Scheda Insegnamento: Dendrometria ed elementi di assestamento forestale A.A. 2017/2018
  • Corso di Laurea: SCIENZE DELLE FORESTE E DELLA NATURA
  • Codice: 18191
  • Crediti: 6
  • Anno Off. Formativa: 2017/2018
  • Anno di Corso: 2
  • Erogazione: II semestre
  • Docente: LUIGI PORTOGHESI

Programma

1) OBIETTIVI FORMATIVI:
Al termine del corso lo studente sarà in grado di: a) descrivere i principi di funzionamento e le modalità d'uso dei principali strumenti dendrometrici; b) illustrare le modalità di misura del diametro e dell'altezza di un albero o di un campione di alberi nel contesto del bosco; c) esporre le procedure di elaborazione delle misure dendrometriche che consentono la valutazione quantitativa delle principali caratteristiche di un popolamento forestale: composizione specifica, densità, fertilità stazionale, età, struttura, massa legnosa, produzione e produttività; d) conoscere gli obiettivi di un piano di assestamento forestale e le principali parti di cui si compone.
Attraverso le esercitazioni svolte in bosco e in aula informatica lo studente sarà in grado di: eseguire, servendosi dei diversi strumenti dendrometrici, la delimitazione di un'area campione, la misura dei diametri degli alberi e della relativa altezza, prove di numerazione angolare, il prelievo di carotine legnose, Sarà, inoltre in grado, di elaborare, tramite un foglio elettronico, le misure effettuate al fine di giungere alla stima delle variabili dendrometriche descrittive delle carateristiche del popolamento più significative ai fini della gestione forestale.
Le conoscenze acquisite metteranno lo studente in condizione di scegliere, in base agli obiettivi del rilievo dendrometrico e al tipo di bosco, gli strumenti dendrometrici da utilizzare per le diverse misure da eseguire e le conseguenti procedure di elaborazione dei dati rilevati.
Al termine del percorso formativo lo studente sarà in grado di redarre una relazione che illustri con testi, tabelle e grafici le modalità di rilievo e le caratteristiche del popolamento forestale dove ha svolto le misure.
L'insieme delle attività svolte nel corso permetterà allo studente di avere consapevolezza del ruolo che la dendrometria svolge a supporto della selvicoltura e dell'assestamento forestale.
2) PROGRAMMA
Definizione e scopi della dendrometria.
Evoluzione del significato delle misure dendroemetriche. Importanza del campionamento in dendrometria.
Il cavallettamento dendrometrico: - uso del cavalletto dendrometrico; - forma e dimensioni delle aree di saggio; -
delimitazione di un'area di saggio; - elaborazione dei risultati di un cavallettamento dendrometrico: le variabili dendrometriche di base di un popolamento forestale: numero di piante, area basimetrica, diametro medio, diametro dominante; - la curva di distribuzione del numero di alberi in classi diametriche.
La misura dell'altezza di un albero; - ipsometro di Blume Leiss, ipsometro Vertex e clisimetro forestale: principi trigonometrici di funzionamento e usa pratico;- criteri di campionamento degli alberi modello delle altezz; - costruzione della curva ipsometrica: metodo grafico e metodo analitico; - altezza media e altezza dominante di un popolamento forestale: determinazione speditiva e rigorosa; - coefficiente di snellezza.
Cubatura di alberi atterrati e popolamenti in piedi: - prototipi dendrometrici; - formula della sezione mediana e della sezione media; - cubatura per sezioni: formula di Heyer, formula dei trapezi, - tavole stereometriche a una e a doppia entrata: caratteristiche e uso; - formula generale di cubatura di un albero e di un soprassuolo in piedi; il coefficiente di riduzione ordinario; - metodi di cubatura con gli alberi modello: il metodo dell'albero modello unico; - cubatura di una catasta di legname; - calcolo della percentuale di corteccia.
Misura dell'età di un albero: metodi diretti e indiretti
Relascopio: - principi di dendrometria relascopica; - il relascopio di Bitterlich: caratteristiche e modalità di uso; - scelta della banda di numerazione: - prove relascopiche adiametriche per la stima dell'area basimetrica di un popolamento forerstale; - prove relascopiche diametriche per la stima dell'area basimetrica e del numero di piante di un popolamento forestale.
Dendroauxonomia: - le curve di massa di un popolamento coetaneo: reale, principale e totale; - incremento corrente, medio e percentuale: definizione e andamento; - le legge dell'auxonomia del popolamento coetaneo; - le tavole alsometriche: definizione e caratteristiche; - l'accrescimento di un popolamento disetaneo (cenni).
Dendroauxometria: - misura dell'incremento di volume degli alberi atterrati: metodo del diametro mediano; - misura dell'incremento di volume di alberi in piedi: formula generale, formule semplificate di pressler e Schneider; - metodo delle differenze di tariffa; - metodo degli inventari successivi.
Elementi di assestamento forestale: - definizione e scopi dell'assestamento forestale; - oggetto, obiettivi e attori del piano di assestamento forestale; - le parti di un piano di assestamento forestale; - i comparti forestali: particelle, comprese, inclusi forestali; - la carta assestamentale.

Testi consigliati

a) La Marca O., 2017 - Elementi di dendrometria. Patron Editore, Bologna, III edizione.
b) Corona P., 2007 - Metodi di inventariazione delle masse e degli incrementi legnosi in assestamento forestale. Dispense didattiche. Editrice Aracne.
c) Corona P., Barbati A., Ferrari B., Portoghesi L., 2011 - Pianificazione ecologica dei sistemi forestali. Compagnia delle foreste, Arezzo.

Propedeuticità

Non è richiesta alcuna propedeuticità. Per la comprensione delle lezioni e il raggiungimento degli obiettivi formativi sono richieste conoscenze di base di matematica, Ecologia forestale e Dendrologia.

Frequenza

Facoltativa

Metodologia didattica

Ore lezione: 48

Valutazione del profitto

Prova orale, esercitazioni

Descrizione dei metodi di accertamento

La prova di accertamento è orale e consiste nella discussione di almeno tre argomenti facenti parte del programma. Nella valutazione della prova si terrà conto: a) del grado di conoscenza dei principi di funzionamento e delle modalità d'uso degli strumenti dendrometrici (insufficiente, sufficiente, medio, completo, approfondito); b) del livello di comprensione e padronanza delle procedure di misura e elaborazione dei dati dendrometrici e dendro-auxometrici (insufficiente, adeguato, eccellente) che verrà valutato anche attraverso esempi di situazioni in cui ci si può trovare a operare in bosco o a partire dalla relazione redatta dallo studente in base ai risultati delle esercitazioni svolte durante il corso, individualmente o in gruppo, Anche la chiarezza espositiva e l'uso corretto della terminologia tecnica della dendrometria saranno considerati come elementi di valutazione.

Luogo lezioni

Orario lezioni

Comunicazioni

Il Prof. Luigi Portoghesi riceve su richiesta degli studenti in giorni e ore da concordarsi al termine delle lezioni in aula, scrivendo una e-mail all'indirizzo lporto@unitus.it o telefonando allo 0761357406.