La difesa e l'art. 51 della Carta delle N.U..
La guerra e il conflitto, tipologia, classificazione e natura.
Il confronto di volontà e l'uso della forza nella guerra.
La strategia e le sue dimensioni; il tempo e lo spazio nella strategia.
Il potere aerospaziale.
Guerre asimmetriche, guerriglia e terrorismo.
L'arte della guerra asimmetrica fra terrorismo e globalizzazione.
Le norme che regolano i rapporti internazionali;
L'ONU, le risoluzioni del Consiglio di Sicurezza e il processo decisionale nell'uso della forza;
L'U.E., il processo decisionale nell'ambito del secondo pilastro, gli accordi Berlin Plus, la Cellula di Pianificazione Europea, European Battle Group;
L'O.S.C.E.: generalità, origini, attività, Organi istituzionali;
La NATO: le origini, i compiti di sicurezza; principali organi; la struttura militare di C2, cenni sulle caratteristiche delle forze dell'alleanza.

Testi consigliati

Dispense dei docenti.

Propedeuticità

nessuna

Frequenza

Obbligatoria

Metodologia didattica

Ore lezione: 60

Valutazione del profitto

Prova in itinere, prova scritta

Descrizione dei metodi di accertamento

Il conseguimento degli obiettivi formativi verrà ottenuto tramite l'utilizzo di strumenti didattici quali lezioni teoriche ed analisi di case studies.
Il discente verrà sottoposto alle seguenti valutazioni di profitto:
- esame intermedio, che non concorre alla determinazione della votazione finale, somministrato al raggiungimento di circa la metà dei periodi di lezione svolti per ciascuna disciplina.
- esame finale in forma scritta.
Prove a scelta multipla e domande a risposta aperta.

Luogo lezioni

Scuola allievi Marescialli dell'AM, Strda Tuscanese 71/H Viterbo

Orario lezioni

Gli orari sono stabiliti all'interno della Scuola, concordati con i docenti di riferimento e comunicati a tutti gli studenti frequentanti. Le lezioni sono riservate agli Allievi frequentanti i corsi all'interno della Scuola.

Comunicazioni