Scheda Insegnamento: Adattamento e qualità delle risorse forestali A.A. 2017/2018
  • Corso di Laurea: SCIENZE DELLE FORESTE E DELLA NATURA
  • Codice: 18211
  • Crediti: 12
  • Anno Off. Formativa: 2017/2018
  • Anno di Corso: 3
  • Erogazione: I semestre
  • Docente:MANUELA ROMAGNOLI

Modulo : 2 Cfu(6)

Programma

Obiettivo
1) Conoscere ii parametri morfologici, fisici, chimici e meccanici che caratterizzano i singoli legni e che determinano la qualità del materiale.
2) Conoscere le principali metodologie, strumentazioni e problematiche connesse alla misura dei parametri di qualità del materiale.
3) Eseguire le misura e valutare i risultati ottenuti dalle prove di laboratorio interpretandoli in maniera critica in base alla bibliografia e alla normativa tecnica di riferimento.
4) Agire su filiere foresta-legno e sulle filiere per la qualità dei prodotti.

Programma
1.Struttura macroscopica del legno: tessitura, fibratura, durame-alburno, caratteristiche organolettiche del materiale, anelli di accrescimento. Difetti originari del materiale: (nodi, deviazioni di fibratura, legni di reazione, fessurazioni…..).
Laboratorio di descrizione macroscopica e di identificazione dei legni, misura del colore, rugosità.
2. Struttura microscopica del legno: specie a legno omoxilo (conifere) ed eteroxilo (latifoglie).
Attività pratiche riconoscimento microscopico dei legni nazionali e dei principali legni tropicali di importazione.
3. Cenni sulla struttura chimica del legno
Attività pratica: tecniche semplici analitiche e spettroscopiche per la misura dei composti chimici nel legno.
3. Dendrocronologia, radiocarbonio, datazioni incrociate dendrocronologia-radiocarbonio (wiggle matching).
Attività pratiche di costruzione di curve dendrocronologiche, campionamento per analisi di wiggle matching.
4. Alterazione e degrado: alterazione dovuta ad agenti abiotici (reazioni fotochimiche di superficie, scorrimento meccanico), biodeterioramento (funghi della carie, funghi cromogeni, batteri, insetti). Durabilità e classi di rischio.
Attività pratica: identificazione dei principali agenti di degrado del legno, prove semplici di durabilità dei legni, identificazione di classi di rischio in manufatti lignei.
5. Caratterizzazione fisica de legno: Massa volumica, Relazioni legno acqua (ritiri, rigonfiamenti, isteresi igroscopica e di ritiro), Legno elettricità, legno-suono, legno calore
Attività pratica: misura della massa volumica, ritiri e rigonfiamenti, misura dell’umidità, analisi resistografiche.
6. Caratterizzazione meccanica del legno: comportamento del materiale a sollecitazioni di compressione, flessione, usura, durezza, trazione, durezza et.
Attività pratiche. Caratterizzazione meccanica del legno, interpretazione dei grafici sforzo-deformazione, calcolo del modulo elastico.
7. Filiere con la certificazione della qualità del legno e dei prodotti. Principi per la classificazione e il collaudo (tondo, segati etc.)
Attività pratiche. Visita ad aziende di produzione e trasformazione sul territorio e durante le esercitazioni in Trentino.

Conoscenza e capacità di comprensione.
Lo studente conoscerà i principali parametri della qualità del legno, gli strumenti applicativi per determinarla, sarà in grado di cercare e interpretare ed utilizzare nella maniera appropriata la normativa tecnica di riferimento
Acquisisce le conoscenze sui parametri morfologici, fisici, chimici e meccanici che caratterizzano le specie legnose e che determinano la qualità del materiale legno. Impara ad identificare i legni e ad eseguire le misure di qualità valutandoi risultati in maniera critica in base anche ai fattori genetici, ambientali e/o fisiologici dell’albero.
Sa redigere un rapporto tecnico e interpretare in maniera critica i rapporti tecnici di laboratori scientifici specializzati.

Testi consigliati

Nardi Berti (2006). Contributi Scientifico Pratici per una migliore conoscenza del legno
Dispense Bonamini e Uzielli e Zanuttini: Dispense di Tecnologia del Legno, Università degli Studi di Firenze.
Romagnoli M- Dendrocronologia per i Beni Culturali e l’ambiente. Nardini Editore.
Gambetta A 2010. Insetti e Funghi che attaccano il legno. Nardini editore, Firenze.
Liotta G. Insetti che attaccano il legno. Nardini editore
Altri testi di riferimento
Giordano G., 1984. Tecnologia del Legno
Palanti S. 2013. Durabilità del legno
Dispense distribuite a lezione dal docente.
Normatica tecnica di riferimento
Nocetti M. 2013. I Difetti del legno. Quaderni di Sherwood, Ecoalleco libri
Borghini e Massafra (a cura di) 2002. Legni da Ebanisteria.

Propedeuticità

Nessuna

Frequenza

Facoltativa

Metodologia didattica

Ore lezione: 48

Valutazione del profitto

Prova orale, prova pratica, esercitazioni

Descrizione dei metodi di accertamento

Viene attribuito un project work su una tematica all’inizio del corso, alla fine viene chiesta una presentazione power point sui risultati e commenti sui risultati che ne sono conseguiti. L’esame continua con una prova pratica di identificazione del legno e descrizione e si conclude un approfondimento orale sulle tematiche spiegate a lezione.

Luogo lezioni

Orario lezioni

Comunicazioni

per appuntamento da fissare inviando richiesta a mroma@unitus.it



  • Corso di Laurea: SCIENZE DELLE FORESTE E DELLA NATURA
  • Codice: 18211
  • Crediti: 12
  • Anno Off. Formativa: 2017/2018
  • Anno di Corso: 3
  • Erogazione: I semestre
  • Docente:MARIO CIAFFI

Modulo : 1 Cfu(6)

Programma

Testi consigliati

Notes and slides of the lectures provided by the teacher.
Textbook: Forest Genetics (2009), Editors: White T.L., Adams W.T., Neale D.B. ISBN 9781845932855

Propedeuticità

Botanica e Biochimica

Frequenza

Facoltativa

Metodologia didattica

Ore lezione: 48

Valutazione del profitto

Prova orale

Descrizione dei metodi di accertamento

Oral examination based on the individual evaluation of the student by formulating three questions about the different major sections of the course: population genetics, quantitative genetics and genetic improvement of forest trees.

Luogo lezioni

Orario lezioni

Comunicazioni

Il Prof. Ciaffi riceve ogni Martedì dalle ore 15.00 alle 17.00