Scheda Insegnamento: Archeologia medievale A.A. 2017/2018
  • Corso di Laurea: CONSERVAZIONE E RESTAURO DEI BENI CULTURALI (LMR/02 abilitante ai sensi del D.Lgs n.42/2004)
  • Codice: 17971
  • Crediti: 8
  • Anno Off. Formativa: 2017/2018
  • Anno di Corso: 2
  • Erogazione: II semestre
  • Docente: MARIA ELISABETTA DE MINICIS

Programma

Elementi di archeologia medievale.Edilizia in città e campagna tra alto e pieno medioevo

Obiettivo del corso è quello di fornire agli studenti un livello di apprendimento che soddisfi una conoscenza di base della materia con la possibilità di conoscere e comprendere la metodologia archeologica con cui vengono affrontati i grandi temi del Medioevo. Si presentano così nel corso quegli aspetti che rispecchiano esigenze di apprendimento largamente previste nella formazione di coloro che affrontano le problematiche legate alla conservazione, valorizzazione e fruizione dei Beni Culturali. Risulati attesi sono, oltre alla conoscenza dei temi trattati, la capacità di comunicare i dati acquisiti.

Il corso è articolato in due parti: una prima parte di carattere generale dove verranno introdotti i principali temi che riguardano l'archeologia medievale,. Seguendo il processo di trasformazione avvenuto, in città e campagna, tra IV e XIII secolo, verranno illustrate, per grandi linee le principali metodologie di studio affrontate dall'archeologia medievale: archeologia funeraria, archeologia urbana, archeologia dell'architettura e archeologia della produzione. Saranno dedicate a questa prima parte del corso 12 lezioni frontali di due ore ciascuna. Nella seconda parte del corso sarà preso ad esempio uno dei temi, alla luce delle più recenti acquisizioni, affrontati dagli studiosi della materia, Quest'anno si parlerà di edilizia in città e campagna tra alto e pieno medioevo. A questo argomento saranno dedicate 12 lezioni frontali di due ore ciascuna.

Testi consigliati

Elementi di archeologia medievale

P. Delogu, R. Hodges, R. Francovich, Archeologia medievale, in “Archeo”, 77, 1991, pp.54-71; pp. 90-95
A. Augenti, Archeologia dell’Italia medievale, Editori Laterza, Roma-Bari 2016, pp. 8-15, pp.27-157, pp.185-239.
E. De Minicis (a cura di), Insediamenti rupestri medievali della Tuscia, I. Le abitazioni (Museo della città e del territorio, 17), Roma 2002, Introduzione, pp. 9-34
N. Cuomo Di Caprio, La ceramica in archeologia, Roma 1985, pp. 17-150

R. Santangeli Valenzani, Edilizia residenziale in Italia nell’altomedioevo, Carocci Editore, Roma 2011, pp.15 -116, 129-144
E. De Minicis, L’architettura pubblica e del potere, in Il mondo dell’archeologia, I, Treccani 2000, pp. 162-165.
T. Mannoni, Torri e funzioni in Case e torri medievali, III (Museo della città e del territorio, 26), a cura di E. De Minicis, E. Guidoni, Roma 2005, pp. 60-66.
E. De Minicis, Le torri urbane tra XI e XIII secolo: indagini in area laziale, in Case e torri medievali, II (Museo della città e del territorio, 12), a cura di E.De Minicis, E.Guidoni, Roma 2001, pp.9-14
E. De Minicis, La strada e la torre: l’esempio di Vetralla, in Case e torri medievali, III (Museo della città e del territorio, 26), a cura di E. De Minicis, E. Guidoni, Roma 2005, pp. 287-297 F.Redi, Pisa com’era: archeologia, urbanistica e strutture materiali (secoli V-XIV), Liguori Editore, Napoli 1991, in particolare Edilizia civile, pp.177-198
E. De Minicis, Edilizia comune e cultura cistercense: la casa medievale in via Gallo a Priverno, in Case e torri medievali, I (Museo della città e del territorio, 7), a cura di E. De Minicis, E. Guidoni, Roma 1996, pp. 186-200
A. Molinari, Edilizia pubblica e privata nella Segesta medievale,in “Castrum 6. Maisons et espaçes domestiques dans le monde méditerranéen au moyen age”, a cura di A.Bazzana, E.Hubert, Rome-Madrid 2000, pp. 177-191
E. De Minicis, Abitare nel medioevo: l’esempio delle case a portico in area laziale, in “Archeologia e storia a Nepi, II”, a cura di S.Francocci, Davide Ghaleb Editore, Vetralla 2014, pp.11-21.
(Case a Viterbo: un approccio di studio stratigrafico)
G. Cesarini, Le case medievali di Piano Scarano a Viterbo: genesi e tipologie, in Case e torri medievali, II (Museo della città e del territorio, 12), a cura di E. De Minicis, E. Guidoni, Edizioni Kappa, Roma 2001, pp. 178-188
G.Romagnoli, Case medievali nell’area di Vallepiatta a Viterbo, in Case e torri medievali, III, (Museo della città e del territorio, 26), a cura di E. De Minicis, E. Guidoni, Roma 2005, pp. 181-187
F. Giancotta, Edilizia medievale a Viterbo analisi stratigrafica di un edificio campione nel suo contesto storico-topografico, in Case e torri medievali, IV (Museo della città e del territorio, n.s. 3), a cura di E. De Minicis, Edizioni Kappa, Roma 2014, pp.291-295

Propedeuticità

Vengono organizzate delle visite guidate dal docente, qualora il programma lo richieda. Si consiglia per una migliore fruizione del corso, di sostenere prima l'esame di Storia medievale. Qualora non fosse previsto dal piano di studio, si consiglia di riprendere, per l'età medievale, il testo di storia della formazione scolastica

Frequenza

Facoltativa

Metodologia didattica

Ore lezione: 48

Valutazione del profitto

Prova orale, esercitazioni

Descrizione dei metodi di accertamento

Saranno valutate le capacità di apprendimento degli argomenti di base attraverso l'interrogazione sui testi consigliati tenendo conto, oltre alle conoscenze acquisite, anche dell'abilità dei singoli di collegare gli argomenti trattati e di inserirli nel contesto storico di riferimento. Il giudizio finale terrà conto di questi elementi ma anche, nel caso di studenti frequentanti, della possibilità di arricchire gli argomenti con ulteriori strumenti forniti durante le lezioni.

Luogo lezioni

Orario lezioni

Il calendario delle lezioni verrà pubblicato sul dito del Dipartimento https://www.unitus.it/it/dipartimento/dibaf/guida-dello-studente3/articolo/orario-delle-lezioni-e-date-di-inizio2

Comunicazioni

Ricevimento agli studenti: Mercoledì dalle 10,30 alle 13