Scheda Insegnamento: Chimica A.A. 2017/2018
  • Corso di Laurea: TECNOLOGIE ALIMENTARI ED ENOLOGICHE (L-26)
  • Codice: 17756
  • Crediti: 11
  • Anno Off. Formativa: 2017/2018
  • Anno di Corso: 1
  • Erogazione: I semestre
  • Docente:PATRIZIO CECCHI

Modulo : 1 Cfu(5)

Programma

Nozioni introduttive e inquadramento della Chimica in relazione ad altre discipline scientifiche.
Materia, suoi costituenti essenziali, elementi chimici, molecole, sostanze pure, miscele omogenee ed eterogenee.
Misure e proprietà delle sostanze. Teoria atomica. Modello di Bohr. Modello quanto-meccanico. Numeri quantici. Orbitali atomici, significato e rappresentazione geometrica. Principio dell'Aufbau. Sistema periodico. Proprietà periodiche degli elementi: raggi atomici e ionici, potenziali di ionizzazione, affinità elettronica, elettronegatività. Atomi, numero atomico, numero di massa, isotopi. Radioattività e decadimento radioattivo, cenni. Molecole e ioni.

Legame chimico
Legame covalente, legame dativo, legami semplici, doppi, tripli. Legame ionico e legame metallico. Struttura di Lewis e regola dell'ottetto. Ibridizzazione e geometria molecolare. Risonanza. Ioni complessi, composizione e geometria. Legami intermolecolari. Forze di London. Forze dipolari. Legame idrogeno.

Elementi di termodinamica
Sistemi aperti, chiusi, isolati. Funzioni di stato. Trasformazioni reversibili e irreversibili. Trasformazioni isoterme, isobare, isocore, adiabatiche. Calore, lavoro, energia interna. Entalpia e legge di Hess. Prima legge della termodinamica. Entropia e seconda legge della termodinamica. Energia libera e spontaneità di una reazione.

Stato gassoso
Leggi empiriche dello stato gassoso. Principio di Avogadro. Modello di gas ideale ed equazione di stato. Miscele gassose, legge di Dalton. Pressioni e volumi parziali, frazioni molari.

Reazioni chimiche
Reazioni di precipitazione. Reazioni acido-base. Reazioni di ossidoriduzione. Bilanciamento.

Soluzioni
Processo di solubilizzazione, soluzioni ideali. Concentrazioni dei soluti. Proprietà delle soluzioni ideali, legge di Raoult. Proprietà colligative. Grado di dissociazione, binomio di Van't Hoff.

Equilibrio chimico
Equilibri omogenei e eterogenei. Costante di Equilibrio. Espressione della costante di equilibrio. Dipendenza della costante di equilibrio dalla temperatura. Principio di Le Chatelier, applicazioni all'equilibrio chimico.

Equilibri in soluzione
Equilibrio acido-base. Prodotto ionico dell'acqua. Forza degli acidi e delle basi. Soluzione tampone, titolazioni acido-base, indicatori. Idrolisi salina. Calcolo del pH. Equilibri di precipitazione. Prodotto di solubilità. Effetto dello ione comune.

Cinetica
Velocità di reazione e concentrazione. Ordine di reazione. Energia di attivazione e stato di transizione. Velocità di reazione e temperatura.

Stato solido
Stato solido, proprietà dello stato cristallino, struttura reticolare, anisotropia. Solidi ionici, covalenti, molecolari, metallici. Metalli e leghe.

Elementi di Stechiometria
Nomenclatura. Numero di Avogadro e mole. Formula minima e formula molecolare. Bilanciamento di un'equazione chimica. Numeri di ossidazione e reazioni di ossido-riduzione. Correlazioni ponderali nelle reazioni chimiche, resa percentuale. Concentrazione, miscelazione e diluizione delle soluzioni. Calcolo del pH. Solubilità.

Chimica inorganica descrittiva: Ossidi, Anidridi, Idrossidi, Idrossiacidi, Idracidi, Sali, Alogenuri, Ossoalogenuri, Nitruri, Carburi e loro principali derivati e affini.

