Scheda Insegnamento: SOCIOLOGIA GENERALE E DELLA SICUREZZA A.A. 2017/2018
  • Corso di Laurea: SCIENZE POLITICHE E DELLE RELAZIONI INTERNAZIONALI (L-36)
  • Codice: 17566
  • Crediti: 8
  • Anno Off. Formativa: 2017/2018
  • Anno di Corso: 2
  • Erogazione: II semestre
  • Docente:MICHELE NEGRI

Canale : 1

Programma

OBIETTIVO
L’insegnamento è il primo di area sociologica, fornisce i concetti fondamentali della disciplina e consente l’acquisizione delle chiavi di lettura delle caratteristiche strutturali e dei processi sociali tipici delle società moderne e contemporanee.

Le principali conoscenze acquisite sono di tipo cognitivo e non pratico.

Il corso si propone di introdurre ai problemi individuati, ai concetti predisposti e alle principali teorie elaborate dalla sociologia nello studio delle società complesse, al fine di caratterizzare le dinamiche strutturali e i processi di mutamento che le attraversano.
L’obiettivo generale del corso è quello di conseguire una conoscenza di base delle riflessioni teoriche e delle acquisizioni della ricerca empirica realizzate dalla sociologia in relazione ai diversi aspetti della società contemporanea.
Un ulteriore e più specifico obiettivo è quello di acquisire una conoscenza delle principali elaborazioni teoriche e dei principali studi realizzati nell’ambito della sociologia della sicurezza e della sociologia militare.
CONTENUTI
Il programma del corso prevede l’analisi dei seguenti temi:
ambito disciplina, teorie e ricerche sociologiche,
strutture sociali e sistemi sociali,
le società premoderne e la società moderna in Occidente;
le forme elementari di interazione, i gruppi, le associazioni, le organizzazioni, le istituzioni
valori, norme e istituzioni; identità e socializzazione; linguaggio e comunicazione; devianza e criminalità; scienza e tecnica; religione; sociologia militare e della sicurezza

Testi consigliati

Bagnasco, Barbagli, Cavalli (2009), Sociologia. I concetti di base, Il Mulino, Bologna

Negri (2010), Le politiche locali per la sicurezza, Aracne, Roma

dispense a cura del docente (disponibili nel materiale didattico on line)

Propedeuticità

nessuna

Frequenza

Obbligatoria

Metodologia didattica

Ore lezione: 48

Valutazione del profitto

Prova scritta, esercitazioni

Descrizione dei metodi di accertamento

L'esame si svolge nelle forme stabilite dall'art. 23 del Regolamento Didattico di Ateneo. L’esame consiste in una prova scritta. La prova si svolge mediante la compilazione di un questionario articolato in 31 domande a risposta chiusa. Sono previste tre opzioni di risposta. Il tempo a disposizione per lo svolgimento della prova scritta è di 35 minuti. La correzione di norma avviene immediatamente dopo la prova e i risultati ottenuti sono comunicati subito e comunque entro 15 giorni dallo svolgimento. La valutazione della prova e la conseguente attribuzione del voto finale avviene attribuendo un punto per ogni risposta esatta. Nel caso in cui tutte le 31 risposte risultino corrette vengono attribuiti 30 punti e la lode. Non sono previste penalizzazioni nel caso di risposte errate. La soglia di sufficienza viene raggiunta rispondendo esattamente ad almeno 18 delle 31 domande previste. L'esame si svolge nelle forme stabilite dall'art. 23 del Regolamento Didattico di Ateneo. La prova è costruita in modo tale da far emergere il livello di conoscenza dei contenuti (superficiale, appropriato, preciso e completo, completo e approfondito), la capacità di applicare i concetti teorici (errori nell’applicare i concetti, oppure capacità discreta, buona, ben consolidata), la capacità di senso critico e di formulazione di giudizi (inadeguata, sufficiente, buona, ottima). Durante il corso sono svolte esercitazioni scritte nella stessa modalità sopra descritta, ma che non concorrono alla definizione del voto d'esame. La valutazione delle prove è sia individuale sia collettiva e consente al docente di fornire indicazioni specifiche al singolo studente o complessive, di organizzare eventuali interventi (ulteriori esercitazioni, tutoraggio, ecc.) volti a migliorare l'apprendimento degli argomenti di affrontati durante il corso.

