Scheda Insegnamento: LINGUISTICA ITALIANA A.A. 2017/2018
  • Corso di Laurea: SCIENZE UMANISTICHE (L-10)
  • Codice: 16435
  • Crediti: 8
  • Anno Off. Formativa: 2017/2018
  • Anno di Corso: 2
  • Erogazione: I semestre
  • Docente: RICCARDO GUALDO

Programma

Il corso è suddiviso in tre parti: un'introduzione alla grammatica storica dell'italiano, con esercitazioni scritte in itinere; un profilo della storia linguistica dell'italiano dalle Origini ai giorni nostri; un approfondimento sulla lingua contemporanea e in particolare sulla lingua dei giornali e dei mass media.
1. Roberta Cella, Storia dell’italiano, Bologna, Il Mulino, 2015
2.. Riccardo Gualdo, L’italiano dei giornali. Nuova edizione, Roma, Carocci, 2017
3. Giuseppe Patota, Nuovi lineamenti di grammatica storica dell’italiano, Bologna, Il Mulino, 2012 (tutto il volume tranne il capitolo VI: Le lingue d’Italia nel Medioevo: una visione d’insieme) - è consentito usare anche la prima edizione del testo
4. Materiali didattici del corso (disponibili su Moodle o Google Classroom).

Il programma è valido per studenti frequentanti e per studenti non frequentanti. La frequenza è vivamente consigliata. Del volume di G. Patota vanno bene anche le edizioni precedenti a quella del 2012; del volume di R. Gualdo è obbligatorio studiare la nuova edizione 2017, che contiene capitoli non presenti nell’edizione 2007.

Testi consigliati

1. Roberta Cella, Storia dell’italiano, Bologna, Il Mulino, 2015
2.. Riccardo Gualdo, L’italiano dei giornali. Nuova edizione, Roma, Carocci, 2017
3. Giuseppe Patota, Nuovi lineamenti di grammatica storica dell’italiano, Bologna, Il Mulino, 2012 (tutto il volume tranne il capitolo VI: Le lingue d’Italia nel Medioevo: una visione d’insieme) - è consentito usare anche la prima edizione del testo
4. Materiali didattici del corso (disponibili su Moodle o Google Classroom).

Il programma è valido per studenti frequentanti e per studenti non frequentanti. La frequenza è vivamente consigliata. Del volume di G. Patota vanno bene anche le edizioni precedenti a quella del 2012; del volume di R. Gualdo è obbligatorio studiare la nuova edizione 2017, che contiene capitoli non presenti nell’edizione 2007.

Propedeuticità

Non ci sono propedeuticità. Si consiglia vivamente la frequenza di corsi di Filologia romanza, Letteratura italiana, Filologia della letteratura italiana (se presente)

Frequenza

Facoltativa

Metodologia didattica

Ore lezione: 48

Valutazione del profitto

Prova in itinere, prova scritta, prova pratica, esercitazioni

Descrizione dei metodi di accertamento

Risultati di apprendimento attesi: lo studente conosce i principali fenomeni evolutivi della lingua italiana dalla sua origine latina nel Medioevo (fonologia e morfosintassi). conosce lo sviluppo storico della lingua italiana dalle Origini all'età contemporanea, le principali fasi di tale sviluppo, le opere e gli autori che hanno contribuito alla formazione della lingua letteraria italiana.
Lo studente sa come è fatto un giornale (a stampa e in versione digitale), quali sono le principali tipologie di testi che vi compaiono e le loro caratteristiche linguistiche. Conosce anche il rapporto tra la lingua dei giornali e la lingua di altri media, in particolare radio, cinema, televisione, canali digitali,
Sono previste più fasi di accertamento delle conoscenze, delle abilità e delle competenze: si svolgeranno esercitazioni scritte, con diverse tipologie di domande sia in ingresso sia in itinere; i risultati delle esercitazioni saranno discussi a lezione; e previsto un accertamento conclusivo alla fine del periodo in cui si è svolto l’insegnamento. Con il superamento dell'esame o della verifica, lo studente consegue i CFU attribuiti all'insegnamento. L’esame conclusivo consiste in un compito scritto con domande a risposta libera e a scelta multipla svolte al computer. Le modalità dell'accertamento finale sono indicate prima dell'inizio di ogni anno accademico dal docente responsabile dell'attività formativa.
Il periodo di svolgimento delle sessioni e dei relativi appelli d'esame è stabilito prima dell’inizio dell’anno accademico. Le sessioni iniziano al termine dell'attività didattica dei singoli corsi di insegnamento. Sono previsti otto appelli, distribuiti nel corso dell'anno accademico.
Il calendario degli esami viene comunicato con congruo anticipo. La pubblicità degli orari delle lezioni e degli appelli viene assicurata attraverso il sito di Dipartimento. Lo stesso vale per ogni altra attività didattica, compresi gli orari di disponibilità dei professori e dei ricercatori. L'intervallo tra due appelli successivi è di almeno dieci giorni.
Le commissioni esaminatrici per gli esami sono composte da almeno due membri e sono presiedute dal professore titolare del corso. Le prove sono pubbliche ed è pubblica la comunicazione del voto finale.

Luogo lezioni

Orario lezioni

Comunicazioni

AVVISO

Corso di Nuove tecnologie per la didattica dell'italiano (DISTU: 3° anno)

La prima lezione si terrà lunedì 1 ottobre, alle ore 11, in aula 8 e sarà dedicata alla presentazione del corso e del programma d'esame.

Le lezioni riprenderanno giovedì 25 ottobre e proseguiranno con il seguente orario

Lunedì 11-13 aula 8
Giovedì 11-13 aula 8
Venerdì 11-13 aula 8

Prossimo ricevimento: giovedì 8 novembre, ore 10-11, studio 5 del complesso San Carlo

Corso di Linguistica italiana (DISUCOM)

La prima lezione si terrà lunedì 22 ottobre, alle ore 14 e sarà dedicata alla presentazione del corso e del programma d'esame.

Le lezioni proseguiranno con il seguente orario:
Lunedì 14-15.30 (lezione) aula 4

Giovedì 14-15 (ricevimento) sala Annesi
(corridoio al piano terra vicino agli uffici mobilità internazionale)
tutti i giovedì a partire dal 25 ottobre

15,30-17 (lezione) aula 6

Venerdì 9-10.30 (lezione) aula C