Scheda Insegnamento: PROGETTO DI MACCHINE A.A. 2017/2018
  • Corso di Laurea: INGEGNERIA INDUSTRIALE (L-9)
  • Codice: 18334
  • Crediti: 9
  • Anno Off. Formativa: 2017/2018
  • Anno di Corso: 3
  • Erogazione: II semestre
  • Docente:ANDREA LUIGI FACCI

Modulo : 1 Cfu(6)

Programma

Macchine volumetriche motrici: motori a combustione interna. Cicli di riferimento. Classificazione dei motori e tipi di accensione. Diagramma della distribuzione. Espressioni della potenza. Ciclo indicato. Regolazione della potenza. Alimentazione aria. Alimentazione combustibile. Principi di combustione. Sovralimentazione.
Macchine volumetriche operatrici alternative e rotative. Compressore volumetrico alternativo: diagrammi di indicatore ideale e reale. Rendimento volumetrico apparente e di carica. Compressori volumetrici rotativi. Pompe volumetriche alternative. Pompe volumetriche rotative.

Testi consigliati

G. Ferrari - Motori a combustione interna - Il capitello - Torino.
C. Caputo – Le macchine volumetriche – Masson, Milano

Materiale integrativo fornito dal docente reperibile sulla pagina moodle del corso: https://moodle.unitus.it/moodle/course/view.php?id=261

Propedeuticità

Macchine Meccanica dei solidi

Frequenza

Facoltativa

Metodologia didattica

Ore lezione: 48

Valutazione del profitto

Prova orale, prova pratica

Descrizione dei metodi di accertamento

L'esame consisterà in una prova pratico-progettuale da svolgere a casa in gruppi di tre studenti e da una prova orale. La prova pratica è volta all'accertamento delle capacità di applicare i concetti elaborati a lezione all'interno di un progetto complesso ed organico (es. progetto di un riduttore di velocità e del relativo carico), di utilizzare gli strumenti di progettazione (es. codici di calcolo e programmi di disegno) e di collaborare proficuamente all'interno di un gruppo di lavoro. Concorreranno alla formazione del voto della prova pratica la correttezza metodologica, e dei risultati numerici, la chiarezza e la completezza espositiva e la qualità generale dell'elaborato. La partecipazione alla prova orale è subordinata al superamento della prova pratica. Lo scopo della prova orale è quello di valutare la preparazione teorica sugli argomenti del corso. Il voto finale è composto per 2/3 dal voto della prova pratica e da 1/3 dal voto della prova orale.

Luogo lezioni

Aula Ingegneria al DEB, Campus Riello, Largo dell'Università

Orario lezioni

L'orario delle lezioni è di norma stabilito 90 gg prima dell'inizio dei corsi. Non appena disponibile, sarà pubblicato sul sito web.

Comunicazioni

Dal Lunedì al Venerdì dalle ore 10 alle ore 17, previa appuntamento.



  • Corso di Laurea: INGEGNERIA INDUSTRIALE (L-9)
  • Codice: 18334
  • Crediti: 9
  • Anno Off. Formativa: 2017/2018
  • Anno di Corso: 3
  • Erogazione: II semestre
  • Docente:PIERLUIGI FANELLI

Modulo : 2 Cfu(3)

Programma

Elementi strutturali. Dimensionamento di assi ed alberi a sollecitazione e deformazione.
Trasmissioni: Classificazione delle trasmissioni per ingranaggi. Caratteristiche dei profili ad evolvente. Il proporzionamento modulare. Linea d'ingranamento ed arco d'azione. Calcolo dello spessore del dente. L'interferenza e metodi per la sua eliminazione. Funzione di una trasmissione meccanica di potenza. Relazioni fondamentali: rapporto di trasmissione, potenza, coppia, rendimento, ecc. Generalità sulla progettazione degli ingranaggi. Dentature ad evolvente corrette. Spinte sugli alberi di calettamento di ruote cilindriche a denti dritti. Calcolo di resistenza degli ingranaggi: flessione dei denti

Testi consigliati

Juvinall - Fondamenti della progettazione dei componenti delle macchine, Ed. ETS, Pisa.
R.Giovannozzi, Costruzione di macchine, patron, 1965
G. Henriot, Ingranaggi, trattato teorico e pratico, Vol. I con Tavole, 2a Ed., Tecniche Nuove, Milano, 1987

Propedeuticità

Meccanica dei solidi

Frequenza

Facoltativa

Metodologia didattica

Ore lezione: 24

Valutazione del profitto

Prova orale, prova pratica

Descrizione dei metodi di accertamento

L'esame consisterà in una prova pratico-progettuale da svolgere a casa in gruppi di tre studenti e da una prova orale. La prova pratica è volta all'accertamento delle capacità di applicare i concetti elaborati a lezione all'interno di un progetto complesso ed organico (es. progetto di un riduttore di velocità e del relativo carico), di utilizzare gli strumenti di progettazione (es. codici di calcolo e programmi di disegno) e di collaborare proficuamente all'interno di un gruppo di lavoro. Concorreranno alla formazione del voto della prova pratica la correttezza metodologica, e dei risultati numerici, la chiarezza e la completezza espositiva e la qualità generale dell'elaborato. La partecipazione alla prova orale è subordinata al superamento della prova pratica. Lo scopo della prova orale è quello di valutare la preparazione teorica sugli argomenti del corso. Il voto finale è composto per 2/3 dal voto della prova pratica e da 1/3 dal voto della prova orale.

Luogo lezioni

Aula Ingegneria al DEB, Campus Riello, Largo dell'Università

Orario lezioni

L'orario delle lezioni è di norma stabilito 90 gg prima dell'inizio dei corsi. Non appena disponibile, sarà pubblicato sul sito web.

Comunicazioni

Lunedì dalle 14 alle 17
Martedì dalle 14 alle 17
Mercoledì dalle 14 alle 17