Scheda Insegnamento: Storia dell'arte contemporanea A.A. 2017/2018
  • Corso di Laurea: ARCHEOLOGIA E STORIA DELL'ARTE. TUTELA E VALORIZZAZIONE (LM-89)
  • Codice: 18042
  • Crediti: 8
  • Anno Off. Formativa: 2017/2018
  • Anno di Corso: 2
  • Erogazione: I semestre
  • Docente: PATRIZIA MANIA

Programma

Titolo del corso:
Questioni di vita nelle opere d'arte contemporanea

Il corso intende delineare un percorso che dagli anni 70 giunge fino ad oggi attraverso alcune peculiarità di provvisorietà e precarietà specifiche della produzione artistica contemporanea e configurabili come identitarie. Tali aspetti legati sia alle materie impiegate al costituirsi dell’opera –spesso materiali organici e quindi facilmente deperibili- ; sia ai modi linguistici prescelti (performance e installazione) verranno esaminati a partire da un preliminare riferimento alle avanguardie storiche e alle poetiche dell’Informale considerate tappe anticipatorie dei fenomeni esplorati. Si passerà poi in rassegna alcune opere “poveriste” nelle quali l’impiego di materiali organici le pone in una condizione di perenne trasformazione e l’affermazione parallela delle pratiche comportamentali. Su quest’ultimo aspetto si approfondirà in particolare l’esame della mostra "When attitudes Become Form". La condivisione dell’opera come prassi a partire dall’innesto dei saperi artigianali e della loro cooptazione comunitaria (da Alighiero Boetti a Claudia Losi).
Infine, alla luce del percorso tracciato e delle problematiche indagate, verrà delineato il dibattito teorico critico sulla “vita” delle opere d’arte contemporanea.

Testi consigliati


- Hans Ulrich Obrist, “Fare una mostra”, UTET, 2014
- Nicolas Bourriaud, "Forme di vita. L’arte moderna e l’invenzione del sé", Milano, postmediabooks, 2015
- Patrizia Mania, Raffaella Petrilli, Elisabetta Cristallini (a cura di), "Arte sui muri della città. Street Art e Urban Art: questioni aperte", Roma, Round Robin editrice, 2017.
- Bruce Altshuler, “Biennials and Beyond. Exhibitions That Made Art History 1962-2002”, Phaidon, 2013 (pp.93-110).
- Dispense sul corso fornite dal docente
In aggiunta, uno dei volumi sotto riportati a scelta:
- Hal Foster, “Il ritorno del reale. L’avanguardia alla fine del Novecento”, Milano, postmediabooks, 2006
- Boris Groys, “Art Power”, Postmediabooks, 2012
- Elisabetta Cristallini, “Tra arte e architettura. Negli anni della ricostruzione 1945-1955”, Gangemi, 2017
- -David Joselit, ”Dopo l’arte”, Postmediabooks, 2013
- Cristina Baldacci, “Archivi impossibili. Un’ossessione dell’arte contemporanea!, Johan & Levi, 2016
Ulteriori indicazioni bibliografiche verranno fornite nel corso delle lezioni

Propedeuticità

Si consiglia di preparare l'esame avendo già acquisito una conoscenza storica e storico artistica del periodo preso in esame.

Frequenza

Facoltativa

Metodologia didattica

Ore lezione: 48

Valutazione del profitto

Prova in itinere, prova scritta, prova orale

Descrizione dei metodi di accertamento

L’apprendimento sarà verificato tramite una prova scritta in itinere e un colloquio orale con votazione espressa in trentesimi.
La prova scritta in itinere verterà sulla redazione di una scheda storico-critica su uno degli argomenti trattati nel corso e concordato con il docente.
In ogni colloquio saranno presenti due tipi di domande:
1) Una di carattere generale, per valutare la capacità di contestualizzare storicamente i fenomeni dell’arte contemporanea; individuare le questioni principali; esporre con chiarezza le peculiarità tecniche e concettuali dell’opera d’arte adoperando il linguaggio specifico degli studi storico-artistici;
2) Una domanda rivolta all’analisi storico-critica di alcune opere per valutare le competenze acquisite nella comprensione e interpretazione delle stesse

Luogo lezioni

ex disbec

Orario lezioni

http://www.unitus.it/it/dipartimento/distu/archeologia-e-storia-dellarte-tutela-e-valorizzazione-lm2lm89/articolo/calendari-e-orari-lm2lm89

Comunicazioni

La Professoressa Patrizia Mania riceve gli studenti il lunedì dalle ore 11 alle 12.


Lunedì 24 settembre 2018 il ricevimento non avrà luogo