Scheda Insegnamento: ECOLOGIA ECOSISTEMICA A.A. 2017/2018
  • Corso di Laurea: SCIENZE AMBIENTALI (L-32 Civitavecchia)
  • Codice: 17367
  • Crediti: 6
  • Anno Off. Formativa: 2017/2018
  • Anno di Corso: 2
  • Erogazione: II semestre
  • Docente: PAOLA ARDUINO

Programma

OBIETTIVI FORMATIVI E RISULTATI APPRENDIMENTO ATTESO
Il programma si propone di aiutare lo studente a: a) acquisire le conoscenze scientifiche di base sul funzionamento degli ecosistemi e delle comunità; b) sviluppare una prospettiva multidisciplinare nello studio degli ecosistemi; c) introdurre il metodo sperimentale nello studio degli ecosistemi e delle comunità.
Lo studente è in grado di padroneggiare le conoscenze ed i principi scientifici di base e collegarli ai casi specifici del programma; è in grado di proporre schematicamente esperimenti per quantificare i parametri oggetto di studio.

PROGRAMMA
INTRODUZIONE: definizione di ecologia, cosa studia, livelli di organizzazione; consapevolezza ambientale e cosa non è l’ecologia.
ECOSISTEMA: definizione, struttura (metodi di studio), esempi di ecosistemi; natura cibernetica degli ecosistemi.
FLUSSO DI ENERGIA NEGLI ECOSISTEMI: radiazioni solari, attraversamento dell’atmosfera; fotosintesi e respirazione; biomassa, produzione, produttività; metodi di misurazione in ambiente terrestre e acquatico; produttività primaria di ecosistemi diversi; energia sussidiaria; uso della produttività primaria globale da parte della popolazione umana; qualità dell'energia; livelli trofici, piramidi ecologiche; catene trofiche: pascolo e detrito; reti trofiche; efficienza ecologica: di Lindeman, di consumo, di assimilazione, di produzione.
CICLI BIOGEOCHIMICI: definizione, modelli e tipi fondamentali, come si studiano; ciclo dell’acqua, del carbonio, dell’azoto, del fosforo, dello zolfo.
COMUNITA’: metodi di definizione: analisi dei gradienti, metodi statistici; struttura: composizione, ricchezza, abbondanza, uniformità, omogeneità (diagrammi rango-abbondanza, indici di diversità), diversità (alfa, beta e gamma diversità; successioni (modalità, tipi, destino); meccanismi alla base delle successioni; concetto di climax, perturbazioni (disturbo, disastri, catastrofi; stabilità: resilienza, resistenza, fragilità/robustezza, complessità e stabilità (ipotesi e modelli).

Testi consigliati

Bullini L., Pignatti S., Virzo De Santo A. (1998). Ecologia generale. UTET, Torino. E’ reperibile in biblioteca. Il libro di testo va integrato con i files delle lezioni (reperibili direttamente dal docente).
Altri testi per chi vuole approfondire:
Odum E., Barrett G.W., 2006. Fondamenti di ecologia. Piccin. (3° ed. italiana su 5° inglese, 2005).
Odum E. (1988). Basi di Ecologia. Piccin, Padova.
Colinvaux P. (1995). Ecologia. EdiSES.
Townsend C.R., Harper J.L., Begon M., 2001. L'essenziale di ecologia. Zanichelli, Bologna.

Propedeuticità

Matematica, fisica, chimica generale ed inorganica, organica, biochimica, botanica, zoologia

Frequenza

Facoltativa

Metodologia didattica

Ore lezione: 48

Valutazione del profitto

Prova orale

Descrizione dei metodi di accertamento

MODALITA' DI SVOLGIMENTO DELLA PROVA FINALE:
L'esame finale è una prova orale e verterà sui tre argomenti del corso: flusso di energia negli ecosistemi, cicli della materia e studio delle comunità.
L'esame si svolge nelle forme stabilite dall'art. 23 del Regolamento Didattico di Ateneo. Del suo svolgimento viene redatto apposito verbale, sottoscritto dal Presidente e dai membri della commissione e dallo studente esaminato. Il voto è espresso in trentesimi, con eventuale lode. Il superamento dell'esame presuppone il conferimento di un voto non inferiore ai diciotto/trentesimi e comporta l'attribuzione dei corrispondenti crediti formativi universitari. Nella valutazione delle prova e nell’attribuzione del voto finale si terrà conto: del livello di conoscenza dei contenuti dimostrato (superficiale, appropriato, preciso e completo, completo e approfondito), della capacità di applicare i concetti teorici (errori nell’applicare i concetti, discreta, buona, ben consolidata), della capacità di analisi, di sintesi e di collegamenti interdisciplinari (sufficiente, buona, ottima), della capacità di senso critico e di formulazione di giudizi (sufficiente, buona, ottima), della padronanza di espressione (esposizione carente, semplice, chiara e corretta, sicura e corretta).

Luogo lezioni

P.ZZA VERDI N. 1, CIVITEVECCHIA (RM)

Orario lezioni

L'orario è pubblicato sul sito del corso di studio alla voce "Orario delle lezioni"

Comunicazioni

Per appuntamenti, spiegazioni o altro, mandare una e-mail a arduino@unitus.it o telefonare al 0761-357759.
Ricevimento studenti: fine lezioni.