Scheda Insegnamento: MACCHINE E IMPIANTI PER I BIOSISTEMI A.A. 2017/2018
  • Corso di Laurea: INGEGNERIA MECCANICA (LM-33)
  • Codice: 17354
  • Crediti: 6
  • Anno Off. Formativa: 2017/2018
  • Anno di Corso: 2
  • Erogazione: I semestre
  • Docente: MASSIMO CECCHINI

Programma

A) OBIETTIVI FORMATIVI
Lo studente dovrà acquisire le capacità di base per poter sviluppare la meccanizzazione delle operazioni proprie dei principali cantieri agricoli, forestali e di manutenzione del verde.
In particolare dovrà essere in grado di scegliere macchine idonee per un lavoro di qualità (conoscendo materiali, modalità operative) e nel rispetto dei vincoli alla meccanizzazione (di carattere economico, ambientale, di sicurezza, ecc.).

B) RISULTATI DI APPRENDIMENTO ATTESI
• Conoscenza e capacità di comprensione
Lo studente dovrà acquisire conoscenze e capacità di comprensione relative ai principi che sono alla base della progettazione e del funzionamento delle macchine e degli impianti e saper introdurre le stesse nei cantieri agricoli, forestali e di manutenzione del verde, nel rispetto di vincoli di varia natura.

• Capacità di applicare conoscenza e comprensione
Lo studente dovrà acquisire le capacità di applicare le conoscenze teoriche degli argomenti trattati nel corso con senso critico per l'individuazione di singole macchine, di un parco macchine o di impianti per i cantieri agricoli, forestali e di manutenzione del verde.

• Autonomia di giudizio
Lo studente dovrà essere in grado di selezionare sul mercato macchine e impianti specifici idonei per le varie tipologie di cantieri agricoli, forestali e di manutenzione del verde, in modo obiettivo, senza lasciarsi influenzare dalle case costruttrici e operando anche nel rispetto degli aspetti sociali, scientifici o etici relativi ad ogni decisione di meccanizzazione.

• Abilità comunicative
Lo studente dovrà essere in grado di comunicare a terzi (datori di lavoro, clienti quali aziende agricole, imprese forestali, ecc.), in modo efficace, le informazioni relative alle macchine ed agli impianti, ed ai loro requisiti tecnico-economici, motivandone le scelte.

• Capacità di apprendimento
L'articolazione del corso sarà sviluppata in modo da trasmettere agli studenti dapprima i concetti di base "trasversali", relativi cioè a qualsiasi tipologia di macchina. Successivamente saranno trattate singole tipologie di macchine (le più diffuse nei cantieri agricoli, forestali e di manutenzione del verde). Gli argomenti saranno trattati in modo da stimolare la volontà di apprendimento, nella logica di sviluppare la conoscenza in modo graduale, dai materiali e principi meccanici, agli aspetti costruttivi e di sicurezza, alla gestione delle macchine. La stessa logica viene richiesta nella realizzazione di una tesina o presentazione che sarà presa in considerazione nella valutazione dell’apprendimento.

C) PROGRAMMA
Lezioni frontali (44 ore)
Presentazione del corso. Obiettivi della meccanizzazione per i biosistemi. Definizione di macchina e di impianto.
Livelli di meccanizzazione ed evoluzione della meccanizzazione per i biosistemi.
Concetti di base di meccanica e fisica applicata alle macchine (aderenza, stabilità longitudinale
e trasversale).
Generalità e caratteristiche funzionali delle principali categorie di macchine per i biosistemi: trattori agricoli e forestali; macchine per la lavorazione del terreno; macchine movimento terra; macchine per la messa a coltura e per la messa a dimora delle piante; macchine per la cura e la difesa; macchine per la raccolta; macchine per il taglio e la segagione; macchine per la sramatura e la scortecciatura; macchine per la sminuzzatura e lo spacco; macchine per il trasporto ed il carico; verricelli; teleferiche.
Concetto di capacità di lavoro e di rendimento di una macchina.
Concetti di sicurezza sul lavoro: la direttiva macchine.
Concetti di igiene del lavoro: valutazione dei rischi e prevenzione delle malattie professionali.
Concetti di ergonomia: rapporto uomo-macchina e uomo-ambiente di lavoro.

Esercitazioni (4 ore)
Le esercitazioni, in aula o presso aziende o cantieri, riguarderanno l'analisi delle macchine presenti (es. macchine in un'azienda agricola, macchine in un cantiere forestale, ecc.).

Testi consigliati

Dispense delle lezioni.
P. Biondi, Meccanica agraria - Le macchine agricole, UTET, 1999 Torino.
P. Amirante, Lezioni di meccanica agraria
https://www.researchgate.net/publication/296189205_Lezioni_di_Meccanica_Agraria
https://www.researchgate.net/publication/296192148_Lezioni_di_Meccanica_Agraria_vol_2
https://www.researchgate.net/publication/296191980_Lezioni_di_Meccanica_Agraria_vol_3
G. Hippoliti, Appunti di meccanizzazione forestale, Società Editrice Fiorentina, 1997 Firenze.

Propedeuticità

Matematica e fisica

Frequenza

Facoltativa

Metodologia didattica

Ore lezione: 48

Valutazione del profitto

Prova orale, prova pratica

Descrizione dei metodi di accertamento

Il candidato dovrà illustrare una macchina specifica o un fattore di rischio, precedentemente assegnata/o, mediante una tesina in Word e/o una presentazione in Power Point. In particolare, nel caso si tratti di un fattore di rischio, dovrà relazionare su: - descrizione del pericolo; - effetti sugli operatori; - modalità di valutazione del rischio; - normativa di riferimento; - mitigazione o bonifica del rischio (prevenzione e protezione). Nel caso si tratti di una macchina dovrà relazionare su: - descrizione della macchina (parti costituenti, principio di funzionamento); - aspetti di sicurezza nell'uso della macchina; - costi di gestione. Altre due domande spazieranno su tutto il programma del corso. La presentazione e le due domande saranno valutate con un punteggio da 0 a 10. Il voto finale sarà dato dalla somma delle tre singole votazioni.
Per l’attribuzione del voto si terrà conto del livello di conoscenza dei contenuti dimostrato e della capacità di applicare i concetti appresi; saranno prese in considerazione anche la capacità di sintesi e la proprietà di linguaggio.

Luogo lezioni

Sede di Ingegneria

Orario lezioni

L'orario delle lezioni è di norma stabilito 90 gg prima dell'inizio dei corsi. Non appena disponibile, sarà pubblicato sul sito web.

Comunicazioni

martedì ore 11.00 - 13.00 (in caso di concomitanza con orario di lezioni il ricevimento sarà anticipato il martedì dalle 9.00 alle 11.00)