Scheda Insegnamento: COSTRUZIONE DI MACCHINE A.A. 2017/2018
  • Corso di Laurea: INGEGNERIA MECCANICA (LM-33)
  • Codice: 17343
  • Crediti: 9
  • Anno Off. Formativa: 2017/2018
  • Anno di Corso: 1
  • Erogazione: II semestre
  • Docente: PIERLUIGI FANELLI

Programma

OBIETTIVI FORMATIVI
Il corso costituisce il proseguimento degli insegnamenti del settore scientifico disciplinare “Progettazione Meccanica e Costruzione di Macchine” impartiti nel corso di studi della laurea di primo livello in Ingegneria Industriale. L’insegnamento è volto a completare la preparazione dello studente negli argomenti tipici del settore e consente al medesimo l’acquisizione delle competenze sotto descritte.

RISULTATI DI APPRENDIMENTO ATTESI
- Conoscenza E Capacità Di Comprensione: Conoscenze avanzate sul calcolo, progetto e verifica degli elementi di macchine e delle strutture meccaniche ove gli stati di tensione e di deformazione sono biassiali o triassiali, sollecitati sia in campo elastico sia oltre lo snervamento nonché soggetti a campi termici, mediante l’utilizzazione vuoi di metodi teorico-analitici vuoi di metodi numerici.
- Capacità Di Applicare Conoscenza E Comprensione: capacità di progettare e/o di verificare elementi strutturali e gruppi meccanici di interesse industriale, garantendo la loro idoneità al servizio anche in riferimento alle normative di settore.
- Autonomia Di Giudizio: Essere in grado di interpretare risultati del dimensionamento e predisporre l’ottimizzazione strutturale dello stesso.
- Abilità Comunicative: Essere in grado di descrivere temi scientifici inerenti la progettazione meccanica ed il disegno tecnico nella forma scritta e orale.
- Capacità Di Apprendimento: Conoscenze avanzate sul calcolo, progetto e verifica degli elementi di macchine e delle strutture meccaniche ove gli stati di tensione e di deformazione sono biassiali o triassiali, sollecitati sia in campo elastico sia oltre lo snervamento nonché soggetti a campi termici, mediante l’utilizzazione vuoi di metodi teorico-analitici vuoi di metodi numerici.

PROGRAMMA
- 9 CFU: Comportamento meccanico dei materiali in presenza di deformazioni plastiche. Metodi approssimati di calcolo delle deformazioni plastiche.Scorrimento viscoso.
Meccanica della frattura lineare elastica. Fattore di intensità degli sforzi. Condizione di collasso. Estensione alle piccole plasticizzazioni. Meccanica della frattura e fatica. Legge di Paris.
Analisi delle tensioni nei rotori. Dischi sollecitati in campo lineare elastico. Cilindri rotanti sollecitati in campo lineare elastico. Dischi sollecitati oltre lo snervamento . Solidi cilindrici soggetti a pressione ed a gradiente di temperatura lungo lo spessore. Solidi cilindrici a parete sottile sollecitati in campo elastico. Solidi cilindrici in parete spessa sollecitati in campo elastico. Solidi cilindrici in parete spessa soggetti a pressione interna e sollecitati oltre lo snervamento
Analisi delle tensioni nelle piastre e nei gusci in parete sottile. Piastre rettangolari. Piastre circolari. Strutture a guscio. Generalità e teoria della membrana per un guscio di rivoluzione. Correlazioni tra caratteristiche della sollecitazione e caratteristiche della tensione in una struttura a guscio e tra caratteristiche della deformazione e curvatura e torsione della superficie. Gusci di rivoluzione caricati assialsimmetricamente: teoria della membrana. Vari casi di gusci di rivoluzione diversamente caricati. Teoria generale del guscio cilindrico. Problemi di interazione fondo - mantello nei pressure vessel.

Testi consigliati

Testi di riferimento:
- Materiale didattico a cura del docente.
- V. Vullo, F. Vivio, "Rotors: Stress Analysis and Design", Springer Verlag, 2012;
- V. Vullo, " Circular Cylinders and Pressure Vessels. Stress Analysis and Design", Springer Verlag, 2014;
- S.P. Timoshenko, S. Woinowsky - Krieger, "Theory of Plates and Shells", McGraw- Hill Book Co., Singapore, 1959 (T);

Propedeuticità

Esami richiesti: fondamenti di costruzione di macchine Conoscenze di base: fondamenti di costruzione di macchine

Frequenza

Facoltativa

Metodologia didattica

Ore lezione: 72

Valutazione del profitto

Prova scritta, prova orale, esercitazioni

Descrizione dei metodi di accertamento

La valutazione verterà su una prova scritta di carattere applicativo che si articola sulla risoluzione di esercizi, e su una prova orale che invece valuterà la preparazione teorica dello studente.
Durante il corso saranno effettuate esercitazioni sia di tipo applicativo che di approfondimento ed integrative del programma.
Durante il corso il docente assegnerà delle esercitazioni facoltative che lo studente potrà esibire in sede di esame orale e che varranno una valutazione accessoria (+3/-3 punti) sul voto dello scritto.

Luogo lezioni

Aula 3 di Ingegneria Campus Riello, Largo dell'Università

Orario lezioni

L'orario delle lezioni è di norma stabilito 90 gg prima dell'inizio dei corsi. Non appena disponibile, sarà pubblicato sul sito web.

Comunicazioni

Lunedì dalle 14 alle 17
Martedì dalle 14 alle 17
Mercoledì dalle 14 alle 17