Testi consigliati

M. Silbeberg, Chimica, McGraw Hill, 3a Edizione
Dispense dal materiale utilizzato a lezione
F. Cacace, M. Schiavello, Stechiometria, Bulzoni
P. Michelin Lausarot, G. A. Vaglio, Stechiometria per la Chimica Generale, Piccin

Altro
Raccolta di esercizi d'esame degli anni precedenti

Propedeuticità

Nessuna

Frequenza

Facoltativa

Metodologia didattica

Ore lezione: 35

Valutazione del profitto

Prova in itinere, prova scritta, prova orale

Descrizione dei metodi di accertamento

L'esame consiste in una prova scritta e una orale Lo scritto superato (voto minimo 16/30) permette di accedere alla prova orale. La prova scritta (intera) può essere suddivisa in due parti, di cui la prova in itinere è la la prima. La prova in itinere, da svolgersi a circa metà corso, è facoltativa, verte sulla parte del programma svolto e vale metà dell'intera prova scritta. In tal caso chi l'ha superata può fare la seconda metà di scritto nelle date previste della sessione a fine corso (non più nelle sessioni successive), oppure può fare la prova scritta per intero in ogni data prevista. Per ogni prova scritta sarà necessario servirsi di una calcolatrice scientifica, non è ammesso l'uso telefoni cellulari, tablet, notebook e simili. Lo scritto (intero) superato vale, ai fini dell'accesso all'orale, per le prime tre sessioni d'esame, poi scade. Per esempio, se il corso si svolge nel primo semestre la prima sessione è quella invernale, la seconda è quella estiva e la terza quella autunnale (ogni sessione comprende, di regola, più di una data per scritto e per orale), ma non vale più per la nuova sessione invernale.

Luogo lezioni

Orario lezioni

Comunicazioni

Il Dott. Patrizio Cecchi riceverà gli studenti il MARTEDI' 14.30-17.30, MERCOLEDI' 14.30-17.30, in una delle stanze 304 o 312 del Dipartimento per la Innovazione nei sistemi Biologici, Agroalimentari e Forestali (DIBAF) Blocco D, II piano. Sono possibili altri orari a richiesta. E-mail: cecchi@unitus.it. Tel.: 3394623566, 0761 357025, 0761 357052.



  • Corso di Laurea: TECNOLOGIE ALIMENTARI ED ENOLOGICHE (L-26)
  • Codice: 17756
  • Crediti: 11
  • Anno Off. Formativa: 2017/2018
  • Anno di Corso: 1
  • Erogazione: II semestre
  • Docente:ALESSANDRO D'ANNIBALE

Modulo : 2 Cfu(3)

Programma

Introduzione alla Chimica del Carbonio - Struttura e legame chimico (interazioni ioniche, legami covalenti polarizzati e non)- Orbitali ibridi - Interazioni deboli (interazioni dipolo-dipolo, forze di Van der Waals e legame idrogeno) - acidi e basi – Risonanza - Nomenclatura IUPAC - Gruppi funzionali- Isomeri di struttura - Stereoisomeria (geometrica, enantiomeri, diasteroemeri, forme meso) - Idrocarburi alifatici (alcani, alcheni e alchini)- Analisi conformazionale alcani - Alcheni: reazioni di addizione elettrofila - Composti aromatici e reazioni di sostituzione elettrofila - Alogenuri alchilici. reazioni SN1, SN2, E1, E2 e E1cb - Fenoli - Alcoli- Eteri- Aldeidi e chetoni e reazioni di addizione nucleofila

Obiettivi formativi: Gli studenti verranno introdotti allo studio della chimica dei composti organici attraverso la conoscenza dei principali gruppi funzionali. In particolare verrà affrontato lo studio della struttura e della reattività di composti organici cominciando dagli idrocarburi (alcani, alcheni ed alchini) per finire ai composti organici contenenti eteroatomi come gli alcoli e i composti carbonilici e le ammine. Una parte del corso riguarderà lo studio dei sistemi aromatici,
Risultati di apprendimento attesi: lo studente acquisirà la capacità di attribuire il nome IUPAC alle molecole organiche, di riconoscere le varie tipologie di reazioni chimiche e descrivere con terminologia appropriata i meccanismi di reazione. La CAPACITÀ DI APPRENDIMENTO verrà stimolata attraverso il coinvolgimento attivo degli studenti attraverso discussioni orali in aula ed esercizi scritti su temi specifici inerenti il corso.