Luogo lezioni

Scuola Sottufficiali dell'Esercito, strada Cassia Cimina Viterbo

Orario lezioni


Gli orari sono stabiliti all'interno della Scuola, concordati con i docenti di riferimento e comunicati a tutti gli studenti frequentanti. Le lezioni sono riservate agli Allievi frequentanti i corsi all'interno della Scuola.

Comunicazioni

[ Pagina relativa agli orari di ricevimento del prof Michele Negri ] il martedì e il giovedì dalle 9,00 alle 9,,30 e su appuntamento (stanza presso sede corsi SPRI-DEIM a Santa Maria in Gradi)



  • Corso di Laurea: SCIENZE POLITICHE E DELLE RELAZIONI INTERNAZIONALI (L-36)
  • Codice: 17566
  • Crediti: 8
  • Anno Off. Formativa: 2017/2018
  • Anno di Corso: 2
  • Erogazione: II semestre
  • Docente:A CONTRATTO DOCENTE

Canale : 2

Programma

OBIETTIVO
Il corso si propone di introdurre ai problemi individuati, ai concetti predisposti e alle principali teorie elaborate dalla sociologia nello studio delle società complesse, al fine di caratterizzare le dinamiche strutturali e i processi di mutamento che le attraversano.
L’obiettivo generale del corso è quello di conseguire una conoscenza di base delle riflessioni teoriche e delle acquisizioni della ricerca empirica realizzate dalla sociologia in relazione ai diversi aspetti della società contemporanea.
Un ulteriore e più specifico obiettivo è quello di acquisire una conoscenza delle principali elaborazioni teoriche e dei principali studi realizzati nell’ambito della sociologia della sicurezza e della sociologia militare.
CONTENUTI
Il programma del corso prevede l’analisi dei seguenti temi:
ambito disciplina, teorie e ricerche sociologiche,
strutture sociali e sistemi sociali,
le società premoderne e la società moderna in Occidente;
le forme elementari di interazione, i gruppi, le associazioni, le organizzazioni, le istituzioni
valori, norme e istituzioni; identità e socializzazione; linguaggio e comunicazione; devianza e criminalità; scienza e tecnica; religione; sociologia militare e della sicurezza

Testi consigliati

agnasco, Barbagli, Cavalli (2009), Sociologia. I concetti di base, Il Mulino, Bologna

Negri (2010), Le politiche locali per la sicurezza, Aracne, Roma

dispense a cura del docente

Propedeuticità

nessuna

Frequenza

Obbligatoria

Metodologia didattica

Ore lezione: 48

Valutazione del profitto

Prova scritta, esercitazioni

Descrizione dei metodi di accertamento

L'esame si svolge nelle forme stabilite dall'art. 23 del Regolamento Didattico di Ateneo. L’esame consiste in una prova scritta. La prova si svolge mediante la compilazione di un questionario articolato in 31 domande a risposta chiusa. Sono previste tre opzioni di risposta. L'esame si svolge nelle forme stabilite dall'art. 23 del Regolamento Didattico di Ateneo. La prova è costruita in modo tale da far emergere il livello di conoscenza dei contenuti dimostrato (superficiale, appropriato, preciso e completo, completo e approfondito), la capacità di applicare i concetti teorici (errori nell’applicare i concetti, discreta, buona, ben consolidata), la capacità di senso critico e di formulazione di giudizi (sufficiente, buona, ottima). La valutazione della prova e la conseguente attribuzione del voto finale avviene attribuendo un punto per ogni risposta esatta. Nel caso in cui tutte le 31 risposte risultino corrette vengono attribuiti 30 punti e la lode. Non sono previste penalizzazioni nel caso di risposte errate. Durante il corso sono svolte esercitazioni scritte nella stessa modalità sopra descritta, ma che non concorrono alla definizione del voto d'esame. La valutazione delle prove è sia individuale sia collettiva e consente al docente di fornire indicazioni specifiche al singolo studente o complessive, di organizzare eventuali interventi (ulteriori esercitazioni, tutoraggio, ecc.) volti a migliorare l'apprendimento degli argomenti di affrontati durante il corso.

Luogo lezioni

Scuola Sottufficiali dell'Esercito, strada Cassia Cimina Viterbo

Orario lezioni

Gli orari sono stabiliti all'interno della Scuola, concordati con i docenti di riferimento e comunicati a tutti gli studenti frequentanti. Le lezioni sono riservate agli Allievi frequentanti i corsi all'interno della Scuola.

Comunicazioni