Scheda Insegnamento: Economia, legislazione e tecnologie forestali ed ambientali A.A. 2016/2017
  • Corso di Laurea: SCIENZE DELLA MONTAGNA (L-25 Rieti)
  • Codice: 17949
  • Crediti: 13
  • Anno Off. Formativa: 2016/2017
  • Anno di Corso: 3
  • Erogazione: II semestre
  • Docente:A CONTRATTO DOCENTE

Modulo : 1 Cfu(7)

Programma


Fondamenti di Economia
Principi di economia politica
Economia forestale: i prodotti e i servizi dei boschi, azienda forestale
Il mercato dei prodotti forestali
Applicazioni di calcolo finanziario:
interesse semplice e composto, annualità, periodicità
capitalizzazione dei redditi
Nozioni statistiche, confronti e valori medi
Estimo generale:
concetti fondamentali e aspetti economici dei beni
metodo e procedimenti di stima
consulenze tecniche, arbitrato
stima dei fondi rustici e forestali
Estimo forestale:
valutazione del capitale terra
metodi di stima dei boschi
Estimo ambientale:
casistica estimativa di varie tipologie di danno ambientale
Estimo professionale:
stima per espropriazioni
stime di servitù prediali
stime relative ad enfiteusi
casi di stima di usi civici
stime per successioni e divisioni ereditarie
stima delle cave
contabilità dei lavori per opere pubbliche e private
Catasto
generalità, caratteristiche , problematiche

Testi consigliati

Testo: Elementi di economia ed estimo forestale ambientale di Maurizio Merlo, Patro Editore Bologna

Propedeuticità

Frequenza

Facoltativa

Metodologia didattica

Ore lezione: 56

Valutazione del profitto

Prova orale, esercitazioni

Descrizione dei metodi di accertamento

Luogo lezioni

Via Angelo Maria Ricci 35/A 02100 Rieti

Orario lezioni

come da orario pubblicato sul sito

Comunicazioni




  • Corso di Laurea: SCIENZE DELLA MONTAGNA (L-25 Rieti)
  • Codice: 17949
  • Crediti: 13
  • Anno Off. Formativa: 2016/2017
  • Anno di Corso: 3
  • Erogazione: II semestre
  • Docente:RODOLFO PICCHIO

Modulo : 2 Cfu(6)

Programma

a) OBIETTIVI FORMATIVI
Il corso mira all’acquisizione di conoscenze avanzate rivolte all’effettiva applicazione di progetti selvicolturali. In particolare attraverso la scienza delle Utilizzazioni forestali si forniranno le basi per applicare una gestione forestale sostenibile. Inoltre verranno forniti i criteri per la gestione dei sistemi agro-forestali rivolti alla produzione di biomassa legnosa a scopi energetici.
b) RISULTATI DI APPRENDIMENTO ATTESI
Al termine dell’insegnamento gli studenti dovranno essere in grado di:
1) conoscere i principi legislativi e tecnici che regolano le utilizzazioni forestali in Italia e all’estero;
2) analizzare un progetto selvicolturale e renderlo esecutivo attraverso le tecniche scaturite dalle utilizzazioni forestali a basso impatto;
3) saper operare in autonomia nel valutare la corretta esecuzione delle utilizzazioni forestali eseguite nell’ambito di un progetto di taglio;
4) acquisire capacità comunicative a livello tecnico e scientifico, rivolte a presentare propriamente i propri argomenti o esprimere valutazioni su casi concreti.
5) avere le capacità di saper cercare ed apprendere le innovazioni scientifiche e tecnologiche rivolte al settore delle utilizzazioni forestali, facendo uso di banche dati nazionali ed internazionali ufficialmente riconosciute.
c) PROGRAMMA
Conoscenza e studio delle tecnologie per le operazioni forestali ambientalmente compatibili da impiegare in ambiente montano. Efficiente uso delle risorse quali energia, acqua, risorse umane. Minimizzazione della produzione globale di residui e di emissioni, Minimizzazione degli impatti alle strutture forestali e alle funzioni ambientali. In particolare questi criteri per una gestione forestale sostenibile attraverso le utilizzazioni forestali, verranno differenziati in funzione delle varie forme di governo (fustaia, ceduo, ceduo composto), di trattamento e delle varie tipologie di cure colturali.
Cantieri di gestione del bosco ceduo: ceduo semplice, matricinato, ceduo a sterzo.
Cantieri di gestione del bosco ceduo composto: principali parametri, vantaggi e svantaggi.
Cantieri di conversione dei cedui in fustaia. Conversione per evoluzione naturale, metodo indiretto, metodo diretto. Le trasformazioni.
Inoltre nel complesso verranno fornite le basi per rendere possibile la quantificazione e qualificazione delle attività di utilizzazione forestale, attraverso i più comuni protocolli armonizzati per lo studio dei lavori forestali. Nello specifico gli argomenti trattati saranno: studio dei tempi di lavoro e produttività, studio dei costi di utilizzazione, studio dei bilanci energetici dei cantieri forestali, studio degli impatti al suolo e soprassuolo delle utilizzazioni.

Testi consigliati

- Dispense del corso caricate dal docente sulla piattaforma Moodle.
- Verani S., Sperandio G., Picchio R., Savelli S., La raccolta della biomassa forestale. Tecniche, economia e sicurezza sul lavoro. Monterotondo (Roma): Grafica Salaria, 2009, vol. 1, p. 50.

Propedeuticità

Consigliate: Matematica ed elementi di fisica; Ecologia, dendrometria e selvicoltura.

Frequenza

Facoltativa

Metodologia didattica

Ore lezione: 48

Valutazione del profitto

Prova orale, esercitazioni

Descrizione dei metodi di accertamento

Nella valutazione della prova orale per l’attribuzione del voto finale si valuterà il livello acquisito di conoscenza, abilità e competenza con particolare riferimento alla comprensione critica di principi, teorie e procedure necessari nell'ambito delle utilizzazioni forestali. Inoltre verrà valutata la padronanza nel risolvere problemi di gestione forestale e le competenze nel gestire progetti tecnici di utilizzazioni forestali assumendo la responsabilità di decisioni in contesti di lavoro. In particolare, verrà verificata l'acquisizione da parte dello studente delle capacità di applicare in casi concreti - derivati ad esempio dalle esercitazioni di campo - i concetti teorici attraverso ragionamenti di analisi e sintesi, che comprendano anche i collegamenti interdisciplinari.

Luogo lezioni

Via Angelo Maria Ricci 35/A 02100 Rieti

Orario lezioni

come da orario pubblicato sul sito

Comunicazioni

Martedì 11.00-14.00
Per ulteriori necessità si prega di prendere appuntamento via mail: r.picchio@unitus.it