Scheda Insegnamento: Geologia A.A. 2017/2018
  • Corso di Laurea: SCIENZE DELLE FORESTE E DELLA NATURA
  • Codice: 18214
  • Crediti: 6
  • Anno Off. Formativa: 2017/2018
  • Anno di Corso: 1
  • Erogazione: II semestre
  • Docente: SERGIO MADONNA

Programma

Introduzione al sistema terrestre come un sistema complesso e dinamico: il concetto di resilienza, e di retroazione (feedback), positivo e negativo; riserve e risorse naturali.
Pericolosità e rischio geologico: cambiamenti globali e catastrofi locali; fragilità del territorio Italiano; il dissesto idrogeologico, il ruolo della vegetazione forestale ai fini della salvaguardia dei suoli e delle acque; i costi del dissesto.
Origine ed evoluzione del sistema Terrestre: L'ipotesi della nebulosa; planetesimi e planetoidi; i processi di differenziazione del planetoide terrestre; evoluzione della litosfera della atmosfera della idrosfera e della biosfera. La comparsa della vegetazione terrestre ed i suoi effetti sui processi di erosione e sul ciclo litogenetico.
Struttura e composizione della Terra: le principali suddivisioni ed i metodi di osservazione dell'interno della Terra; dati astronomici ed osservazioni dirette (dati di superficie e perforazioni di sondaggio); le onde sismiche e la sismologia.
Pericolosità e rischio sismico: terremoti e tsunami
Il sistema terrestre e la sua dinamica: atmosfera (le principali celle convettive), idrosfera (meccanismi di circolazione oceanica, il ciclo idrogeologico), litosfera (introduzione alla teoria della tettonica delle placche); il ruolo della biosfera.
Il campo magnetico terrestre: origine ruolo e sue variazioni, paleomagnetismo e datazioni paleomagnetiche
La rappresentazione delle forme del rilievo terrestre: introduzione alle lettura delle carte topografiche.
Cenni sui sistemi informativi territoriali e sui GIS open source: il geoportale nazionale ed i portali regionali.
Minerali: minerali e cristalli: principi di classificazione; approccio morfologico allo studio dei cristalli; simmetria e sistemi cristallini; struttura e proprietà dei principali gruppi di minerali costituenti le rocce, i metodi di studio dei minerali utili ad un loro riconoscimento nelle rocce
Introduzione allo studio delle rocce: cenni sui principali gruppi di rocce (ignee, sedimentarie e metamorfiche) e sui principi usati per la loro classificazione; la descrizione delle rocce nella legenda delle carte geologiche (le unità litostratigrafiche), cenni sulla classificazione tecnica delle rocce in base al comportamento meccanico ed alla permeabilità; cenni sulle modalità di circolazione delle acque sotterranee (i principali tipi di acquiferi e di sorgenti), criteri di accorpamento delle rocce in unità litologiche e geomorfologiche aventi caratteristiche simili).
Introduzione alla lettura delle carte geologiche. La Carta Geologica d'Italia in scala 1:100.000; il progetto CARG e lo stato di attuazione della Nuova Carta Geologica d'Italia in scala 1:50.000. Cenni sull'utilizzo dei servizi in rete del Geoportale nazionale e del portale del Servizio Geologico.
La tettonica delle placche ed i processi orogenetici
Processi di deformazioni delle rocce: caratteristiche e nomenclatura dei principali tipi di pieghe e di faglie.
I processi di disgregazione fisica e di alterazione chimica delle rocce ed i loro effetti sulla formazione delle rocce residuali, sul chimismo delle acque, sulla composizione della atmosfera e sulla genesi delle rocce sedimentarie e dei suoli: l'idrolisi dei silicati e la formazione dei minerali argillosi; i processi di dissoluzione delle rocce carbonatiche ed evaporitiche, i processi carsici e pseudocarsici ed i processi di formazione di depositi carbonatici continentali prodotti da acque mineralizzate fredde (speleotemi e calcareous tufa ).
Le Rocce ignee: processi di consolidazione e differenziazione magmatica; i principali gruppi di rocce ignee intrusive ed effusive (classificazione, modalità di messa in posto, descrizione nella legenda delle carte geologiche, cenni sulle caratteristiche tecniche): Le rocce ignee intrusive ipoabissali e filoniane; Le rocce piroclastiche; le lave
I vulcani ed il rischio vulcanico: attività vulcanica e tettonica delle placche; i principali tipi di attività vulcanica; i principali tipi di vulcani; pericolosità e rischio vulcanico; l'attività idrotermale ed i depositi carbonatici continentali prodotti da acque termonimerali.
Le rocce sedimentarie: i processi di erosione trasporto e sedimentazione; classificazione dei principali tipi di rocce sedimentarie; i processi di litificazione e di diagenesi.
I principi della stratigrafia e la Guida Italiana alla classificazione ed alla terminologia Stratigrafica
Il tempo geologico e la sua misura: i fossili e le datazioni relative; i metodi radiometrici di datazione delle rocce; unità cronostratigrafiche e geocronologiche; la scala del tempo geologico e gli eventi di estinzione di massa.
L'ambiente ed i depositi marini : L'ambiente terrigeno, e le rocce silicoclastiche, torbiditiche (Flysch); l'ambiente carbonatico e le rocce carbonatiche marine (calcari e dolomie); gli ambienti di transizione, pelagici ed abissali ed i relativi depositi
L'ambiente ed i depositi costieri: l’azione del moto ondoso, i principali tipi di forme e di depositi litoranei, i problemi di erosione delle coste.
L'ambiente ed i depositi continentali: i processi gravitativi ed il trasporto di massa: i detriti, i depositi di versante e i depositi colluviali ed eluviali; frane e movimenti lenti di versante (soliflusso e reptazione); classificazione e censimenti dei fenomeni franosi; il progetto IFFI.;
L'ambiente ed i depositi continentali: i processi erosivi dovuti all'azione delle acque superficiali: processi e forme fluviali (processi lineari); il concetto di bacino idrografico; depositi alluvionali e lacustri, il concetto di profilo di equilibro e di livello di base di un corso d'acqua, i depositi terrazzati; le alluvioni ed i fenomeni di dissesto legati all'azione delle acque superficiali; dilavamento erosione accelerata e perdita dei suoli (processi areali); i fenomeni di erosione calanchiva.
L'ambiente ed i depositi continentali: processi eolici e deserti
L'ambiente ed i depositi continentali: le forme ed i processi glaciali
Le rocce ed i processi metamorfici; strutture metamorfiche; classificazione delle rocce metamorfiche; metamorfismo e tettonica delle placche.
Il sistema climatico terrestre: variazioni climatiche ed eventi climatici estremi
Esercitazioni
Durante il corso verranno svolte delle esercitazioni teorico/pratiche su:
-lettura delle forme del rilievo attraverso le carte topografiche dell'Istituto Geografico Militare e le Carte Tecniche Regionali;
- riconoscimento macroscopico dei principali tipi di rocce;
- esempi di rappresentazione sulle carte geologiche dei principali tipi di di rocce ignee, sedimentarie e metamorfiche e dei principali elementi tettonici (giaciture, faglie, pieghe, sovrascorrimenti, ecc.).
- costruzione ed interpretazione dei profili topografici e geologici;
- utilizzo del geoportale nazionale e di altri siti istituzionali per reperire informazioni di carattere geologico;
- utilizzo delle carte topografiche e geologiche per un inquadramento delle caratteristiche fisiche di una limitata porzione territoriale.
La frequenza alle esercitazione è fortemente consigliata, ma in caso di impedimenti gli studenti sono pregati di contattare di docente in modo da ricevere, in ogni caso, adeguata assistenza per la preparazione dell'esame.

