Scheda Insegnamento: Chimica del restauro A.A. 2017/2018
  • Corso di Laurea: CONSERVAZIONE E RESTAURO DEI BENI CULTURALI (LMR/02 abilitante ai sensi del D.Lgs n.42/2004)
  • Codice: 18339
  • Crediti: 8
  • Anno Off. Formativa: 2017/2018
  • Anno di Corso: 2
  • Erogazione: I semestre
  • Docente: CLAUDIA PELOSI

Programma

OBIETTIVI FORMATIVI
L'obiettivo del corso è quello di far si che lo studente abbia chiara la composizione e il comportamento chimico-fisico dei materiali utilizzati nel restauro e di quelli che può trovarsi di fronte negli oggetti e nei manufatti per i quali è chiamato ad intervenire.
Lo studente dovrà dimostrare di aver acquisito la conoscenza delle principali classi di composti organici ed inorganici, il loro chimismo, le loro principali forme di degrado e le interazioni tra materiali con composizione chimica diversa.

PROGRAMMA
Concetti di base per la comprensione della chimica organica: struttura elettronica, concetto di orbitale, legami chimici, ibridazione degli orbitali, legami singoli doppi e tripli. Le forze intermolecolari nei liquidi e nei solidi, le proprietà delle soluzioni, l’equilibrio chimico, acidi e basi e reazioni acido-base, equilibri di solubilità, reazioni di ossido-riduzione, la chimica dei composti di coordinazione.
Introduzione ai composti organici: nomenclatura, proprietà fisiche e rappresentazione strutturale. Isomeria cis-trans, chiralità, enantiomeri.
Le principali classi di composti organici e loro reattività: alcani: alcheni; alchini; alogenuri alchilici; alcoli; eteri; epossidi; ammine e composti contenenti zolfo; idrocarburi aromatici; composti carbonilici: aldeidi, chetoni, acidi carbossilici e loro derivati.
I polimeri naturali e i polimeri di sintesi. Carboidrati, proteine, enzimi, lipidi.
Polimeri commerciali: resine fenolo-formaldeide; poliesteri insaturi e saturi; policarbonati; poliammidi; poliuretani; polietilene; polipropilene; polistirene; polivinilcloruro; gomma naturale ed elastomeri sintetici. Polimeri usati nel restauro e la conservazione: siliconi, resine epossidiche; polimeri acrilici; resine alchidiche. Morfologia dei polimeri allo stato solido: polimeri amorfi e semicristallini. Fusione e transizione vetrosa di un polimero.
Derivati inorganici e metallorganici del silicio (silicati, fluosilicati, silani e polisilossani), dell’alluminio, del calcio e del bario nelle tecniche di consolidamento e protezione.
Pigmenti e coloranti naturali.
L’ambiente e il suo impatto sui materiali dei beni culturali: qualità dell’aria e acqua. Gli inquinanti: fonti, natura, distribuzione nellm’atmosfera. Il degrado dei materiali originali e di restauro: metodi di controllo e diagnosi. Le operazioni più significative dell’intervento di conservazione e restauro dei manufatti, scelte delle metodologie, dei prodotti e dei materiali secondo la recente normativa europea (EN16853:2017, Conservation of cultural heritage - Conservation process - Decision making, planning and implementation).

Testi consigliati

Propedeuticità

Occorre aver sostenuto gli esami di chimica di base e di chimica organica

Frequenza

Facoltativa

Metodologia didattica

Ore lezione: 64

Valutazione del profitto

Prova scritta

Descrizione dei metodi di accertamento

L’esame si svolge in forma scritta. L'esame si basa su una prova scritta che verte sull’intero programma del corso; per essere ammessi è obbligatoria la prenotazione on-line tramite il portale di Ateneo.
La prova scritta è costituita da 6 esercizi e 18 domande a risposta multipla.
Il punteggio assegnato è il seguente:
0-21 punti agli esercizi, a seconda della modalità di svolgimento e dei risultati ottenuti;
0-9 punti alle domande a risposta multipla. In particolare: 0.5 punti, se la risposta è esatta; - 0.25 punti, se la risposta è errata; 0 punti, se la risposta viene omessa.
Il voto finale dell’esame è espresso in 30/30. Se la prova scritta è stata svolta in modo eccellente in tutte le sue parti viene attribuita la lode.

Luogo lezioni

Orario lezioni

Comunicazioni

ORARI DI RICEVIMENTO, ORIENTAMENTO E TUTORATO.

Prossimi ricevimenti: martedì 29 agosto ore 9.30; martedì 5 settembre, ore 9-10; lunedì 11 settembre ore 9,30.

AVVISO PER TESI
Si avvisano tutti gli studenti del corso interclasse L1-L43 e dei vecchi corsi L43 e classe 41, che a partire dal prossimo anno accademico (2017-2018), potrò assegnare solo una tesi per anno e che la condizione per tale assegnazione è quella di aver sostenuto l'esame di Chimica analitica.
Si comunica anche che fino a febbraio 2018 non sarà comunque possibile richiedere tesi per i corsi suddetti avendo attualmente in fase di svolgimento 4 tesi (L43 e classe 41).