Testi consigliati

Materiale del corso reso disponibile attraverso la piattaforma Moodle
John Mc Murry "Fondamenti di Chimica Organica" Zanichelli
Solomons "Chimica Organica" Grasso Editore

Propedeuticità

Nessuna

Frequenza

Facoltativa

Metodologia didattica

Ore lezione: 20

Valutazione del profitto

Prova orale

Descrizione dei metodi di accertamento

Le domande avranno come obiettivo la verifica degli obiettivi di apprendimento: L'esame finale è una prova orale in cui si verifica la conoscenza delle proprietà generali delle molecole organiche e si accerta la capacità di attribuire un nome sistematico a strutture mostrate o, viceversa, a scrivere la struttura molecolare a partire dal nome sistematico. Viene anche accertata la capacità di descrivere nel dettaglio il meccanismo di una reazione organica e le eventuali implicazionio energetiche nl caso di reazioni a più stadi Il calendario degli appelli e l'iscrizione agli appelli di esame viene fatta tramite il portale di Ateneo.

Luogo lezioni

Orario lezioni

Comunicazioni

Il docente riceve il martedì dalle ore 11:00 alle 14:30 presso il suo studio (vecchi edificio Agraria, primo piano).



  • Corso di Laurea: TECNOLOGIE ALIMENTARI ED ENOLOGICHE (L-26)
  • Codice: 17756
  • Crediti: 11
  • Anno Off. Formativa: 2017/2018
  • Anno di Corso: 1
  • Erogazione: II semestre
  • Docente:ALESSANDRO D'ANNIBALE

Modulo : 3 Cfu(3)

Programma

Acidi carbossilici e derivati – Reazioni di sostituzione nucleofila - Ammine - Esteri e ammidi- Carboidrati (classificazione, proprietà, stereochimica, epimeri, anomeri, monosaccaridi, disaccaridi e polisaccaridi di interesse alimentare e tecnologico)- Lipidi (classificazione, proprietà, acidi grassi, triacilgliceroli, fosfolipidi, sfingolipidi, terpeni, steroidi, cere, eicosanoidi)- Amminoacidi proteici e non proteici (struttura, proprietà acido base)

Obiettivi formativi: Gli studenti verranno introdotti allo studio della chimica dei composti organici attraverso la conoscenza dei principali gruppi funzionali. In particolare verrà affrontato lo studio della struttura e della reattività di composti organici cominciando dagli idrocarburi (alcani, alcheni ed alchini) per finire ai composti organici contenenti eteroatomi come gli alcoli e i composti carbonilici e le ammine. Una parte del corso riguarderà lo studio dei sistemi aromatici, Questa sezione del corso sarà dedicata ad acidi carbossilici e derivati (esteri, tioesteri, anidridi, ammidi, acilfosfati, acilalogenuri) con particolare attenzione alle reazioni di sostituzione nucleofila. Nella parte terminale del corso, verrà proposta una rassegna sulle biomolecole (zuccheri, amminoacidi e lipidi).
Risultati di apprendimento attesi: lo studente acquisirà la capacità di attribuire il nome IUPAC alle molecole organiche, di riconoscere le varie tipologie di reazioni chimiche e descrivere schemi di reazioni. La CAPACITÀ DI APPRENDIMENTO verrà stimolata attraverso il coinvolgimento attivo degli studenti attraverso discussioni orali in aula ed esercizi scritti su temi specifici inerenti il corso.

Testi consigliati

Materiale del corso reso disponibile attraverso la piattaforma Moodle
John Mc Murry "Fondamenti di Chimica Organica" Zanichelli
Solomons "Chimica Organica" Grasso Editore

Propedeuticità

Nessuna

Frequenza

Facoltativa

Metodologia didattica

Ore lezione: 16

Valutazione del profitto

Prova orale

Descrizione dei metodi di accertamento

Come descritto nel Modulo I

Luogo lezioni

Orario lezioni

Comunicazioni

Il docente riceve il martedì dalle ore 11:00 alle 14:30 presso il suo studio (vecchi edificio Agraria, primo piano).