Testi consigliati

Testi consigliati
PRESS F. ,SIEVER R., GROTZINGER J.,JORDAN T.H - Capire La Terra A cura di Lupia Palmieri E. Casa editrice Zanichelli
GISOTTI G.- Le unità di paesaggio - Analisi geomorfologica per la pianificazione territoriale e urbanistica- Dario Flacovio Editore
ISTITUTO GEOGRAFICO MILITARE - Italia - Atlante dei Tipi Geografici Editore:Istituto Geografico Militare Edizione: 2004 Scaricabile gratuitamente dal sito: http://www.igmi.org/pubblicazioni/atlante_tipi_geografici/index.php .
Progetto CARG - Cartografia geologica e geotematica -Linee guida per la realizzazione della Carta Geologica e Geotematica alla scala 1:50.000 Quaderno n1 e n 3 scaricabile gratuitamente dal sito: http://www.apat.gov.it/site/it-IT/Progetti/Progetto_CARG_-_Cartografia_geologica_e_geotematica/Linee_guida/

Presentazioni delle lezioni e materiale didattico integrativo
Tutte le presentazioni delle lezioni, dispense ed altro materiale didattico integrativo sono scaricabili dalla piattaforma moodle. Il materiale è protetto da una password che verrà fornita agli studenti che frequentano il corso (la password per aprire i file può essere richiesta in qualsiasi momento al docente mandando una mail a sermad@unitus.it specificando anno di frequenza, matricola e corso di I livello frequentato).

