Scheda Insegnamento: ECOLOGIA GENERALE E DI POPOLAZIONI A.A. 2017/2018
  • Corso di Laurea: SCIENZE AMBIENTALI (L-32 Civitavecchia)
  • Codice: 17366
  • Crediti: 10
  • Anno Off. Formativa: 2017/2018
  • Anno di Corso: 2
  • Erogazione: II semestre
  • Docente:GIUSEPPE NASCETTI

Modulo : 1 Cfu(5)

Programma

a) OBIETTIVI FORMATIVI
Il corso ha l’obiettivo di fornire solide conoscenze di base sulla struttura e il funzionamento dei sistemi ambientali, con particolare enfasi sui meccanismi che determinano tanto la distribuzione e l’abbondanza degli organismi quanto le loro relazioni con l’ambiente. Il corso si prefigge di esaltare la natura gerarchica ed interdisciplinare dell’ecologia con l’obiettivo di incentivare gli studenti a confrontarsi con discipline e problematiche complesse e multi-scalari. Questo obiettivo si riflette nell’organizzazione del programma che percorre la scala gerarchica dell’organizzazione ecologica, dai meccanismi alla base della biodiversità (ecologia evolutiva), passando attraverso le relazioni tra organismi e specie (ecologia di popolazione) fino alla struttura e funzionamento delle comunità (ecologia di comunità).
Il corso fornirà la base per ulteriori studi specialistici nell’ambito dell'ecologia ecosistemica ed applicata, della conservazione della biodiversità e della gestione ambientale sostenibile.

b) RISULTATI DI APPRENDIMENTO ATTESI
Al termine del corso gli studenti dovrebbero aver conseguito obiettivi inerenti conoscenze e abilità:
Conoscenze:
- basi dell’ecologia delle relazioni tra organismi e ambiente fisico;
- meccanismi di base dell’ecologia evolutiva;
- principi di demografia e dinamica di popolazione;
- funzionamento delle interazioni interspecifiche;
- concetto di nicchia ecologica.
Abilità:
- capacità di comprensione delle relazioni degli organismi con l’ambiente e tra di loro;
- capacità di applicare le conoscenze acquisite alle problematiche ambientali;
- capacità di illustrare ed argomentare su problematiche complesse e di gestire informazioni su più livelli gerarchici;
- capacità di utilizzare rigorosi approcci scientifici per descrivere ed interpretare la realtà complessa rappresentata dalla biosfera. Il raggiungimento di questo obiettivo verrà favorito da esercitazioni sul campo in cui gli studenti saranno guidati a descrivere e confrontare diverse realtà ambientali attraverso l’elaborazione e l’analisi dei dati da essi stessi raccolti.

c) PROGRAMMA
Generalità: Lo sviluppo storico dell'ecologia; L'ecologia e il suo dominio; Stato attuale della ricerca ecologica in Italia.
Ecologia delle relazioni organismi-ambiente fisico: condizioni; variazioni spaziali e temporali; adattamenti in risposta alle variazioni delle condizioni ambientali; fattori limitanti; range di tolleranza; optimum ambientale; ritmi biologici - fattori ed elementi climatici; classificazione dei climi; fasce e zone fitogeografiche; cenni di paleoclimatologia; il suolo (fase solida, fluida e gassosa); cenni di pedogenesi; classificazioni dei suoli; humus; attività biologica del suolo.
Ecologia evolutiva: analisi genetica delle popolazioni; legge di Hardy-Weinberg; variabilità genetica; forze evolutive (mutazione, selezione, flusso genico, deriva genetica); inincrocio; effetto Wahlund; polimorfismo bilanciato - linkage disequilibrium; supergeni; divergenza genetica; concetto di specie; meccanismi di isolamento riproduttivo; meccanismi di speciazione; zone ibride e rinforzo; specie gemelle; biodiversità a livello genetico.
Esercitazioni in campo.

Testi consigliati

L. Bullini, S. Pignatti, A Virzo De Santo, "Ecologia Generale". UTET
E. Odum, "Basi di Ecologia", Piccin Editore.
E. Odum, G.W. Barret "Fundamentals of Ecology", Brooks/Cole Pub Co. C.J.
Krebs "Ecology", Neebo Ed.
I file PDF delle lezioni tenute durante il corso sono disponibili sulla piattaforma “moodle”,

Propedeuticità

Non sono previste propedeuticità, ma si consiglia di aver superato l’esame di matematica per una migliore comprensione ed un più facile apprendimento del programma.

