Scheda Insegnamento: STORIA DELL'ARTE DEI PAESI EUROPEI A.A. 2017/2018
  • Corso di Laurea: LINGUE E CULTURE PER LA COMUNICAZIONE INTERNAZIONALE (LM-37)
  • Codice: 18174
  • Crediti: 8
  • Anno Off. Formativa: 2017/2018
  • Anno di Corso: 2
  • Erogazione: I semestre
  • Docente: PATRIZIA MANIA

Programma

Titolo del corso: Le emergenze del presente nell’arte contemporanea dell’Europa e dell’area del Mediterraneo
Obiettivi formativi
La conoscenza approfondita della cultura storico-artistica della contemporaneità nell’area geografica dell’Europa e del Mediterraneo. La padronanza degli strumenti teorici e critici necessari all’analisi e all’interpretazione delle opere. Il confronto diretto con le opere.
Risultati dell’apprendimento attesi
Al termine dell’insegnamento gli studenti dovranno essere in grado di:
1) Riconoscere gli aspetti peculiari alla cultura artistica contemporanea europea e mediterranea con riferimento ai protagonisti, alle mostre, alla teoria critica e ai linguaggi impiegati
2) Analizzare i significati e i contesti geo-culturali di riferimento
3) Riferire delle caratteristiche identitarie delle pratiche artistiche contemporanee al cospetto del relativo dibattito teorico nell’area assunta in esame
4) Acquisire competenze nell’ avvicinamento e analisi dell’opera d’arte contemporanea in un quadro di riferimenti interdisciplinari e transculturali.
Titolo del corso: Le emergenze del presente nell’arte contemporanea dell’Europa e dell’area del Mediterraneo
Il corso intende delineare le caratteristiche linguistiche e tematiche dell’arte contemporanea in Europa e nell’area del Mediterraneo in un arco temporale compreso tra il 1989 ed oggi. A partire da una controversa mostra come “Les Magiciens de la Terre”(1989) che ha avviato il dibattito intorno alle questioni dell’alterità e dell’impiego di modalità artistiche relegate ad ambiti minoritari della storia dell’arte come le pratiche artigianali si attraverseranno snodi e dibattiti per comporre un quadro dei fermenti e delle questioni che animano il contesto geografico assunto in esame.
- Attorno ad una mostra “Les Magiciens de la terre”(1989)
- Le rassegne d’arte europee e mediterranee
- Le pratiche performative e il legame con i rituali tradizionali
- Il rapporto con l’artigianato
- Il rapporto con il paesaggio (arte urbana, installazioni site-specific, street art)
- Le emergenze umanitarie nell’arte
- Le pratiche della condivisione comunitaria
- Lezione fuori sede: MAXXI, Roma
- Lezione fuori sede: Gallerie d’arte contemporanea, Roma

Testi consigliati


Bibliografia specifica:
Nicolas Bourriaud, "Il radicante", Postmediabooks, 2014
Patrizia Mania, "Racconti mediterranei. Immagini, memorie, azioni nell’arte contemporanea", Roma, Round Robin editrice, 2017
Roberto Pinto, “Nuove geografie artistiche. Le mostre al tempo della globalizzazione”, Postmediabooks, 2012.
Teresa Macrì, “Fallimento”, Postmediabooks, 2017
E’ richiesta inoltre la conoscenza di uno dei libri riportati nell’elenco:
- Foster Hal, "Il ritorno del reale. L’avanguardia alla fine del Novecento", 2006, Postmedia Srl, Milano. [1996, Massachussets Institute of Technology].
- Belting H., Birken J., Buddensieg A. e Weibel P., eds. "Global Studies. Mapping Contemporary Art and Culture", Hatje Cantz Verlag, Ostifldern, 2011.
- De Cecco, E., ed., "Passaggi a Sud Est: sguardi di artiste tra storia, memoria, attraversamenti" (UDI), Palazzo dei Diamanti, Ferrara, 2006.
- Patrizia Mania, Raffaella Petrilli, Elisabetta Cristallini (a cura di), "Arte sui muri della città. Street Art e Urban Art: questioni aperte", Roma, Round Robin editrice, 2017

Studenti non frequentanti:
Per l'ulteriore bibliografia di riferimento si invitano gli studenti a contattare il docente.

Propedeuticità

Si consiglia di preparare l'esame avendo già acquisito una conoscenza storica e storico artistica del periodo preso in esame. Conoscenza di un manuale a scelta tra: Giulio Carlo Argan, Achille Bonito Oliva, "L'arte moderna 1770-1970. L'arte oltre il Duemila", Sansoni, 2002. Gillo Dorfles, Angela Vettese, "Novecento e oltre", Atlas, 2008

Frequenza

Facoltativa

Metodologia didattica

Ore lezione: 48

Valutazione del profitto

Prova in itinere, prova scritta, prova orale

Descrizione dei metodi di accertamento

L’apprendimento sarà verificato tramite prova scritta in itinere e colloquio orale con votazione espressa in trentesimi.
(frequentanti) Viene richiesta la redazione di cinque schede storico-critiche su specifici argomenti del corso concordati con il docente. Oltre alla valutazione di questa parte scritta, l'esame consisterà in una verifica orale sugli argomenti sviluppati nel corso.
Nel dettaglio: il 50% della valutazione concernerà la verifica delle conoscenze e competenze acquisite nella lettura storiografica e critica delle opere d'arte oggetto di indagine attraverso le schede storico-critiche elaborate e concordate con il docente da ciascun studente. Il restante 50% consisterà in un colloquio orale teso ad accertare l'avvenuta comprensione degli argomenti trattati nel corso e riferiti alla bibliografia indicata, la capacità d'analisi e di contestualizzazione delle opere e dei processi linguistici sottesi, nel periodo e nell'area geografica di riferimento.

Luogo lezioni

Orario lezioni

Comunicazioni

La Professoressa Patrizia Mania riceve gli studenti il lunedì dalle ore 11 alle 12.



Lunedì 14 maggio 2018 a causa di impegni istituzionali il ricevimento non avrà luogo.