Altri testi di riferimento o di approfondimento
PALMIERI E. L. & PAROTTO M. - il globo terrestre e la sua evoluzione Ed. Zanichelli - contenuti multimediali test ed esercizi, accessibili al sito della Casa editrice Zanichelli http://online.scuola.zanichelli.it/lupiaglobo6ed/
BUTLER B. C. M, BELL J. - Lettura e interpretazione delle carte geologiche. Zanichelli, Bologna
PALMIERI E. L. & PAROTTO M. Osservare e capire la terra -Ed. Zanichelli - Varie edizioni -contenuti multimediali test ed esercizi, accessibili al sito della Casa editrice Zanichelli http://online.scuola.zanichelli.it/lupiascienzeterra/
SAURO et al. (2005). Dalla carta topografica al paesaggio - Atlante Ragionato. ZetaBeta
SOCIETÀ GEOLOGICA ITALIANA -AVV -Guide Geologiche regionali - VOL 5 LAZIO -BE-MA editrice
MOTTANA A., CRESPI R., LIBORIO G.- Minerali e rocce. Mondadori, Milano.
Le Scienze Edizione italiana di Scientifc American -"500 numeri di Le Scienze" -doppio DVD-Rom contenente la raccolta di tutti gli articoli dei primi 500 numeri.

Propedeuticità

Nessuna propedeuticità obbligatoria. Si consiglia prima dell'inizio del corso una accurata revisione delle nozioni di base di Chimica e di Fisica (acquisite nelle scuole superiori).

Frequenza

Facoltativa

Metodologia didattica

Ore lezione: 48

Valutazione del profitto

Prova in itinere, prova scritta, prova orale, prova pratica, esercitazioni

Descrizione dei metodi di accertamento

Sono previste prove in itinere sotto forma di test, prove pratiche, esercitazioni ed un colloquio orale finale. Tali prove sono riservate esclusivamente agli studenti che frequentano il corso.
Per tutti gli altri studenti l'esame sarà orale, integrato da una prova pratica di riconoscimento di un campione macroscopico di roccia e dalla interpretazione di una carta geologica al fine di un suo utilizzo per un inquadramento di una limitata porzione territoriale.
Lo studente ha la facoltà di portare all l’esame un foglio geologico a scelta Edito dal Servizio Geologico Nazionale, (in vendita presso l’Istituto Poligrafico dello Stato – Piazza Verdi, Roma; o presso alcune librerie concessionarie) ma le domande verteranno comunque su argomenti di carattere generale comuni a tutti i fogli editi dal Servizio Geologico Nazionale; pertanto l’acquisto di un foglio non è indispensabile in quanto le carte sono disponibili in sede per la consultazione o possono essere consultata direttamente on–line sul sito del Servizio Geologico Nazionale.
Durante l’esame lo studente dovrà dimostrare, attraverso una prova pratica, di conoscere i criteri per classificare i principali tipi di rocce.
L’esame proseguirà con almeno altre due domande di carattere generale sui principali argomenti del programma allegato.
Costituiranno oggetto di valutazione il grado di approfondimento della materia dimostrato, la capacità di sintesi e l’utilizzo di una terminologia adeguata.
Si ricorda che i termini ed i concetti essenziali sono riassunti alla fine di ogni capitolo del principale testo di riferimento consigliato e che una loro descrizione può essere trovata, oltre che nel testo, anche nel glossario contenuto alla fine del libro, si raccomanda inoltre l’uso dei glossari contenuti nelle Linee guida per la realizzazione della Carta Geologica e Geotematica alla scala 1:50.000.Progetto CARG - Cartografia geologica e geotematica (Quaderno 1 e Glossario per il vulcanico) scaricabili dalla rete e comunque distribuiti a tutti gli studenti che frequentano il corso.

Luogo lezioni

Orario lezioni

Comunicazioni

Durante il I semestre 2017-2018 riceve presso la sede di Viterbo il mercoledi dalle ore 10,00 alle ore 12,00 e presso la sede di Rieti il martedi ed il giovedi dalle ore 10,00 alle ore 11,00. Orari alternativi vanno concordati previo appuntamento, al seguente numero:3207981960 o tramite mail: sermad@unitus.it