Frequenza

Facoltativa

Metodologia didattica

Ore lezione: 16

Valutazione del profitto

Prova in itinere, prova orale, esercitazioni

Descrizione dei metodi di accertamento

L'esame, in forma orale, si svolge nelle forme stabilite dal Regolamento Didattico di Ateneo. Del suo svolgimento viene redatto apposito verbale, sottoscritto dal Presidente e dai membri della commissione e dallo studente esaminato. Il voto è espresso in trentesimi, con eventuale lode. Il superamento dell'esame presuppone il conferimento di un voto non inferiore ai diciotto/trentesimi e comporta l'attribuzione dei corrispondenti crediti formativi universitari. Nella valutazione delle prova e nell’attribuzione del voto finale si terrà conto: del livello di conoscenza dei contenuti dimostrato (superficiale, appropriato, preciso e completo, completo e approfondito), della capacità di applicare i concetti teorici (errori nell’applicare i concetti, discreta, buona, ben consolidata), della capacità di analisi, di sintesi e di collegamenti interdisciplinari (sufficiente, buona, ottima), della capacità di senso critico e di formulazione di giudizi (sufficiente, buona, ottima), della padronanza di espressione (esposizione carente, semplice, chiara e corretta, sicura e corretta). E’ possibile sostenere un esonero che riguarda la parte del programma inerente l’Ecologia Evolutiva durante la settimana degli esoneri, come previsto dal calendario del Dipartimento DEB.

Luogo lezioni

P.zza Verdi n.1, Civitavecchia (RM)

Orario lezioni

L'orario è pubblicato sul sito del corso di studio alla voce "Orario delle lezioni"

Comunicazioni

Il prof. Giuseppe Nascetti riceve presso il proprio studio al Dipartimento di Scienze Ecologiche e Biologiche - Largo dell'Università, snc Blocco C
Orario e giorni di ricevimento: Lunedi - Venerdì dalle ore 9 alle ore 10,00 previo appuntamento telefonico al n° 0761357758



  • Corso di Laurea: SCIENZE AMBIENTALI (L-32 Civitavecchia)
  • Codice: 17366
  • Crediti: 10
  • Anno Off. Formativa: 2017/2018
  • Anno di Corso: 2
  • Erogazione: II semestre
  • Docente:DANIELE CANESTRELLI

Modulo : 2 Cfu(5)

Programma

a) OBIETTIVI FORMATIVI
Il corso ha l’obiettivo di fornire solide conoscenze di base sulla struttura e il funzionamento dei sistemi ambientali, con particolare enfasi sui meccanismi che determinano tanto la distribuzione e l’abbondanza degli organismi quanto le loro relazioni con l’ambiente. Il corso si prefigge di esaltare la natura gerarchica ed interdisciplinare dell’ecologia con l’obiettivo di incentivare gli studenti a confrontarsi con discipline e problematiche complesse e multi-scalari. Questo obiettivo si riflette nell’organizzazione del programma che percorre la scala gerarchica dell’organizzazione ecologica, dai meccanismi alla base della biodiversità (ecologia evolutiva), passando attraverso le relazioni tra organismi e specie (ecologia di popolazione) fino alla struttura e funzionamento delle comunità (ecologia di comunità).
Il corso fornirà la base per ulteriori studi specialistici nell’ambito dell'ecologia ecosistemica ed applicata, della conservazione della biodiversità e della gestione ambientale sostenibile.

b) RISULTATI DI APPRENDIMENTO ATTESI
Al termine del corso gli studenti dovrebbero aver conseguito obiettivi inerenti conoscenze e abilità:
Conoscenze:
- basi dell’ecologia delle relazioni tra organismi e ambiente fisico;
- meccanismi di base dell’ecologia evolutiva;
- principi di demografia e dinamica di popolazione;
- funzionamento delle interazioni interspecifiche;
- concetto di nicchia ecologica.
Abilità:
- capacità di comprensione delle relazioni degli organismi con l’ambiente e tra di loro;
- capacità di applicare le conoscenze acquisite alle problematiche ambientali;
- capacità di illustrare ed argomentare su problematiche complesse e di gestire informazioni su più livelli gerarchici;
- capacità di utilizzare rigorosi approcci scientifici per descrivere ed interpretare la realtà complessa rappresentata dalla biosfera. Il raggiungimento di questo obiettivo verrà favorito da esercitazioni sul campo in cui gli studenti saranno guidati a descrivere e confrontare diverse realtà ambientali attraverso l’elaborazione e l’analisi dei dati da essi stessi raccolti.

