Scheda Insegnamento: STORIA D'ITALIA E DEL PROCESSO DI INTEGRAZIONE EUROPEA A.A. 2017/2018
  • Corso di Laurea: SCIENZE POLITICHE E DELLE RELAZIONI INTERNAZIONALI (L-36)
  • Codice: 16274
  • Crediti: 8
  • Anno Off. Formativa: 2017/2018
  • Anno di Corso: 2
  • Erogazione: I semestre
  • Docente: MAURIZIO RIDOLFI

Programma

Ad un laureando in Scienze Politiche e delle Relazioni Internazionali, il corso si propone di fornire un quadro approfondito sulle trasformazioni politico-istituzionali, socio-economiche e simbolico-comunicativo nell’Italia del secondo dopoguerra, in relazione al processo di costruzione dell’Unità Europea e dello specifico contesto mediterraneo.

Il corso affronta la vicenda dell’Italia del secondo dopoguerra attraverso una innovativa indagine politica e culturale, che ne evidenzia alcuni caratteri salienti: la cultura civica repubblicana, nell’intreccio fra ideologie politiche ed apprendistato alla cittadinanza (la storia nazionale e locale attraverso la toponomastica, l’educazione alla partecipazione elettorale); la storia delle istituzioni e l'equilibrio dei poteri (il ruolo dei Presidenti), la classe politica (i sindaci), le passioni collettive (i simboli e i colori della politica).

Si mette a fuoco lo snodo cruciale degli anni successivi al 1989, quando alla crisi della Repubblica e alla ridefinizione delle culture politiche corrisposero la nascita dell’Europa di Maastricht e l’introduzione anche in Italia dell’euro come moneta unica.

Le trasformazioni della retorica europeista e la sfida di un effettivo processo di europeizzazione sono letti attraverso la coniugazione della storia nazionale con la storia internazionale nella correlazione tra le memorie pubbliche della II guerra mondiale e quindi della caduta del Muro Berlino. Sono gli snodi di politiche della memoria che intersecano la costruzione dell'identità europea nell'ultimo ventennio, tra progetto di integrazione e crescenti euro-scetticismi.

Il corso contempla un Laboratorio di attività seminariali ed esercitazioni, sul tema "L'Europa mediterranea nell'integrazione europea, tra interdipendenza politica e rappresentazioni mediatiche".

Testi consigliati

Volume obbligatorio:
M. Ridolfi, Storia politica dell’Italia repubblicana, Milano, Bruno Mondadori 2010, pp. 223 [ISBN, 9-7888861-594524].

A scelta uno dei due volumi:
L’Europa e le sue memorie. Politiche e culture del ricordo dopo il 1989, a cura di F. Focardi e B. Groppo, Viella, Roma 2013 [ISBN: 978-88-6728-018-6],
Contro l’Europa? I diversi scetticismi verso l’integrazione europea, a cura di D. Pasquinucci e L. Verzichelli, Bologna, Il Mulino 2016. [ISBN: 978-88-15-26001-7]

A scelta uno dei tre volumi:
Antonio Varsori, L’Italia e la fine della guerra fredda. La politica estera dei governi Andreotti (1989-1992), il Mulino, Bologna 2013, pp. 247 [ISBN : 978-88-15-24425-3].
Doriana Floris, Europei al voto. Politica, propaganda e partecipazione in Italia, Francia e Regno Unito 1979-1989, Franco Angeli, Milano 2016 [ISBN: 978-88-917-4410-4].
Giuliana Laschi, L'Europa e gli altri. Le relazioni esterne della Comunità dalle origini al dialogo Nord-Sud, Il Mulino, Bologna 2015 [ISBN: 978-88-15-26099-4]

Propedeuticità

Aver seguito i corsi di Storia Contemporanea e Scienza Politica

Frequenza

Facoltativa

Metodologia didattica

Ore lezione: 48

Valutazione del profitto

Prova orale, esercitazioni

Descrizione dei metodi di accertamento

L'accertamento di quanto acquisito dagli studenti (conoscenza dei contenuti, applicazione dei concetti teorici, capacità di analisi interdisciplinari, chiarezza espositiva) avviene attraverso numerosi incontri seminariali e laboratoriali (nella misura della metà delle 48 ore erogate), intesi a coinvolgere gli studenti stessi in momenti di dialogo, di confronto e di approfondimento - anche tramite fonti multimediali - dei percorsi tematici trattati a lezione.

Per chi frequenta assiduamente le elezioni, è possibile lo svolgimento di esercitazioni scritte su temi affrontati nell'ambito del corso, delle quali si tiene conto nella valutazione dell'esame.

Luogo lezioni

S. Maria in Gradi 4 aule 1, 2 o 3

Orario lezioni

Comunicazioni

Il prof. Ridolfi riceve il mercoledì, ore 13-14, presso il suo studio, in S. Maria in Gradi, dove ha sede la segreteria didattica di SPRI ( Scienze Politiche e delle Relazioni Internazionali). E' comunque consigliabile scrivere al docente per concordare un appuntamento.