c) PROGRAMMA
Ecologia di popolazione (demografia e dinamica): struttura ed accrescimento di popolazione; parametri demografici; tabelle demografiche; tasso intrinseco di accrescimento - regolazione numerica delle popolazioni; fattori di regolazione densità indipendenti e densità dipendenti; accrescimento esponenziale; capacità portante dell'ambiente - curva logistica di accrescimento.
Ecologia di popolazione (relazioni interspecifiche): simbiosi facoltativa ed obbligatoria; commensalismo; inquilinismo; antibiosi; parassitismo; adattamenti alla vita parassitaria; coevoluzione - predazione; predazione come fattore di regolazione numerica delle popolazioni - adattamenti contro la predazione; criptismo; mimetismo; competizione intraspecifica; competizione interspecifica; nicchia ecologica; competizione interspecifica come fattore di regolazione numerica delle popolazioni - principio di esclusione competitiva; spostamento dei caratteri; selezione r e K.
Il corso prevede esercitazioni sul campo finalizzate all’acquisizione delle seguenti abilità pratico-applicative:
- Metodiche di marcaggio e ricattura per la stima numerica delle popolazioni;
- Campionamento di macroinvertebrati in ambiente fluviale, riconoscimento dei gruppi tassonomici al microscopio e calcolo dell’indice IBE per la determinazione della qualità dei corsi d’acqua;
- Realizzazione di un transetto con conta ed identificazione delle specie arboree in ambienti soggetti a diverso grado di disturbo antropico, e calcolo degli indici di diversità (con confronto tra i diversi ambienti).
Al termine delle esercitazioni gli studenti presentano in aula una relazione (per gruppi) in cui illustrano i risultati ottenuti e le indicazioni sullo stato dei vari ambienti dedotti dai dati che essi stessi hanno prodotto.

Testi consigliati

L. Bullini, S. Pignatti, A Virzo De Santo, "Ecologia Generale". UTET
E. Edum, "Basi di Ecologia", Piccin Editore.
E. Odum, G.W. Barret "Fundamentals of Ecology", Brooks/Cole Pub Co.
C.J. Krebs "Ecology", Neebo Ed.

Propedeuticità

Non sono previste propedeuticità, ma si consiglia di aver superato l’esame di matematica per una migliore comprensione ed un più facile apprendimento del programma.

Frequenza

Facoltativa

Metodologia didattica

Ore lezione: 32

Valutazione del profitto

Prova orale

Descrizione dei metodi di accertamento

L'esame, in forma orale, si svolge nelle forme stabilite dal Regolamento Didattico di Ateneo. Del suo svolgimento viene redatto apposito verbale, sottoscritto dal Presidente e dai membri della commissione e dallo studente esaminato. Il voto è espresso in trentesimi, con eventuale lode. Il superamento dell'esame presuppone il conferimento di un voto non inferiore ai diciotto/trentesimi e comporta l'attribuzione dei corrispondenti crediti formativi universitari. Nella valutazione delle prova e nell’attribuzione del voto finale si terrà conto: del livello di conoscenza dei contenuti dimostrato (superficiale, appropriato, preciso e completo, completo e approfondito), della capacità di applicare i concetti teorici (errori nell’applicare i concetti, discreta, buona, ben consolidata), della capacità di analisi, di sintesi e di collegamenti interdisciplinari (sufficiente, buona, ottima), della capacità di senso critico e di formulazione di giudizi (sufficiente, buona, ottima), della padronanza di espressione (esposizione carente, semplice, chiara e corretta, sicura e corretta). E’ possibile sostenere un esonero che riguarda la parte del programma inerente l’Ecologia Evolutiva durante la settimana degli esoneri, come previsto dal calendario del Dipartimento DEB.

Luogo lezioni

PIAZZA VERDI, 1 - CIVITAVECCHIA (RM)

Orario lezioni

L'orario è pubblicato sul sito del corso di studio alla voce "Orario delle lezioni"

Comunicazioni

Dopo l'orario delle lezioni o per appuntamento da prendersi tramite email